NBA Playoffs Inside I Turno: Atlanta Hawks – Boston Celtics

NBA Playoffs Inside I Turno: Atlanta Hawks – Boston Celtics

Diamo inizio alle danze, o meglio, diamo inizio al primo turno dei Playoffs NBA 2016 con due delle più grandi squadre della Eastern Conference a confronto: Atlanta Hawks – Boston Celtics.

Commenta per primo!
apostasfc.com

Atlanta Hawks 

Quintetto titolare: Millsap, Bazemore, Teague, Korver, Horford

Al via il primo turno dei Playoffs NBA 2016, in cui gli Atlanta Hawks, dopo aver conquistato il quarto posto nella Eastern Conference con 48 vittorie (di cui 27 in casa) e 34 sconfitte (di cui 20 in trasferta), affronteranno il 17 Aprile i Boston Celtics, quinti in classifica, alla Philips Arena.
Atlanta, che lo scorso anno ha dato il meglio di sé in regular season chiudendo al primo posto ad Est con 60 vittorie e appena 22 sconfitte, e con l’intero quintetto premiato “NBA Players Of The Month”, non è stata altrettanto fortunata quest’anno, dovendo affrontare una squadra totalmente alla pari.
Gli Hawks, che hanno concluso la stagione col 45,8 % al tiro, grazie soprattutto alle ottime percentuali dall’arco dell’ala piccola Kyle Korver e di Jeff Teague, entrambi col 40 %, sono i favoriti in questo primo turno, ma dovranno comunque tenere a bada Isaiah Thomas e compagni, sotto la guida sicura di Brad Stevens, uno dei migliori allenatori in circolazione.
Coach Budenholzer si affida ai “team leaders” della sua squadra: la colonna portante Paul Millsap con una media di 17,1 punti e 9 rimbalzi a partita; Al Horford, centro dominante di Atlanta; Jeff Teague, che nell’ultima partita del 10 Aprile, proprio contro i Celtics, ha messo a referto ben 24 punti e 7 assist, conducendo la squadra alla vittoria.

Panchina: Schroder, Muscala, Sefolosha, Humphries, Hinrich, Scott, Hardaway Jr.

Atlanta ha ottimi rinforzi, primo in assoluto è il giovane tedesco Dennis Schroder, che in questa stagione ha alzato le sue percentuali chiudendo col 42 % al tiro e con l’80 % ai liberi; Tim Hardaway Jr. e Mike Muscala, anche loro ottimi ai liberi; Thabo Sefolosha e Mike Scott, che in questa stagione hanno collezionato ben 75 presenze pur giocando pochi minuti.

Punti di forza: gli Hawks, oltre ad avere a favore il fattore campo, scommettono su un giocatore chiave in attacco: Jeff Teague, quest’ultimo dotato di grande capacità nel cambiare ritmo e attaccare velocemente il ferro, dovrà riconfermare le sue ottime prestazioni durante la stagione in questi Playoffs. Altro punto fondamentale degli Hawks è sicuramente la capacità di allargare gli spazi del campo e la circolazione rapida e precisa della palla, che ha permesso loro di alzare il numero di assist in questa stagione, ma soprattutto nelle ultime partite; nonostante l’ultima sconfitta del 12 Aprile contro i Cavaliers, Atlanta ha collezionato 23 assist, e con i Celtics, ben 31.

Punti deboli: le Aquile dovranno rinunciare al brasiliano Tiago Splitter, fuori dal 1 Febbraio fino alla fine dei Playoffs, per infortunio all’anca. Inoltre, se da un lato i “lunghi” di Atlanta sono più pronti durante il gioco in attacco, durante la fase difensiva avranno molte difficoltà contro squadre più fisiche sotto canestro, che preferiscono appoggiare la palla dentro.
Atlanta, però, ora pensa solo alla sfida di Domenica contro i Celtics, i quali sicuramente non si faranno trovare impreparati.
Vedremo due delle più interessanti squadre della NBA a confronto.
Sarà una bella sfida.

 

bleacherreport.com

Boston Celtics

Quintetto titolare: Thomas, Bradley, Crowder, Sullinger, Johnson

Il quintetto titolare dei Boston Celtics è frutto di un grande lavoro di coach Stevens, che ha saputo trovare il ruolo giusto a tutti i componenti del roster, “promuovendo” Thomas a titolare e spostanto Turner a sesto uomo. E’ proprio Isiah Thomas, unico All-Star a roster dei Celtics, il giocatore che ha in mano le chiavi dell’attacco dei Celtics. A completare il reparto guardie Bradley, uno dei migliori difensori della lega che, in questa stagione, ha dimostrato di poter essere un ottimo tiratore da tre punti. Discorso analogo a quello di Bradley può essere fatto per Crowder, eccellente difensore e buon tiratore da tre. Il reparto lunghi è completato da Sullinger, che quest’anno sembra aver trovato la continuità di rendimento che è mancata negli anni scorsi, a causa dei numerosi infortuni, e Johnson che assicura centimetri e rimbalzi sotto canestro.

Panchina: Turner, Smart, Olynyk, Jerebko, Zeller, Hunter, Holland.

A guidare le seconde linee troviamo Evan Turner, dapprima titolare adesso “riciclato” da Coach Stevens come sesto uomo: l’ex-Sixers assicura punti ed assist dalla panchina ed è un giocatore versatile, in grado di saper interpretare al meglio più ruoli. Elemento importantissimo anche Smart, il playmaker prodotto dell’Universita dell’Oklahoma è un eccellente difensore in grado di segnare quando conta. Olynyk e Jerebko, pur non essendo eccellenti difensori, assicurano tanti punti dalla panchina, soprattutto con il tiro da tre punti.  Anche il contributo di Zeller non è da sottovalutare: il centro è in grado di produrre ottimi numeri in pochi minuti e di dare un contributo in portante in uscita dalla panchina. Infine abbiamo Hunter, scelto con  il numero 28 dagli stessi Celtics all’ultimo draft, e Holland, firmato dai Celtics negli scorsi giorni, per allungare le rotazioni in vista della Post Season. Se anche loro riusciranno a dare il loro contributo i Celtics potranno avere una chance di vittoria contro gli Hawks.

Punti di forza: I Celtics fanno della difesa e dello spirito di squadra la chiave del loro successo. Con Crowder e Bradley nel quintetto base e Smart in uscita dalla panchina, i Celtics vantano una delle migliori difese della lega. Le chiavi dell’attacco sono affidate ad Isiah Thomas che, con la sua velocità ed imprevedibilità, potrebbe creare numerosi problemi alla difesa degli Hawks.

Punti deboli: I Celtics in stagione non sono andati bene contro gli Hawks, e l’ultima partita giocata ad Atlanta lo dimostra: 118-107 per i padroni di casa con un Millsap in grande spolvero. E’ proprio nel pitturato che la difesa di Boston potrebbe soffrire gli Hawks che hanno dalla loro giocatori come Millsap ed Horford. Potrebbe incidere anche il fattore esperienza: il gruppo di Coach Stevens infatti è alla seconda esperienza nella Post Season.

Pronostico Basketinside: Atlanta ha grande possibilità di superare il primo turno, soprattutto avendo a favore il fattore campo. Non sarà una passeggiata: Hawks in 7.

 

 

di Francesco Postiglione e Filippo Miosi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy