Vite da NBA: Douglas Dale Christie

Vite da NBA: Douglas Dale Christie

45 anni fa, a Seattle,Washington, John Malone e Norma Christie regalavano all’NBA uno dei suoi protagonisti del futuro, Douglas Dale Christie, meglio conosciuto come Doug Christie. Dalla sua dichiarazione, Once I came there, and I put that with the street side of basketball, I noticed great strides. I was learning the basics of basketball — the things you don’t learn on the playground, si comprende quanto fondamentale e formativo è stato per Christie lo Street-basketball per approcciarsi ed appassionarsi al Basketball.

http://www.tradingcarddb.com
Il rapporto di Doug Christie con la palla a spicchi iniziò in tenera età quando cominciò a centrare i primi canestri  giocando in strada a street-basketball. In seguito sotto la guida di Dave Danny, l’allenatore del Mark Morris college, le sua abilità si affinarono notevolmente. Doug si approcciò al Basket mentre frequentava la Cascade Middle School, continuando a giocare prima al Mark Morris College ed poi, in seguito al trasferimento insieme al proprio padre a Longview, alla Rainier Beach High School di Seattle dove nel 1988 guidò la squadra scolastica alla partecipazione al Campionato dello stato di Washington. La presentazione al grande pubblico avvenne però alla Pepperdyne University dove frequentava la facoltà di sociologia.
Doug christie Pepperdyne
Dough Christie nella Hall fame della Pepperdine University.(2009) – http://graphics.fansonly.com/
Il draft del 1992 fu l’artefice della svolta professionistica di Doug, infatti venendo scelto dai Seattle Supersonics,  come diciassettesima scelta, conquistò il mondo professionistico della pallacanestro. Nonostante la chiamata della squadra di Seattle a causa di problemi contrattuali non scese mai in campo venendo ceduto la stagione successiva ai Los Angeles Lakers dove giocò sporadicamente.
Draft seattle Christie
http://www.tradingcarddb.com
Dough christie draft
http://www.tradingcarddb.com
Nel 1994, i Lakers lo scambiarono con un cestista dei New York Knicks e due anni dopo, a metà stagione, divenne protagonista di un ulteriore scambio arricchendo la rosa dei Toronto Raptors. Militò nei Raptors fino al 2000 raccogliendo un importante punteggio e aiutando la squadra. Al termine della stagione 2000/2011 dai Raptors si trasferì, in cambio di Corliss Williamson, ai Sacramento Kings dove si affermò come guardia tiratrice e si rivelò uno dei migliori difensori del campionato. Il suo nome comparve ripetutamente nell’NBA All defensive team e nella lista dei migliori realizzatori da 3 punti.
Doug Christie durante una partita con i  Sacramento Kings
Doug Christie durante una partita con i Sacramento Kings – http://www.sacbee.com
Nonostante la sua affermazione e la conquista degli importanti riconoscimenti il suo nomadismo non si interruppe e nel 2005 venne ceduto agli Orlando Magic nella trattativa che portò Cuttino Mobley ai Sacramento Kings. L’ennesimo trasferimento non fu gradito da Christie il quale giocò con la nuova squadra solo un paio di partite prima di subire un grave infortunio ed essere relegato ai margini di essa. Nel periodo successivo all’operazione alla caviglia gli Orlando Magic appellandosi al nuovo contratto collettivo scissero l’accordo con il cestista, ciò permise a Doug di firmare il settimo contratto della propria carriera accasandosi nella team  Dallas Mavericks. Come nelle precedenti esperienze, anche a causa di complicanze riguardanti la guarigione dell’infortunio alla caviglia, a Dallas, nonostante il conseguimento di una media di 3.7 punti e 2.0 assist non trovò spazio, e il 25 novembre 2005 rinunciò a giocare pensando ad un eventuale ritiro. Nel gennaio 2007 Doug si è riaffacciato alla pallacanestro giocata, accordandosi con i Los Angeles Clippers per un breve contratto di 10 giorni che interruppe durante la pausa per l’All-Star. L’ultima occasione  in cui è stato possibile vedere Doug Christie calcare il parquet è stata nel 2014 quando ricevette la chiamata di Dennis Rodman che stava formando un team allo scopo di giocare una partita di esibizione, in occasione del compleanno di Kim-Jong Un, contro il Senior Team Nazionale della Corea del Nord.
Doug Christie durante la partita celebrativa in Korea.
Doug Christie durante l’esibizione in Korea – http://a.abcnews.com
  Se la vicende sportive non hanno riservato vibranti emozioni, la vita privata di Douglas Dale Christie è stata sicuramente maggiormente vivace e ricca di aneddoti. Spulciando tra alcuni rotocalchi di gossip si scopre che per combattere la tentazione del tradimento ogni anno Doug e la moglie Jackie organizzano una festa a cui invitano amici  e parenti per celebrare l’anniversario di matrimonio e rinnovare l’impegno di fedeltà. Inoltre l’affiatamento coniugale di questa famiglia ha inspirato anche il reality show The Christie committed lanciato da Black Entertainment Television e la stessa coppia dopo aver pubblicato nel 2007 il libro fotografico “No Ordinary Love”, nel 2012 ha annunciato di voler produrre un film pornografico.
La forte intesa tra Doug Christie e la consorte.
La forte intesa tra Doug Christie e la consorte – http://blog.vh1.com
   

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy