NBA News Inside: Valanciunas out, JR Smith accusato

NBA News Inside: Valanciunas out, JR Smith accusato

Commenta per primo!

sportsv.net
Ritorna il nostro NBA News Inside, con tutte le news e i rumors provenienti dalla NBA. -si è infortunato alla mano sinistra (non è quella con cui tira) Jonas Valanciunas e salterà intorno alle 6 settimane perché ha preferito non sottoporsi ad intervento. –Shumpert sta recuperando bene e potremmo vederlo in campo già prima di Natale, giorno in cui i Cavaliers voleranno a Oakland nella tana dei Warriors finora imbattuti. Starà fuori 2 settimane anche Mozgov per un problema al deltoide. -La gara dei Bucks proprio contro i Cavs è stata la prima trasmessa su TNT dal 2002, quando a Milwaukee giocavano Ray Allen, Sam Cassell, Anthony Mason, Toni Kukoc e Michael Redd. Sta cambiando qualcosa nel Wisconsin… –Sergey Karasev ha giocato solo 6 minuti quest’anno e non vede l’ora di essere tradato dai Nets, che non hanno usato la team option per il prossimo anno e sarà quindi free agent a luglio. Probabile un suo ritorno in Europa già da marzo, quando sarà possibile che le due parti trovino un accordo per un buyout. -A Memphis c’è l’incognita Brandan Wright: non gioca da ormai 2 settimane per un dolore al ginocchio sinistro, ma non si sanno i tempi di recupero. Marc Gasol ha rinnovato la sua presenza con la maglia della Nazionale spagnola nei tornei estivi. –JR Smith è stato accusato di aver tirato uno schiaffo ad un tifoso 19enne che avrebbe innervosito il giocatore dei Cavs al tempo della trade voluta dai Knicks per liberarsene. Ma lui dice che è tutto falso. https://twitter.com/TheRealJRSmith/status/667844636862468096?ref_src=twsrc%5Etfw -Come detto nella scorsa puntata, i Wizards hanno perso Webster fino a fine stagione. Ora potranno utilizzare la Disabled Player Exception di 2.8 milioni di dollari, ma avendo già 15 uomini a roster dovranno tagliare un posto, se vorranno usarla. –Philadelphia sembra voler puntare su Dion Waiters la prossima stagione e il nativo della Città dell’Amore Fraterno non sembra disgustato da tale possibilità. Sempre in zona Sixers, coach Brown non vuole retrocedere Stauskas in panchina, nonostante stia tirando con il 33% (e il 28 da dietro l’arco). Joel Embiid sarà forse seguito da Ilgauskas (se accetterà l’incarico, ovviamente) nel suo recupero: il centrone lituano aveva saltato 202 gare tra il 1998 e il 2001 a causa di 3 interventi al piede. -Appena arrivato dopo l’esonero di McHale, il coach ad interim Bickerstaff ha subito promosso Jason Terry in quintetto a favore di un per nulla convincente Ty Lawson. Nei prossimi 10 giorni – ci sarà l’incontro con i dottori martedì 1/12 – si capiranno i tempi di recupero di Donatas Motiejunas. Sempre a Houston, Sam Dekker salterà almeno 3 mesi se dovrà sottoporsi ad un intervento alla schiena. Ha giocato solo 6 minuti quest’anno. -A proposito di McHale, i Celtics sono pronti a proporgli un lavoro, anche perché Ainge ha sempre ammirato e cercato di riportare a Boston l’ex #32. Anche i Mavs, con cui lavorò nel 2009, sono su di lui. Se non accetterà, c’è sempre la possibilità che finisca a fare il commentatore TV. -Rimanendo a Boston, Marcus Smart salterà al massimo 2 settimane per un problema alla gamba. Non servirà, tuttavia, nessuna operazione.
sacbee.com
-Nella polveriera di Sacramento ora sembra che non sia da decidere se Karl sarà licenziato o meno, ma si dovrà solo capire quando. In 12 partite (record 4-8) George Karl ha proposto ben 9 differenti quintetti. Tra i vari possibili sostituti, anche Nancy Lieberman, favorita del patron Renadivé, mentre Divac sembra propendere più per Corliss Williamson. E poi c’è sempre il “sogno” John Calipari al quale, però, non è mai stata presentata nessuna offerta… -Lo stesso coach Karl ha rivelato che sta aspettando il vero Marco Belinelli, perché sta sì tirando maggiormente (9.8 tiri di media, massimo dal 2011/12) ma li converte solo con il 35.6%. Inoltre per l’ex coach di Sonics e Nuggets, il Beli è anche un ottimo costruttore di gioco e potrebbe tornare utile in quei pochi minuti in cui Rondo siederà in panchina. -tagliato nuovamnte dai Pelicans l’ex BYU Jimmer Fredette dopo 13 minuti in 4 gare, il quale tornerà probabilmente in D-League in attesa d una futura chiamata in NBA. Ma considerare altri mondi, Jimmer? -Spogliatoio infiammato in quel di Los Angeles, sponda Clippers. Sembra infatti che Josh Smith abbia urlato frasi ingiuriose indirizzate a Doc Rivers, che ha ammesso che questo periodo nero sia colpa sua. I Clips hanno perso 7 delle ultime 9. -Al San Antonio Express, Manu Ginobili ha detto: “Se loro [i Warriors, nda] vorranno fare 82-0 è un’ottima cosa. Spero che li incontreremo alle Western Conference Finals e vedremo cosa succederà. Ora siamo concentrati su di noi, non sugli altri”. Che la sfida sia stata lanciata?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy