NCAA 2015-16 Scouting Report | Denzel Valentine

NCAA 2015-16 Scouting Report | Denzel Valentine

Andiamo a scoprire uno ad uno i volti che verranno selezionati nella notte del Draft 2016. Oggi tocca a Denzel Valentine.

Denzel Valentine

Guardia | Michigan State Spartans | Senior

Altezza: 198 cm
Peso: 101 kg
DOB: 16/11/1993
High School: JW Sexton

Scouting Report

Pros

Versatilità offensiva

Punto di forza della guardia di Michigan State è la sua abilità nel saper realizzare canestri in qualsiasi modo possibile: è bravissimo nel crearsi tiri dal palleggio, oltre ad essere un ottimo spot-up shooter sia dalla media distanza che da tre punti –nell’ultima stagione ha tirato con oltre il 44%. Si districa abbastanza bene in penetrazione, in cui solitamente termina l’azione con una delle sue armi preferite, il floater, mentre possiede un più che discreto gioco dal post basso, dove sfrutta i mis-match con i difensori più bassi di lui;

Playmaking

Oltre ad essere uno scorer naturale, Valentine è anche un eccellente assistman: le sue doti di playmaking sono migliorate in maniera esponenziale nel corso degli ultimi due anni, diventando nell’ultima stagione il quarto miglior dispensatore di palloni di tutta la Division I -7.8 assist a partita. È dotato di mani dolci e di un’ottima visione di gioco, favorita dai suoi 198 cm, che lo aiuta non poco nelle letture offensive malgrado debba migliorare la sua decision making;

Abilità a rimbalzo

Altra caratteristica che rende il senior di Michigan State un giocatore completo è la sua abilità a rimbalzo: pur non essendo un atleta eccezionale, è dotato di un efficace senso della posizione e di un buon tempismo, che lo rendono un ottimo rimbalzista per una guardia di due metri scarsi -7.5 rimbalzi di media nell’ultima stagione;

Cons

Atletismo

Pecca palese è la sua mancanza di atletismo, che lo rende prevedibile soprattutto in attacco. In penetrazione non sempre riesce a battere il proprio marcatore con facilità, preferendo piuttosto concludere l’azione in isolamento con un jumper; difensivamente, invece, soffre le guardie più atletiche di lui;

Difesa

Nonostante Michigan State abbia minimizzato le sue lacune difensive per tutto l’arco della stagione, è evidente come il ragazzo non sia un difensore esemplare. Molte volte non usa il suo corpo come dovrebbe, per esempio per contenere le penetrazioni, tendendo ad aprirsi perimetralmente e concedendo facili canestri, mentre l’intensità difensiva non è sempre stata costante, soprattutto off-ball. Fatica nella difesa in recupero, in cui raramente riesce a contestare i tiri avversari;

Upside

Ormai prossimo ai ventitre anni, Valentine è un giocatore NBA fatto e finito, con pochissimo upside a sua disposizione per migliorare. Di certo è un gran lavoratore, e dubbi sulla sua etica al duro lavoro non ce ne sono, ma la mancanza di potenziale è la prima causa di una sua scelta mancata tra le primissime posizioni al prossimo Draft.

Draft Stock

Per l’attuale detentore dell’AP Player of the Year in NCAA si prevede una chiamata verso la metà del primo giro al prossimo Draft, senza escludere una sua probabile presenza nella lottery.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy