Italiani a stelle e strisce: il ritorno del Gallo e la fantastica settimana di Belinelli

Italiani a stelle e strisce: il ritorno del Gallo e la fantastica settimana di Belinelli

Commenta per primo!
sacbee.com

 

Danilo Gallinari torna dall’infortunio che lo aveva tenuto lontano dal parquet la settimana scorsa e lo fa a suon di ventelli, purtroppo Denver patisce i troppi errori e incassa 2 sconfitte. La prima giunge contro gli inarrestabili Golden State Warriors. La minaccia più grande che arriva dalla baia non è però il solito numero 30 con l’espressione da ragazzino, bensì Draymond Green, la rivincita della classe operaia. Il 23 dei Warriors conclude una settimana da record e contro i Nuggets fa 29 con 17 rimbalzi e 14 assist. Nel solo primo quarto segni più punti di tutta Denver. La partita va all’overtime dove Will Barton sbaglierà la bomba sulla sirena che sarebbe valsa il pareggio. Danilo gioca bene, chiude con 24 punti in 41 minuti a dimostrazione del fatto che la caviglia dolorante è ormai un lontano ricordo. La seconda sconfitta settimanale arriva contro Portland, 112-106 per i Trail Blazers. Gallo di nuovo stellare, 29 punti di cui 2 da capogiro, realizzati con uno dei suoi circus shot, quelli de “o famo strano”. In conclusione settimana positiva dal punto di vista personale per Gallinari, manca però il successo collettivo, con i suoi Nuggets. Il record di Denver è 12-23, ben lontano dal quadro Playoffs.

@GSW: 24P, 6R, 2A
VS POR: 29R, 5R, 3A

Marco Belinelli è l’unico a salvarsi dai fischi della Sleep Train Arena dopo la bruciante sconfitta inflitta proprio da quei Sixers, ormai alla deriva. 110- 105 per la compagine di Philadelphia. Uno dei pochi a uscire a testa alta è proprio il Beli, autore di un’ottima prestazione, chiude con 28 punti di cui ben 12 nel quarto quarto, quando contava di più. I Kings si rifanno prontamente travolgendo i Suns 119-142. Nella notte in cui coach Karl pareggia il numero di vittorie all-time di Phil Jackson raggiungendo il quinto posto in classifica, tutti i suoi giocatori segnano e tanto. Ottimo l’apporto dalla panchina di Collison e Belinelli che chiudono rispettivamente a 21 e 19 punti, Cousins top-scorer a 32. Anche la terza partita settimanale è una bella vittoria, soprattutto perché giunge contro una lanciatissima e pericolosa OKC. Beli si riconferma un sesto uomo coi fiocchi, chiudendo con 21 punti, di cui ben 17 nel solo primo tempo. Marco insieme a Rondo e Cousins è il migliore dei suoi, il playmaker chiude a 13 e 19 assist, mentre il centrone dei Kings scriverà 33 punti e 19 rimbalzi a referto. Sacramento detiene un record di 14-21 per ora non sufficiente per i playoffs, ma Utah all’ottavo posto, non sembra più così lontana.

VS PHI: 28P, 1R, 1A
VS PHX: 19P, 2R, 0A
@OKC: 21P, 2R, 1A

Altalenante e provante invece la situazione di Andrea Bargnani che nuovamente fatica a trovare spazio a Brooklyn, spesso ritrovandosi a scaldare la panchina. Nella vittoria 100-97 contro Boston gioca 8 minuti e segna 4 punti, leader di serata è Lopez con 30 punti e 13 rimbalzi. La seconda sfida settimanale per il Mago e i suoi Nets è un back-to-back contro i Celtics dove però il Mago vede il suo minutaggio dimezzarsi ulteriormente, solo 4 minuti in campo. Bargnani non può trovare il ritmo partita a queste condizioni e fa virgola, il referto rimane immacolato. Giunge inoltre la sconfitta per 103-94.

@BOS: 4P, 2R, 1A
VS BOS: 0P, 0R, 0A

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy