NCAA 2015/16 Scouting Report | Skal Labissiere

Andiamo a scoprire uno ad uno i volti che verranno selezionati nella notte del Draft 2016. Oggi tocca a Skal Labissiere.

Commenta per primo!
USA Today

Skal Labissiere
Ala grande | Kentucky Wildcats | Freshman

Altezza: 212 cm
Peso: 97 kg
DOB: 18/3/1996
High School: Lausanne Collegiate

 

Scouting Report

Pros

Fluidità
Nonostante l’altezza imponente di cui dispone, Labissiere è un lungo moderno a livello atletico, capace di correre in maniera eccelsa il campo. La sua rapidità nei movimenti lo aiuta molto negli spostamenti difensivi, un particolare del quale parleremo poi. Aggiungere tonnellaggio potrebbe intaccare la sua mobilità, ma al momento è sicuramente tra i lughi maggiormente abili nel coprire distanze sul parquet;

Versatilità offensiva
L’haitiano possiede un’educazione cestistica abbastanza rudimentale, particolare che si trasla specialmente nella metà campo offensiva. Spalle a canestro ha comunque molti margini di miglioramento, soprattutto quando si tratta di affondare il difensore in post con la forza, mentre l’ottimo tiro di cui dispone e che sta mettendo in mostra ai vari workout aggiunge un’ulteriore dimensione al suo gioco con la palla in mano;

Potenziale difensivo
Con 1,6 stoppate in meno di 16 minuti di gioco, Labissiere ha fatto vedere intriganti lampi di dimestichezza in fase difensiva. Sebbene a livello tattico ci sia molto da sgrezzare, Skal è stato capace d’impattare diverse partite nelle quali ha messo piede grazie al suo dinamismo nella protezione del ferro, abbinando rapidità di gambe e buone doti atletiche;

Cons

Forza
Inevitabilmente, la mancanza di forza è il primo aspetto che salta all’occhio quando si cerca di analizzare Labissiere. I soli 97 kilogrammi ne facilitano sì gli spostamenti, ma sono comunque insufficienti per poter pensare di vedere anche solo 10 minuti di gioco a livello NBA;

Letture
A causa del relativamente tardo sbarco sui parquet, Labissiere è ancora nella fase di apprendimento a livello tattico. I 3 falli di media in un minutaggio comunque limitato ne sono l’esempio più lampante, com’anche le numerose disattenzioni in fase difensiva che ne limitano l’efficienza;

Abilità a rimbalzo
I 3,1 rimbalzi catturati di media, anche parametrandoli per un minutaggio più ampio, rimangono un campanello d’allarme per Labissiere, in parte giustificabile dalla mancanza di forza. Ad ogni modo, è l’ennesimo segno dell’inadeguatezza dell’haitiano al gioco fisico, perlomeno nell’immediato: un paio di anni di apprendistato gli faranno bene in questo senso;

 

Draft Stock

Facciamo un grosso passo indietro nel tempo. Ci troviamo nel maggio 2015: Labissiere è, assieme a Ben Simmons, il prospetto più atteso per la stagione NCAA a venire. Cos’è cambiato in 12 mesi? Tanto, o forse niente. Perché Labissiere è sempre il gran giocatore che abbiamo avuto modo di conoscere al liceo, solo che necessita del tempo per potersi esprimere al massimo. Sarà capace di uscire dal bozzolo in cui si era chiuso a Kentucky per spiccare il volo nei dorati cieli NBA? La domanda, per quanto lasci spazio a dubbi sull’aspetto mentale nel giocatore, non è comunque sufficiente ad oscurare le potenzialità del giocatore, e quelle sì che dovrebbero bastare per garantirgli una chiamata tra i primi 10 in un Draft dal livello medio-basso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy