L’uomo della 7° settimana NBA – Gregg Popovich

L’uomo della 7° settimana NBA – Gregg Popovich

Il nostro riconoscimento settimanale NBA

di Fabrizio Martini
paspn.net

Da 22 anni sulla panchina dei San Antonio Spurs c’è Gregg Popovich: l’allenatore neroargento e la franchigia stessa sono simbolo di alti (tantissimi), bassi (quasi nulli) e la capacità camaleontica di trasformare ogni situazione a proprio vantaggio.

In 22 anni però, non avevano mai perso due partite consecutive con uno scarto medio di 35 punti: è successo giovedì contro i Timberwolves a Minneapolis, poi sabato in casa contro i Rockets. Ieri però hanno vinto contro Portland segnando 131 punti.

Definire gli Spurs “schizofrenici” non era forse mai successo, sebbene soprattutto in post season, nel momento in cui la nave stesse affondando, affondasse proprio in maniera drastica. Nel mezzo della settimana inoltre il Coach ha rilasciato due dichiarazioni, non banali, ma in controtendenza coi suoi rumorosi silenzi: ha prima dichiarato che Kawhi Leonard è stato un grande giocatore ma mai un leader, che magari potrà esserlo in futuro, e poi ha candidamente ammesso quanto non gli piaccia il tiro da tre punti, quanto abbia cambiato il basket e quanto non gli sia piaciuta l’evoluzione che ha dato.

In questa stagione gli Spurs devono sgomitare in mezzo alla “tonnara” della Western Conference, ma state certi che Pop che vinca o che perda, cadrà sempre in piedi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy