Italiani a stelle e strisce: record di rimbalzi per il Gallo, più minuti per Bargnani

Italiani a stelle e strisce: record di rimbalzi per il Gallo, più minuti per Bargnani

Commenta per primo!

https://pbs.twimg.com
Non una buona settimana quella di Danilo Gallinari, che nonostante sia riuscito a togliersi qualche sfizio a livello personale, perde tutte e tre le partite giocate in settimana con i suoi Nuggets. La prima sconfitta del filotto arriva in casa contro una Los Angeles (sponda Clippers), che viaggia decisamente su altri livelli e con altri obiettivi. Nonostante ciò, Denver non sfigura e Danilo è autore di una prestazione che ricorderà per svariato tempo. Condisce infatti i suoi 20 punti con ben 18 rimbalzi, stabilendo il record personale in carriera. Sebbene il numero di carambole recuperate da Gallinari sia strabiliante il numero 8 ha qualcosa da rimproverarsi. La sua serata al tiro non è infatti delle migliori e chiude la gara con un 2 su 10 dal campo con 0/5 dalla linea da tre punti. Le sconfitte settimanali diventano due quando i Nuggets incrociano le spade con i San Antonio Spurs, orfani però di Ginobili e Duncan. Gli Spurs non soffrono troppo la mancanza delle due leggende, anche grazie all’incredibile stato di forma di Leonard. Dopo una buona partenza, Denver subisce un parziale di 12-0 prima dell’intervallo e nel secondo tempo Gallinari e compagni si arrendono alla superiorità dei texani. Le percentuali di Danilo rimangono rivedibili; l’ala si Sant’Angelo Lodigiano chiude con 5/15 dal campo. Va meglio con i piedi dietro l’arco dove segna il 50% dei tiri che prende, 2/4. Gallo chiude la serata con 16 punti, 10 rimbalzi e 2 assist. Seconda doppia-doppia consecutiva quindi per Danilo che, nonostante le sconfitte, dimostra grandi miglioramenti sotto il tabellone. Come preannunciato la terza sfida settimanale per le Pepite corrisponde alla terza sconfitta. Quest’ultima giunge contro una sorprendente Dallas. Danilo chiude con 12 punti e 9 rimbalzi, 81-92 il punteggio finale. Nonostante la partita discreta e la bella inchiodata dopo aver raccolto l’assist di un ispirato Mudiay, la partita del talento nostrano rimane sporcata dalle basse percentuali che caratterizzano tutta la sua settimana. Il record di Denver è ora negativo, 6-11 e le pepite hanno messo in fila 6 sconfitte consecutive. Non tira una buona aria tra le montagne rocciose, ma le prestazioni di Danilo Gallinari sono positive e il ragazzo sta, senza pochi dubbi, giocando la sua stagione migliore da quando ha attraversato l’oceano per giocare “con i grandi”. Vs LAC: 20 pts, 18 rebs, 3 ast Vs SAS: 16 pts, 10 rebs, 2 ast @ DAL: 12 pts, 9 rebs, 0 ast Overall stats: 17.7 ppg, 6.8 rpg, 2.4 apg, 38% fgm  
http://www.sacbee.com
Quasi appaiata a Denver nella classifica di Conference con un record simile (6-12), troviamo la californiana Sacramento del nostro Marco Belinelli. La settimana dei Kings inizia con una vittoria contro una nervosa Milwaukee. Ottima prestazione di Marco che scrive 17 punti a referto con il 50% dal campo. Cortissime le rotazioni di Coach Karl he mette sul parquet appena 8 giocatori. Oltre i 5 titolari, dalla panchina, insieme a Beli, entrano Casspi e Collison, anch’essi dando un sostanzioso contributo a livello di punteggio, entrambi andando in doppia cifra. 23 i minuti passati da Belinelli in campo contro i Bucks di Kidd (poi espulso) nella sua ottima prima partita settimanale. A livello personale, il numero 3 continua alla grande anche nella seconda gara di questa settimana, replicando i 17 punti già messi a segno contro Milwaukee ma anche le ottime percentuali chiudendo con 7/12 da campo e 3/5 da dietro l’arco.La sconfitta arriva però a livello di squadra. I Kings si arrendono 101-91 a Minnesota. La panchina di Sacramento tuttavia continua a dare conferme anche in questa partita e Casspi e Collison rispondono nuovamente presente alla chiamata di Karl. Marco e Casspi combinano anche una bella giocata in alley-hoop chiusa dall’israeliano con la schiacciata. La terza sfida Belinelli la gioca nella tana del leone, ovvero alla Oracle Arena, a casa dei lanciatissimi Warriors freschi di record NBA e in un irreale stato di forma. Marco raccoglie appena 5 punti nei 22 minuti sul parquet e le sue percentuali sono la spiegazione al mancato apporto offensivo del Beli. 2/10 dal campo con un veramente insolito 0/7 da tre punti. Curry ne fa 17 nel primo quarto e Green infila la seconda tripla doppia consecutiva. Ai Kings rimane poco da fare. 101-120 il risultato finale e Warriors che arrivano a 18 vittorie a fronte di 0 sconfitte. Senza Cousins Sacramento fatica visibilmente, nonostante Gay e Rondo stiano interpretando bene le partite. Belinelli in ogni caso sta tenendo un buon ritmo e pare a suo agio nel sistema Karl, soprattutto grazie a un ottimo minutaggio senza dubbio meritato. @MIL: 17 pts, 1 reb, 1 ast VS MIN: 17 pts, 2 rebs, 2 ast @GSW: 5 pts, 1 reb, 2 ast Overall stats: 12.6 ppg, 1.5 rpg, 2.4 apg, 38.4% fgm  
http://img.bleacherreport.net
Rivede la luce del sole Andrea Bargnani, a cui ultimamente Lionel Hollins ha concesso più spazio sul parquet. 15 i minuti giocati da Bargnani contro una OKC ringalluzzita dal ritorno di Durant, mercoledì. Come sovente accade in questi frangenti il Mago risponde presente e segna 13 punti, tirando con il 50% con i piedi dietro l’arco. A livello di produzione offensiva Andrea è il più efficace tra i suoi compagni che, come lui, partono dalla panchina. Contro Oklahoma City arriva però una sconfitta, fissata sul 99-110 per i padroni di casa. Settimana di ospiti scomodi quella di Brooklyn che, dopo aver affrontato i Thunder, trova sul suo cammino una delle favorita al titolo, Cleveland. 16 i minuti concessi da Hollins a Bargnani, il minutaggio più alto tra i panchinari dei Nets. 6 punti e un rimbalzo per il Mago che insieme ai suoi compagni si deve piegare prima ad un ottimo Love, che con i piedi dietro l’arco tiene Cleveland a contatto, e poi alla splendida conclusione di James che con pochi secondi sul cronometro inventa una parabola molto dolce che dà il vantaggio decisivo ai Cavs, 88-90 il risultato. Nell’ultima partita settimanale i Nets si impongono sui Pistons per 83-87 ma Bargnani è in campo per soli 2 minuti, lasciando il referto immacolato se non per un fallo commesso. @OKC: 13 pts, 2 rebs, 0 ast @CLE: 6 pts, 1 reb, 0 ast Vs DET: 0 pts, 0 rebs, 0 ast Overall stats: 5.7 ppg, 1.7 rpg, 1.0 apg, 41% fgm

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy