Orlando Magic Season Preview: l’ora di diventare uomini

Orlando Magic Season Preview: l’ora di diventare uomini

Commenta per primo!

FoxSports
Continua la nostra rassegna di preview per la stagione NBA 2015-2016. Oggi tocca ai giovani, entusiasmanti Orlando Magic, reduci da una stagione deludente e da un cambio alla guida. 2014-15 Record: 25-57 Roster:   Tobias Harris, F, 203cm, 16,000,000$ Nikola Vucevic, C, 213cm, 11,250,000$ Channing Frye, F/C, 211cm, 8,193,029$ Victor Oladipo, PG/SG, 193cm, 5,192,520$ CJ Watson, PG, 188cm, 5,000,000$ Jason Smith, F/C, 213cm, 4,300,000$ Aaron Gordon, F/C, 206cm, 4,171,680$ Mario Hezonja, SG/F, 202cm, 3,741,480$ Elfrid Payton, PG, 191cm, 2,505,720$ Andrew Nicholson, F, 206cm, 2,380,593$ Evan Fournier, SG/SF, 201cm, 2,288,205$ Shabazz Napier, PG/SG, 185cm, 1,294,440$ Greg Stiemsma, C, 211cm, 947,276$ (non garantito) Dewayne Dedmon, PF/C, 213cm, 947,276$ Devyn Marble, SF, 198cm, 845,059$ (non garantito) Nnanna Egwu, C, 211cm, 525,093 (non garantito) Melvin Ejim, F, 198cm, 525,093 (non garantito) Keith Appling, PG, 183cm, 525,093$ (non garantito) Jordan Sibert, SG, 193cm, 525,093$ (non garantito) Starting Five: Elfrid Payton, Victor Oladipo, Tobias Harris, Channing Frye, Nikola Vucevic. Head Coach: Scott Skiles, 1° anno alla guida dei Magic. Arrivi: Mario Hezonja (Barcellona, 5° scelta al Draft), Jason Smith (Free Agent, Knicks), Napier (Miami), CJ Watson (Free Agent, Pacers), Melvin Ejim, Nnannna Egwu, Greg Stiemsma, Keith Appling, Jordan Sibert. Partenze: Kyle O’Quinn (New York), Ben Gordon (Waived), Luke Ridnour, Mo Harkless (Portland).
Slamonline.com
Il puzzle degli Orlando Magic sembra arrivato ad una buna percentuale di completamento, e la sensazione tra gli addetti ai lavori è che il momento di accumulare scelta in lottery dopo scelta in lottery sia giunto al termine per i Magic. La rifirma di Tobias Harris (4 anni, 64,000,000$) dimostra che la franchigia della Florida ha ancora alte aspettative per il ragazzo da Tennesse, che ha vissuto alti e bassi nell’arco del suo periodo ad Orlando e ritroverà il suo primo Coach NBA, un allenatore che proverà a plasmare il talento difensivo di questo Roster in un sistema vincente.
FanSided
Rob Hennigan è riuscito a mettere insieme un nucleo di giocatori talentuosi, giovani, e con la testa sulle spalle (la nuova filosofia dei Magic del post-Howard vuole un Roster pieno di caratteri positivi in spogliatoio, lavoratori che lottino l’uno per l’altro), ed è difficile non essere eccitati per un potenziale Payton-Oladipo-Harris-Gordon-Vucevic, con molte possibilità tattiche dalla panchina. Victor Oladipo sta dimostrando di poter prendere in mano la squadra (post ASG allucinante), e, insieme a Elfrid Payton, forma un backcourt assolutamente da tenere d’occhio, con quest’ultimo protagonista di una seconda parte di stagione marcatamente positiva. Già giocatore di transizione e difensore fenomenale, Payton sembra giocatore destinato a prendere in mano le redini dell’attacco di Orlando, dopo un primo anno in cui ha dimostrato di avere le stigmate del Floor General. Una matricola con la personalità di un veterano; calmo, sotto controllo, un piacere vederlo giocare. Con un grande attaccante interno come Nik Vucevic, lo sviluppo nel tiro da 3 di Aaron Gordon (sì, ci sta lavorando), Harris e Oladipo (assolutamente incostanti) e lo stesso Payton è di fondamentale importanza per una macchina- quella Magic-che sembra destinata in un prossimo futuro alla contention. Veterani come CJ Watson, Channing Frye e Jason Smith portano quell’esperienza che serve nello sviluppare un nucleo così giovane e talentuoso come quello di Orlando, la cui dirigenza ha orchestrato un progetto di rebuilding notevole ed efficace. Resta da vedere se tra queste giovani promesse riuscirà a nascere una vera e propria Superstar, assente ad Orlando da quel Dwight Howard che li ha portati alle Finals 2009 e che ha lacerato i Magic e la loro tifoseria con le sue bizze prima di essere ceduto ai Lakers. L’impressione è che sia possibile, ma non così scontato, ed anche da questo passano le possibilità degli Orlando Magic di puntare ai traguardi che contano nel futuro. Possibile Sorpresa: Aaron Gordon
Bleacherreport
Tra tutti gli interessantissimi giovani Magic, quello con più possibilità di stupire è l’ala-centro da Arizona. Talento da vendere (difende 5 posizioni), infaticabile quando si tratta di mettersi a lavorare (Monte Mathis, dopo aver visto per 10 anni Nowitzki, sostiene che Gordon abbia un’etica lavorativa anche migliore rispetto al tedesco, ed è tutto dire) può diventare sostanzialmente qualsiasi cosa. Ai Magic piacerebbe vedere già da quest’anno un altro giocatore offensivamente parlando. Se la Summer League conta qualcosa, le speranze potrebbero anche essere fondate. Pronostico Basketinside: difficile immaginare una stagione da Playoff per i Magic, nonostante il talento ci sia tutto. Manca ancora qualcosa in termini di esperienza, e senza molta fortuna/progressi resta difficile immaginarseli in Postseason. Il primo anno di Skiles alla guida di una franchigia però è storicamente buono, e quindi non è da escludere un coinvolgimento dei Magic nella bagarre tra l’ottavo e il sesto posto. Le nostre Preview: Philadelphia 76ers Minnesota Timberwolves

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy