NBA Playoffs Inside, II Turno: la preview di San Antonio Spurs – Oklahoma City Thunder

I San Antonio Spurs sembrano destinati alla Finale di Conference, ce la faranno Durant, Westbrook & co. a batterli in una serie a 7 gare?

Commenta per primo!

San Antonio Spurs

 

www.hoop-ball.com

 

Quintetto titolare: Parker, Green, Leonard, Aldridge, Duncan

Panchina: Anderson, Bonner, Diaw, Ginobili, Marjanovic, Martin, Miller, Mills, Simmons, West.

Punti di forza: In favore dei Grizzlies c’è una sfortuna terribile che ha colpito con numerosi infortuni, ma questi Spurs hanno dimostrato di fare sul serio. Senza pietà, vittorie nette sia in Texas che fuori casa. Minuti limitati per i titolari che arrivano a questa serie freschi e riposati grazie ad una panchina di alta qualità. Un Kawhi Leonard, fresco vincitore del premio di miglior difensore dell’anno, che gioca con una maturità impressionante da vero MVP. Questi Spurs fanno paura a chiunque, giocando con una maturità da grandissima squadra allenata da un Coach formidabile.

Punti di debolezza: Nel primo turno, pochi, pochissimi punti di debolezza mostrati dai San Antonio Spurs. Come abbiamo già detto, Memphis Grizzlies veramente arrivati con un forte debito d’ossigeno e mancanza di fortuna, ma i Spurs hanno veramente dominato la serie. Fondamentale come costruiranno la difesa su Westbrook e Durant, fattore fondamentale, se non decisivo, della serie.

 

 

 

Oklahoma City Thunder

 

newsok.com

 

Quintetto titolare: Westbrook, Roberson, Durant, Ibaka, Adams

Panchina: Waiters, Kanter, Collison, Foye, Payne, Morrow, Singler, Mohammed, McGary, Huestis.

Punti di forza mostrati nel I turno: Come sempre, la forza proviene dalle due superstar, Westbrook e Durant. Quando hanno girato bene, OKC ha vinto senza problemi; quando hanno faticato come in gara-2, i Thunder hanno perso (ad un decimo di secondo dal vincere pure quella). Contro gli Spurs, il #0 probabilmente surclasserà Parker e vedrà coach Popovich costretto a riempire l’area per bloccare le penetrazioni di Westbrook e il gioco di Adams e Ibaka, non affidabili fuori dall’area pitturata. Durant verrà probabilmente tenuto a uomo da Leonard, per negargli la possibilità di incendiarsi appena insacca 2-3 tiri consecutivi.

Punti di debolezza mostrati nel I turno: Dallas era poca roba, ma sicuramente ha colpito una volta di più la mancanza di una panchina profonda, caratteristica decisiva degli Spurs. Dietro a Kanter che macina statistiche, ma in difesa è uno dei peggiori in NBA, c’è pochissimo: Foye, arrivato prima della trade deadline di febbraio, e Waiters non sono per nulla affidabili.

 

Pronostico BasketInside: San Antonio Spurs 4-2.

 

– di Matteo Andreani & Ario Rossi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy