Italiani a stelle e strisce: Gallinari in crescendo, Belinelli bene solo a Oklahoma

Italiani a stelle e strisce: Gallinari in crescendo, Belinelli bene solo a Oklahoma

Commenta per primo!

www.blitzweekly.com
Con Bargnani out per infortunio, andiamo ad analizzare le prestazioni degli altri due italiani impegnati sui parquet NBA in questi giorni.  
www.denvernuggets.com
  I Denver Nuggets del nostro Danilo hanno dovuto affrontare una faticosissima Road Trip nella Eastern Conference, capitata forse nel momento peggiore per le pepite, considerata la striscia di risultati negativi ottenuti nell’ultimo periodo. La partenza non è delle migliori: bruttissima sconfitta a Milwaukee, squadra talentuosa ma molto, molto altalenante. In una partita giocata a ritmi bassissimi, i Nuggets riescono solamente a segnare 74 punti contro la difesa dei Bucks, salita in cattedra soprattutto nel finale di partita. Il numero 8 degli ospiti risulterà essere il topscorer dei suoi (13) nonostante una prestazione abbastanza sottotono, ripetuta qualche giorno dopo a Chicago. I ragazzi di coach Malone se la giocano fino a metà quarto periodo punto a punto, dimostrando di essere una squadra in ripresa, a differenza del nostro Danilo, autore ancora di una prestazione bruttissima al tiro. La sua leadership e il suo talento offensivo sono mancati soprattutto nel finale di gara, dove i Bulls sono saliti in cattedra grazie a Pau Gasol e Jimmy Butler.   Neanche il tempo di riposare che i Nuggets devono affrontare i Raptors in back-to-back, in un campo davvero difficile per tutti. Sfatando i pronostici della vigilia, gli ospiti ottengono una vittoria importantissima per 106 a 105, spezzando un trend di risultati negativi che durava da ormai troppe partite (8). Finalmente il nostro beniamino ha registrato una prestazione importante, mettendo a referto 21 punti e 5 rimbalzi, tirando con ottime percentuali dal campo. Prestazione che da morale? Sì, perché nel ‘matinée’ di Domenica a Philadelphia, Gallo e i suoi hanno confermato – anche se in parte – quanto di buono visto nell’ultima partita in Canada. Dopo un match passato a rincorrere i padroni di casa, nel quarto periodo Gallinari e soci hanno effettuato il sorpasso decisivo per portare a casa la vittoria. Gallo come sempre leader dei suoi con 24 punti e 7 rimbalzi, lasciando ben sperare così per le partite future sue e dei Nuggets. @MIL: 13 PTS, 4 REBS, 3 AST, 3-8 FGM-A, 2-4 3PM-A, 5-5 FTM-A @CHI: 13 PTS, 5 REBS, 4 AST, 5-15 FGM-A, 1-3 3PM-A, 2-4 FTM-A @TOR: 21 PTS, 5 REBS, 3 AST, 7-13 FGM-A, 3-7 3PM-A, 4-4 FTM-A @PHI: 24 PTS, 7 REBS, 1 AST, 7-14 FGM-A, 3-9 3PM-A, 7-9 FTM-A  
www.usatoday.com
  Non se la passano benissimo nemmeno i Sacramento Kings del nostro Marco, alla ricerca di continuità sia nelle prestazioni che nei risultati. Incomincia tutto con una vittoria in casa contro Dallas per 112 a 98. Buona prestazione generale di squadra e risultato mai in discussione, anche se Marco non si è potuto esprimere come avrebbe voluto – un solo tiro preso e segnato in 15 minuti – . Sulle ali dell’entusiasmo i Kings volano a Città del Messico per sfidare i Boston Celtics, in una partita speciale tenendo in considerazione il campo neutro. Sacramento esce male però da questa ‘trasferta’, prendendo una bella scoppola dai ragazzi di coach Stevens. Marco riesce a trovare più minuti (25) ma colleziona un’altra brutta performance, siglando soli 5 punti con percentuali dal campo e dalla linea dei tre punti decisamente rivedibili. Il tutto si ripete a Houston qualche giorno dopo, con un Marco in palese difficoltà a trovare minuti – ancora una volta 15 – visto che Karl ha dato spazio praticamente solo ai titolari per cercare di rimanere aggrappato alla partita, poi persa per 113 a 120. La prestazione migliore di Marco arriva nell’ultima partita giocata a Oklahoma, dove Cousins e soci lottano fino alla fine, conducono persino a 1 minuto e mezzo dal termine, ma poi non riescono a trovare la vittoria. Marco recupera posizioni nelle gerarchie di squadra, venendo impiegato per 25 minuti sul parquet di gioco. Finalmente il ragazzo da San Giovanni in Persiceto riesce a ritrovare fiducia nei propri mezzi, prendendosi tanti tiri (13) tutto sommato con buone percentuali dal campo. Sul risultato di 98-95 per i padroni di casa, con 4 secondi ancora da giocare, il Beli ha la possibilità di portare la partita all’overtime, ma purtroppo per lui e per i Kings il tiro da 3 punti provato si concretizza in un misero airball. VS DAL: 2 PT, 2 AST, 1-1 FGM-A, 15 MIN VS BOS: 5 PT, 2 AST, 2-8 FGM-A, 1-5 3PM-A, 25 MIN @HOU: 6 PT, 3 REBS, 3-6 FGM-A, 0-1 3PM-A, 15 MIN @OKC: 16 PT, 4 REBS, 6-13 FGM-A, 1-6 3PM-A, 3-3 FTM-A, 25 MIN

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy