Top20: un giocatore NBA per età, dai 19 ai 39

Top20: un giocatore NBA per età, dai 19 ai 39

20 anni di NBA in 20 giocatori

L’NBA è in un momento di ricambio generazionale: l’arrivo di nuovi astri nascenti (Towns, Davis, Leonard per dirne alcuni) e il tramonto di vecchie glorie che stanno dando l’ultimo colpo di pennello al meraviglioso quadro che è stata la loro carriera (Bryant, Garnett, Duncan, ecc.). Per provare ad inserirli in un unico articolo e prendendo spunto da un giornale americano, proviamo a stilare una speciale classifica, indicando i migliori giocatori per ogni fascia d’età, osservando le prestazioni individuali e i risultati della propria squadra nelle ultime stagioni, dal più giovane al più vecchio (i giocatori scelti sono soggettivi, non per un fatto di preferenze, ma scelti in base ad opinioni).

Sono riportate inoltre alcune statistiche della stagione corrente:

(ppg= punti per partita, rpg = rimbalzi per partita, pag = assist per partita)

 

classicallite.com

19 anni: Myles Turner (Pacers)

Rookie of the Month sull’onda di un Febbraio da urlo, Myles Turner sta dimostrandosi uno stretch four di assoluto potenziale, conquistandosi di diritto il posto da titolare nei suoi Indiana Pacers. 10.7 ppg, 5.1 rpg, 0.5 apg.

Altri: Justise Winslow (Heat), Stanley Johnson (Pistons), Devin Booker (Suns).

fansided.com

20 anni: Karl Anthony Towns (Timberwolves)

Il prodotto di Kentucky, classe 1995, sta facendo vedere oltre più di quello che ci si aspettasse da lui, con cifre monstre e andando a toccare statistiche che solo i grandissimi (O’Neal, Olajuwon per dirne un paio) avevano scritto. Lanciatissimo vero il premio di ROokie of the Year. 17.3 ppg, 10.3 rpg, 1.7 apg.

Altri: Jahlil Okafor (Sixers), Kristaps Porzingis (Knicks), Jabari Parker (Bucks).

sportingnews.com

21 anni: Giannis Antetokounmpo (Bucks)

Il greco di origini nigeriane è in continua crescita (terzo anno nella Lega per lui) e nonostante i Bucks di quest’anno siano tutt’altro che entusiasmanti, Giannis prova a trascinarli e a regalare lampi di talento (le due triple doppie negli ultimi dieci giorni ne sono la parziale prova). 16.1 ppg, 7.6 rpg, 3.2 apg.

Altri: Andrew Wiggins (Timberwolves), Marcus Smart (Celtics), Nerlens Noel (Sixers).

fansided.com

22 anni: Anthony Davis (Pelicans)

The Brow non sta avendo la stagione della consacrazione come tanti speravano, anche perché frenato dagli infortuni, ma i 59 punti e 20 rimbalzi contro i Pistons del 21 Febbraio sono una dimostrazione che se e quando il numero 23 di New Orleans starà bene sul serio, sarà un serio padrone della Lega. 23.9 ppg, 10.2 rpg, 1.9 apg.

Altri: Andre Drummond (Pistons), Bradley Beal (Wizards), Michael Kidd Gilchrist (Hornets).

centriotimes.com

23 anni: Kyrie Irving (Cavaliers)

Propensissimo agli infortuni e al non difendere, l’ex Duke ha già però segnato più di 6000 punti prima del suo 24°compleanno senza giocare neanche 300 partite. Quando sta bene, è difficilmente contenibile (chiedere agli Spurs lo scorso anno). 19.0 ppg, 2.8 rpg, 4.4 apg.

Altri: Harrison Barnes (Warriors), Rodney Hood (Jazz), Rudy Gobert (Jazz).

jordansdaily.com

24 anni: Kawhi Leonard (Spurs)

Il nuovo padrone della franchigia neroargento è il giocatore totale per eccellenza. Già MVP delle FInals NBA, già miglior difensore dell’anno, quest’anno si è preso anche il comando dell’attacco Spurs (nonostante l’arrivo di un tremendo e ingombrante attaccante come Lamarcus Aldridge), con cifre che l’hanno portato di diritto all’All Star Game. 20.6 ppg, 6.7 rpg, 2.5 apg.

Altri: Khris Middleton (Bucks), Derrick Favors (Jazz), C.J McCollum (Blazers).

sportscbs.net

25 anni: Paul George (Pacers)

Premettendo che scegliere tra i vari nomi (vedere sotto) è stato complicatissimo, abbiamo deciso di premiare la stella dei Pacers per il suo ritorno in grandissimo stile dal terribile infortunio occorso con la Nazionale in Estate 2014. George ha ottime cifre e i “nuovi Pacers” (partiti West, Hibbert e Stephenson) sono totalmente sulle sue spalle, con ottimi risultati. 23.2 ppg, 7.1 apg, 4.2 apg.

Altri: Demarcus Cousins (Kings), John Wall (Wizards), Damian Lillard (Blazers).

performgroup.com

26 anni: Draymond Green (Golden State Warriors)

Proveniente da Michigan State, i cui giocatori sono gli “Spartans”, Draymond Green è lo spartano per eccellenza: 35° scelta, inizialmente giudicato troppo piccolo per essere un lungo e troppo grande per essere una guardia, con tenacia e lavoro sta lentamente riscrivendo i ruoli della pallacanestro moderna, in primis giocando centro alle ultime Finals. Simbolo degli Warriors targati Kerr, le innumerevoli triple doppie parlano per lui, capace di fare pressochè qualsiasi cosa su un campo da basket. 13.8 ppg, 9.7 rpg, 7.4 apg.

Altri: James Harden (Rockets), Klay Thompson (Warriors), Jimmy Butler (Bulls), Blake Griffin (Clippers).

youtube.com

27 anni: Stephen Curry (Warriors)

Su di lui si sono ormai sprecate parole, commenti e discussioni: è il più forte del mondo al momento, inarrestabile e a capo di un’armata compattissima. Uno spot per questo gioco ogni partita che giochi. 30.7 ppg, 5.3 rpg, 6.6 apg.

Altri: Kevin Durant (Thunder), Russell Westbrook (Thunder), Deandre Jordan (Clippers).

sportsblog.com

28 anni: Mike Conley (Grizzlies)

Giocatore eternamente sottovalutato, solidissimo playmaker con grande cuore. Ordinato, direttore d’orchestra di una delle squadre più toste degli ultimi anni, sarà free agent al termine della stagione, con offerte che arriveranno copiose.

Altri: Amir Johnson (Celtics), C.J Miles (Pacers), Danny Green (Spurs).

clutchpoints.com

29 anni: Kyle Lowry (Raptors)

Vera rivale dei Cavaliers ad Est, i Raptors sono guidati da un Lowry alla sua miglior stagione della carriera, culminata con la seconda chiamata consecutiva all’All Star Game (quest’ultima addirittura in quintetto base). Se i canadesi sono una squadra emergente, molto lo devono al loro playmaker. 21.6 ppg, 4.9 rpg, 6.4 apg.

Altri: Al Horford (Hawks), Rudy Gay (Kings), Wesley Matthews (Mavericks).

cbssports.com

30 anni: Chris Paul (Clippers)

Giocatore unico per carattere e tecnica, Paul sta continuando a trascinare i Clippers verso l’offseason, in cerca di qualcosa in più del solito secondo turno. I Clippers di quest’anno sembrano paradossalmente migliori senza Blake Griffin, sarà soprattutto compito del capitano CP3 cercare il bandolo della matassa per portare i suoi più vicino possibile al titolo. 19.9 ppg, 4.0 rpg, 9.6 apg.

Altri: Lamarcus Aldridge (Spurs), Dwight Howard (Rockets), Rajon Rondo (Kings).

dm.com

31 anni: Lebron James (Cavaliers)

Il Prescelto è magari oscurato da Curry ultimamente, ma con il passare delle partite sta continuando a superare “in ciabatte” record su record. Cleveland si sta rivelando più fragile del previsto le poche volte che manca, ma bisognerà aspettare i Playoffs per vedere il vero Re, come ogni stagione costretto a vincere. 24.9 ppg, 7.2 rpg, 6.6 apg.

Altri: Paul Millsap (Hawks), Carmelo Anthony (Knicks), Chris Bosh (Heat).

usatftw.com

32 anni: Andre Iguodala (Warriors)

L’Iggy All Star è un ricordo ormai, barattato col ruolo da sesto uomo nella squadra dei miracoli, ma ha pagato eccome: anello e titolo di MVP delle ultime Finals. Giocatore solido, atletico, intelligente, prezioso per qualsiasi allenatore. 7.3 ppg, 4.1 rpg, 3.5 apg.

Altri: Channing Frye (Cleveland), Zaza Pachulia (Mavericks), Marcin Gortat (Wizards).

eurosport.com

33 anni: Tony Parker (Spurs)

Palmares da vincente, magari non frizzante come un tempo ma sempre incisivo quando serve, pronto a far fare l’ultimo giro di giostra insieme a Ginobili e Duncan. Aspettiamolo ai Playoffs, adesso sta semplicemente scaldando i motori. 12.5 ppg, 2.5 rpg, 5.1 apg

Altri: Nenè (Wizards), Boris Diaw (Spurs), Leandro Barbosa (Warriors).

kinja-img.com

34 anni: Dwyane Wade (Heat)

Le ginocchia sono di cristallo, gli anni passano ma la classe è la stessa cristallina. Le sue cifre sono sempre notevoli, quando la palla scotta è ancora decisivo, totem e bandiera oggi più che mai dei suoi Miami Heat. 19.2 ppg, 4.1 rpg, 4.8 apg.

Altri: Zach Randolph (Grizzlies), Kyle Korver (Hawks), Joe Johnson (Heat).

fansided.com

35 anni: Pau Gasol (Bulls)

Dopo aver dominato gli Europei alla veneranda età di 34 anni, il catalano continua a spiegare pallacanestro in quel di Chicago, nonostante la gestione Hoiberg tenda a zoppicare (anche causa numerosi infortuni). A fine stagione è free agent, ma l’età non spaventerà le squadre, un contratto con tanti zeri lo troverà senza fatica. 16.9 ppg, 10.9 rpg, 3.8 apg.

Altri: Luis Scola (Raptors), Jamal Crawford (Clippers), David West (Spurs).

usatodaysportsimages.com

36 anni: Rasual Butler (Spurs)

Un’annata non particolarmente entusiasmante, viene premiato Rasual anche in virtù dei maggiori minuti giocati (poco più di nove e non propriamente all’interno delle rotazioni Spurs, ma comunque abbastanza per superare la concorrenza). Solido tiratore rientrato in NBA dalla porta di servizio in virtù dell’ottima stagione lo scorso anno agli Washington Wizards. 2.8 ppg, 1.3 rpg, 0.5 apg.

Altri: Mike Miller (Nuggets), Metta World Peace (Lakers), Elton Brand (Sixers).

wordpress.com

37 anni: Dirk Nowitzki (Mavericks)

Ha detto addio alla Nazionale Tedesca, ma fortunatamente per Cuban non ai Dallas Mavericks: altra stagione di assoluto livello per Wunderdirk, autentico prodigio europeo della pallacanestro, nonché uomo straordinario fuori dal campo. I Mavericks sono ancora lui. 17.6 ppg, 6.6 rpg, 1.7 apg.

Altri: Kobe Bryant (Lakers), Chris Andersen (Grizzlies).

freedom.com

38 anni: Paul Pierce (Clippers)

Tornato alla corte del maestro Rivers, Double P è sì al termine della carriera ormai, ma sul parquet cammina sempre con la dignità e l’eleganza che lo hanno contraddistinto nei giorni belli. Ancora assolutamente da tenere d’occhio quando la partita è punto a punto e la palla scotta più del dovuto. 5.9 ppg, 2.8 rpg, 1.1 apg.

Altri: Manu Ginobili (Spurs), Pablo Prigioni (Clippers), Jason Terry (Rockets).

wsj.net

39 anni: Tim Duncan (Spurs)

In questa stagione per il momento ha il miglior defensive rating dell’NBA, a 39 anni suonati. Cinque anelli, quindici anni di distanza tra il primo e l’ultimo, una gamba che praticamente trascina per il campo, tecnica e carisma fuori dal comune: il silenzioso campione di Saint Croix, che aspetta di guidare i suoi verso quella che probabilmente sarà la sua ultima cavalcata verso l’offseason. 8.5 ppg, 7.4 rpg, 2.8 apg.

Altri: Kevin Garnett (Timberwolves), Andre Miller (Spurs), Vince Carter (Grizzlies).

 

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy