NBA Preview – Southwest Division

NBA Preview – Southwest Division

Quarto appuntamento con le preview delle Division NBA: è il turno della Southwest.

Commenta per primo!

San Antonio Spurs

”Ettore, posso chiamarti Tim?” Sembra dire Pop. kinja.com

Roster (in neretto il probabile quintetto titolare): LaMarcus Aldridge, Danny Green, Kawhi Leonard, Tony Parker, Pau Gasol, Jonathon Simmons, Patrick Mills, Kyle Anderson, Manu Ginobili, Joel Anthony, Ryan Arcidiacono, Davis Bertans, Dewayne Dedmon, Bryn Forbes, Patricio Garino, Livio Jean-Charles, Nicolas Laprovittola, David Lee, Dejounte Murray, Ryan Richards.

Coach: Gregg Popovich.

Arrivi: Joel Anthony, Ryan Arcidiacono, Davis Bertans, Dewayne Dedmon, Bryn Forbes, Patricio Garino, Pau Gasol, Livio Jean-Charles, Nicolas Laprovittola, David Lee, Dejounte Murray, Ryan Richards.

Partenze: Matt Bonner, Rasual Butler, Boris Diaw, Tim Duncan, Boban Marjanovic, Kevin Martin, Andre Miller, David West.

Anno Uno dopo Duncan, ma gli Spurs sono chiamati a confermarsi sugli standard raggiunti nella ”Big Fundamental Era”. Il caraibico ha abbandonato la nave quando ormai non ne deteneva più i gradi da capitano, sebbene le statistiche della passata stagione abbiano attestato che fosse ancora competitivo, soprattutto a livello difensivo, in particolar modo nel contestare i tiri dei diretti avversari. Sotto quest’aspetto l’arrivo di Gasol, meno continuo ma potenzialmente decisivo anche nella propria metà campo, è stata la mossa giusta, con sicuramente qualche soluzione in più negli schemi offensivi di Popovich, sia in una dimensione interna che perimetrale.

L’aspetto più preoccupante non è tanto il post Duncan, quanto il post Diaw, il cui contratto è stato sacrificato per soddisfare le richieste economiche del catalano bi-campione NBA, la cui versatilità è difficilmente sostituibile. Il frontcourt neroargento, che ha subito anche l’uscita di David West, è oggi ai minimi storici laddove, tolti i titolari Gasol e Aldridge, annovera i poco affidabili Lee e Dedmon, aprendo la strada ad una maggiore adesione allo small ball da parte di Coach Pop. Via così a Leonard da 4 nei quintetti run-and-gun uscente dalla panchina, scommettendo in un salto di qualità nel ruolo di ala piccola di un progetto a lungo termine quale Kyle Anderson, il tutto benedetto dalla classe dei decani del reparto piccoli, Ginobili e Parker, rispettivamente alla 14° e 15° stagione all’ombra dell’Alamo.

Pronostico: Le 67 vittorie della scorsa stagione sembrano irraggiungibili, ma le 60 sono alla portata, con relativo primo posto di Division. Record:60-22.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy