NBA Finals, le Pagelle di gara 6

NBA Finals, le Pagelle di gara 6

bleacherreport.com
  I Golden State Warriors tornano a vincere un titolo NBA dopo quarant’anni battendo per 4-2 i Cleveland Cavaliers. I ragazzi di coach Kerr si impongono senza troppe difficoltà in trasferta con il risultato di 105-97 grazie ai 50 punti messi insieme dalla coppia Curry-Iguodala. Ecco le pagelle di gara 6. GOLDEN STATE WARRIORS: Iguodala: 8.5 Bravo, bravo, bravo. Andre si prende la scena anche in gara 6 e conquista con 7 voti su 11 il titolo di MVP delle Finals NBA. Altra prestazione sontuosa su entrambi i lati del campo, terminata con 25 punti, 5 assist, 5 rimbalzi, 2 recuperi e 0 palle perse in 36′. Quando i Cavs provano a tornare sotto, il #9 piazza un paio di canestri che spezzano definitivamente la partita. E’ l’ora del sigaro per Iggy, siamo sicuri che avrà un gusto piacevolmente particolare. Barnes: 6 L’unico del quintetto dei Warriors a chiudere con un +/- negativo (-2), gioca una partita nella norma senza strafare. Alla fine il referto recita 9 punti, 2 assist e 2 rimbalzi con un ottimo 3/4 dall’arco. Green: 8.5 Chiudere la stagione vincendo il titolo NBA e mettendo a segno una tripla doppia lo sogni da bambino. Draymond  ce l’ha fatta e la sua prestazione è stata fondamentale per evitare una gara 7 che sarebbe stata ricca di insidie. 16 punti, 11 rimbalzi e 10 assist: l’MVP di gara 6 è lui. K.Thompson: 5 Per fortuna che il suo mancato apporto nelle Finals non è pesato a Golden State. Altra partita sottotono, 2/7 al tiro, 2 palle perse senza recuperarne, fuori anzitempo per 6 falli e serie conclusa con 15.8 punti ed il 30% dall’arco. Da Klay ci si aspettava molto di più, anche in quest’ultima uscita, ma l’anello è al dito e vista la grande stagione disputata va benissimo così. Curry: 7.5 Era difficile pensare che con il titolo ai Warriors non sarebbe stato lui l’MVP. Invece un po’ per demeriti suoi ed un po’ per meriti di Iguodala, Curry deve “accontentarsi” dell’anello. Gara 6 la gioca bene, chiudendo con 25 punti, 8 assist, 6 rimbalzi e 3 palle perse (minimo per il #30 nelle Finals), nonostante un rivedibile 3/11 dal perimetro. Si chiude comunque nel migliore dei modi una stagione da incorniciare, grazie per lo spettacolo offertoci Steph! Livingston: 7.5 Nel 2007 rischiava l’amputazione della gamba sinistra, ora è sul tetto del mondo. La storia di Shaun è di quelle da raccontare ai bambini, per insegnare loro che i veri lottatori non mollano mai. L’ex Brooklyn mette a segno 10 punti, dimostra esperienza da vendere e si merita tutti i 32′ passati sul parquet. Ezeli: 7.5 Impatto mostruoso del buon Festus. In 11′ giocati riesce a realizzare 10 punti, tirando giù 4 rimbalzi e mettendo a segno la giocata della notte con una schiacciata su rimbalzo offensivo, subendo fallo, tutta grinta. Bravo anche in difesa contro Mozgov, finisce il doppia cifra per la prima volta in queste Finals. Barbosa: 6.5 Risponde con una tripla importantissima al canestro di James che aveva riavvicinato i Cavs. Il tabellino recita 5 punti, 3 rimbalzi, 1 assist e 2 recuperi in 14′ Lee: sv  
hoopshabit.com
  CLEVELAND CAVALIERS: James: 8 Il Re non molla mai, ma deve incassare la quarta sconfitta nelle Finals NBA della sua carriera nonostante una serie da 35.8 punti, 13.3 rimbalzi e 8.8 assist. Numeri che fanno girare la testa che però a nulla sono serviti ai Cavs privi di Irving e Love. Sfiora un’altra tripla doppia in gara 6 con 32 punti, 18 rimbalzi e 9 assist, e pazienza se non tira bene (13/33, 2/10 da tre) e perde 6 palle, ne esce a testa altissima e ci riproverà sicuramente l’anno prossimo. Grazie per aver dato un senso a questa serie LeBron! T.Thompson: 7.5 Cuore, tanto cuore. Tristan mette a segno l’ennesima doppia doppia stagionale con 15 punti e 13 rimbalzi tirando con un ottimo 7/12 dal campo. Gioca una buona partita in difesa provando a limitare sotto canestro l’attacco dei Warriors, ma alla fine non basta. Regala anche una bellissima giocata ai suoi tifosi schiacciando un tiro sbagliato di James a pochi secondi dalla sirena. Mozgov: 7.5 Il russo ha dimostrato in questi Playoffs di essere uno dei centri più forti in circolazione. Anche in gara 6 domina a rimbalzo sia in attacco che in difesa strappandone 12, conditi da 17 punti e 4 stoppate (una paurosa su Iguodala). Ha dimostrato di essere per certi versi il pericolo numero due dei Cavs in queste finali: il pitturato è roba sua. Shumpert: 4.5  Per fortuna che è finita qui. Serie disastrosa di Iman, 26% al tiro per 6.5 punti a partita. In quest’ultima apparizione termina con 1/6 dal campo (0/3 dalla distanza), 2 palle perse e 6 falli che gli costano la panchina anticipata. In 36′ si poteva fare decisamente meglio. Dellavedova: 4.5 Giunge a questa partita quasi stremato. L’australiano che ha fatto sognare i tifosi di Cleveland nelle prime tre uscite chiude con 1 punto e 0/3 al tiro. Nessuna palla recuperata a fronte di due perse, esce anche lui per falli dopo 25′ disputati. Applausi per Matthew, che ha dimostrato attributi e caparbietà in un momento difficilissimo per i suoi. JR Smith: 4.5 Si sveglia nel finale con due triple pazzesche, ma l’ex Knicks non brilla nemmeno in gara 6. 5/15 al tiro e 5/8 dalla lunetta per 19 punti complessivi, senza dare però l’impressione a LeBron di potersi fidare di lui. Le Finals per lui si concludono con il 29% da tre ed il 31% totale: poteva andare meglio e ci si aspettava di più in assenza di Love e Irving. Jones: 5 Non che dovesse essere lui l’eroe della partita, ma finisce l’incontro con un brutto 1/5 al tiro e 0/4 dall’arco in 27′ di gioco. Miller: sv Harris: sv

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy