NCAA 2015/16 Scouting Report | Kris Dunn

Andiamo a scoprire uno ad uno i volti che verranno selezionati nella notte del Draft 2016. Oggi tocca a Kris Dunn.

Commenta per primo!
Joe Robbins / FoxSports

Kris Dunn
Playmaker | Providence Friars | Junior

Altezza: 193 cm
Peso: 93 kg
DOB: 18/3/1994
High School: New London

 

Scouting Report

Pros

Stazza
Con 193 centimetri di altezza, ideali per un playmaker, ed un’apertura alare che si aggira attorno ai 206 centimetri, Dunn possiede i requisiti necessari per poter dominare la Lega quantomeno a livello fisico. Anche i 93 kilogrammi di peso lo aiutano nell’assorbire i contatti, andando in lunetta ben 5,8 volte su 33 minuti d’utilizzo;

Rapidità
Dunn è un giocatore fulmineo quando si muove lungo il campo da gioco. La sua mossa preferita è aggredire la palla per tentare di scippare il difensore (2,5 palle rubate ad incontro) ed esplodere in campo aperto, ma è altrettanto bravo a spingere la transizione grazie ad una velocità sopra la media;

Tiro migliorato
Rispetto alle prime due annate (considerando quella da vero sophomore, praticamente saltata per infortunio), Dunn ha migliorato esponenzialmente la sua efficienza dalla lunga distanza, arrivando a tirare ora col 37,2% da oltre l’arco su 3,4 tentativi per partita;

Cons

Letture
Impossibile non notare la frenesia che accompagna Kris Dunn sul campo da gioco. I 3,5 palloni persi sono il dato che invoca vendetta, per un giocatore che spesso fatica a rimanere sotto controllo, probabilmente sospinto da dei mezzi atletici non indifferenti. Anche in fase difensiva comunque non è il giocatore più ortodosso, rischiando spesso falli inutili pur di rubare il pallone;

Costanza
Vi sono indubbiamente stati miglioramenti al tiro per Dunn, ma molti si domandano ancora se possa essere in grado di mantenere buone percentuali al piano di sopra. Questo perché già a livello collegiale ha faticato nel mettersi in mostra come tiratore affidabile, essendo influenzato da fasi buone ed altre meno buone;

Forma fisica
A livello fisico, non un passato felicissimo per l’esterno dal Connecticut: un infortunio alla spalla nell’estate 2012 lo tenne fuori per la prima parte di stagione, mentre a dicembre 2013 un altro crollo della spalla gli fece terminare la stagione anzitempo;

 

Draft Stock

Dopo una stagione chiusa in crescendo grazie all’esplosione di Ben Bentil per i Friars, Dunn si è assicurato una chiamata tra le prime dieci che già pareva certa ad inizio stagione. Potrebbe finire davvero ovunque grazie alle sue doti atletiche ed all’ottima stazza, tutto dipenderà dalle operazioni di mercato che le franchigie attueranno nella notte del 24 giugno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy