NCAA 2015-16 Scouting Report | Wade Baldwin IV

Andiamo a scoprire uno ad uno i volti che verranno selezionati nella notte del Draft 2016. Oggi tocca a Wade Baldwin IV.

Commenta per primo!
AP Photo/Mark Humphrey

Wade Baldwin IV
Playmaker | Vanderbilt Commodores | Sophomore

Altezza: 193 cm
Peso: 91 kg
DOB: 29/3/1996
High School: St. Josephs Metuchen

Scouting Report

Pros

Stazza
Il sophomore che ha da poco salutato Vanderbilt è in grado di fare buon uso dei suoi 193 centimetri in altezza, abbinandoli ad un altrettanto superlativo 91 kilogrammi alla bilancia. Ciò che più impressiona comunque sono i 212 centimetri di apertura alare appena verificati alla Combine; che vanno a sommarsi a delle mani molto grosse;

Versatilità
L’apporto di Baldwin alla squadra è assai variegato, considerando il gioco su entrambe le metà campo. In fase offensiva, oltre ad adempiere agli oneri della regia distribuendo 5,2 assist ad incontro, Wade ha sviluppato un tiro perimetrale di tutto rispetto: nelle due stagioni trascorse con la maglia dei Commodores è sempre andato sopra il 40% (includendo il 40,6% da oltre l’arco di quest’ultima annata), alzandosi per la conclusione pesante tre volte a partita. Quando si tratta di difendere invece, il numero 4 ha dimostrato un senso della posizione sopra la media, aggiungendo all’ottimo lavoro sui blocchi un interessante 3,6 alla voce rimbalzi difensivi catturati. Le misure delle quali abbiamo parlato nel paragrafo precedente potrebbero inoltre renderlo un ottimo difensore multiposizionale, arrivando a marcare anche alcune ali piccole avversarie;

Velocità
Baldwin è capace di muoversi in maniera fulminea lungo il parquet, caratteristica che lo rende tra i finalizzatori più temibili in campo aperto. Si denota una grande abilità nel spingere la transizione, mantenendo spesso lo sguardo alto e pronto per scaricare ai compagni;

 

Cons

Letture
Nonostante gli ampi passi in avanti compiuti nella passata stagione, si ha come la sensazione che Baldwin tenda troppo spesso ad andare fuori controllo. Non avendo affrontato avversari di qualità a livello liceale, l’avventura con la maglia di Vanderbilt per il nativo del New Jersey era la prima esperienza importante della sua carriera cestistica. Per questa ragione, capire come gestire il ritmo dell’incontro rimane ancora un grosso punto interrogativo per Baldwin, che dovrà necessariamente migliorare in questo aspetto se vorrà consolidarsi al piano superiore;

Trattamento di palla
Oltre a non possedere ancora le qualità necessarie per contribuire con minuti importanti ad una rotazione a livello NBA, Baldwin pecca di sicurezza nel palleggio, particolare che per un playmaker è decisamente discriminante, e con il quale si spiegano parzialmente le 2,8 palle perse ad incontro;

Tiro in sospensione
Nonostante le ottime percentuali al tiro da fuori, le conclusioni nel pitturato di Baldwin sono scarsamente efficaci. Siano esse prese dalla media distanza, oppure puntando al ferro partendo da una situazione statica, il numero 4 non emerge sicuramente come uno dei realizzatori più prolifici in queste circostanze. Baldwin deve necessariamente affinare il suo tiro poiché, non essendo dotato di una rapidità considerevole, fatica ad arrivare a canestro con facilità;

Draft Stock

Con una stagione da sophomore molto positiva, Baldwin ha attirato attorno a sé i taccuini di numerosi scouts NBA, solidificandosi nel raggio che va dalla Lottery a fine primo giro, dal quale non dovrebbe uscire a meno di sorprese. Tuttavia, è possibile che, in seguito alle ottime misurazioni fatte registrare alla Combine, le quotazioni di Baldwin crescano ancora, per arrivare a ridosso delle prime nove chiamate.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy