Golden State Warriors Preview: L’anno della riconferma

Golden State Warriors Preview: L’anno della riconferma

 

CBS

 

Vincere è bello, riconfermarsi è difficilissimo. Specie in una Western Conference mai così agguerrita.

Il nostro NBA On The Road finisce oggi, con la presentazione dei campioni uscenti dei Golden State Warriors.

Dicevamo della difficoltà di potersi riconfermare in questo Ovest, ma bisogna sottolineare come il team di Steve Kerr abbia intrapreso un’evidente linea di continuità tra i Warriors di ieri e quelli di oggi. Si ripartirà ovviamente da Steph e Klay, contando sull’esperienza dei veterani e sulla conferma di giovani già affermati come Barnes e Green.

 

ROSTER:

Harrison Barnes, A, 203 cm, 23 anni
Andrew Bogut, C, 213 cm, 30 anni
Stephen Curry, PG, 191 cm, 27 anni
Festus Ezeli, C, 211 cm, 26 anni
Andre Iguodala, GA, 198 cm, 31 anni
Sean Livingston, PG, 201 cm, 29 anni
John Michael McAdoo, AC, 206 cm, 22 anni
Klay Thompson, G, 201 cm, 25 anni
Kevon Looney, AC, 206 cm, 19 anni
Leandro Barbosa, PG, 194 cm, 32 anni
Draymond Green, A, 201 cm, 25 anni
Brandon Rush, GA, 198 cm, 30 anni
Marreese Speights, AC, 208 cm, 28 anni
Chris Babb, G, 196 cm, 25 anni
Jason Thompson, AC, 211 cm, 29 anni

ARRIVI:

Draft: Kevon Looney (UCLA);
FA: Barbosa, Green, Rush, Speights
via Trade: Thompson, Babb

PARTENZE:

FA: Justin Holiday (fine contratto)
Trade: David Lee (@Boston), Gerald Wallace (@Sixers)

Coach: Steve Kerr (66-16)

Starting Five: Curry, Thompson, Barnes, Green, Bogut

Squadra che vince non si cambia, e per quanto giocatori come Iguodala e Green (in posizione di centro) abbiano decretato la vittoria contro Cleveland, non basterà a far cambiare mantra a Kerr, estimatore maximo del duo Green-Barnes sulle ali e Andy Bogut sotto canestro. Il duo dietro, invece, non è in discussione: ci saranno ancora gli #SplashBros a infuocare le retine.

 

Panchina: Livingston, Barbosa, Babb, Looney, Rush, Speights, Thompson, Iguodala, Ezeli.

Panchina che non si è indebolita, anzi: l’arrivo di Jason Thompson in sostituzione di un David Lee chiaramente in rotta con la società può portare maggiore toughness sotto canestro. Poca tecnica compensata? No problem man, Kevon Looney from UCLA. Tiro, Chili, rimbalzi, post basso: un clone di Lee “un po’ più abbronzato”, con il plus di avere un discretissimo atletismo. E poi ancora l’ultimo Bill Russell MVP Iggy, Speights, Leandro Barbosa e Livingston decisivi nelle Finals… Di robetta che esce dal pino ce n’è eccome: starà a Steve Kerr gestire questa pregiata panchina.

 

PRONOSTICO BASKETINSIDE: Al completo, sono ancora da titolo o quanto meno da finale, non volendo entrare in merito a ciò che è incalcolabile come i playoff, pronostichiamo uno dei primi due seeds a Ovest, poi “quel che sarà, sarà”.

 

Preview precedenti:

Sacramento Kings
Philadelphia 76ers
Minnesota Timberwolves
Orlando Magic
Portland Trail Blazers
Denver Nuggets
Los Angeles Lakers
Brooklyn Nets
New York Knicks
Charlotte Hornets
Detroit Pistons
Dallas Mavericks
Boston Celtics
Indiana Pacers
Milwaukee Bucks
Phoenix Suns
Utah Jazz
Atlanta Hawks
Miami Heat
Chicago Bulls
New Orleans Pelicans
Memphis Grizzlies
Houston Rockets
Los Angeles Clippers
Cleveland Cavaliers
San Antonio Spurs

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy