NCAA 2016/2017 Scouting Report – Bam Adebayo

NCAA 2016/2017 Scouting Report – Bam Adebayo

Chi cerca energia e difesa va sul sicuro col prodotto di Kentucky, ma sarà all’altezza dei centri NBA?

Edrice “Bam” Adebayo

Center – Kentucky Wildcats – Freshman

Altezza: 208 cm – Peso: 110 kg

DOB: 18/07/1997

HS: Northside/High Point Christian Academy (North Carolina)

 

Scouting report

Pros:

-Stile NBA

Adebayo è un atleta di altissimo livello e ama giocare sopra il ferro (13 punti di media a Kentucky col 66% delle conclusioni nei pressi del canestro), finalizzando il lavoro dei compagni – si troverebbe a meraviglia sugli scarichi di quella che alcuni hanno definito una point-guard dominated league. Dispone anche di notevole agilità per correre in transizione, come gli attuali ritmi di gioco richiedono a un lungo, e difende egregiamente gli esterni sul pick and roll.

-Rimbalzo offensivo

Alla corte di John Calipari, Adebayo ha catturato 4 rimbalzi offensivi di media su una proiezione di 40 minuti, sfruttando il fisico e l’esplosività nel salto. Sembra questo il fondamentale più pronto da trasferire tra i professionisti, un talento che ben si abbina con la velocità per rientrare in difesa. Da verificare il suo impatto contro atleti più alti di lui.

-Potenziale in attacco

Il 63% dalla linea della carità racconta di una tecnica di tiro da raffinare, ma ci sono buone basi su cui lavorare. Tra i difetti di Adebayo c’è quello di intestardirsi in soluzioni individuali fuori dal proprio bagaglio tecnico, ma questo significa anche che il giocatore ha fiducia nella proprie doti di realizzatore – ottiene 6.2 tiri liberi di media a partita. Con gli spazi che le difese NBA concedono ai role player potrebbe costruirsi una buona reputazione in attacco.

Cons:

-Undersized?

Con 208 centimetri e un’apertura alare limitata, Adebayo è sotto la media per la posizione di centro. Compensa con l’energia e con l’agilità, ma in situazioni statiche potrebbe pagare dazio anche perché il suo stile di gioco è fondato sulla forza fisica: in NBA subirebbe la competizione anche delle ali più atletiche.

-Protezione del ferro

Il centro ideale nell’NBA del 2017 ha due dimensioni: contiene gli esterni sui pick and roll e protegge il ferro dalle penetrazioni. Nel primo caso Adebayo è tra i migliori della classe, nel secondo non spicca. A Kentucky totalizza comunque 1.5 stoppate a partite, ma al piano di sopra troverà avversari ben più alti e grossi che ne metteranno in mostra i già citati limiti strutturali. Per lo stesso motivo, le prestazioni a rimbalzo difensivo e la presenza nel pitturato non soddisfano gli scout.

-Continuità

Per un giocatore che si fonda sull’intensità, i cali di tensione devono essere ridotti al minimo e l’energia preservata per i giusti scopi: Adebayo invece non eccelle nella comprensione del ritmo della partita, e tende a compiere scelte sbagliate uscendo dal proprio ruolo in campo. Serve un buon coach per renderlo più quadrato.

 

Draft stock

Adebayo ha alcune doti che attraggono gli addetti ai lavori, ma le pecche che si porta dietro non corrispondono all’identikit del centro dei sogni. Nel migliore dei casi si ritaglierà un ruolo di complemento à la Tristan Thompson, oppure un posto come big man dalla panchina, specialista nel rimbalzo offensivo da gettare nella mischia per un’iniezione di energia. Scegliendo Bam si va sul sicuro; potrebbe spuntare anche una chiamata in tardissima lottery, o più probabilmente intorno alla pick numero 20.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy