NCAA 2016/2017 Scouting Report – Ike Anigbogu

NCAA 2016/2017 Scouting Report – Ike Anigbogu

Il centro dei Bruins ha giocato pochi minuti, ma gli scout sono rimasti impressionati da atletismo e difesa: per tutto il resto, però, lavori in corso

Ike Anigbogu

Center – UCLA Bruins – Freshman

Altezza: 208 cm – Peso: 104 kg

DOB: 22/10/1998

HS: Centennial High School, California

 

Scouting report

Pros:

-Rimbalzo offensivo

Con oltre 4 rimbalzi offensivi di media, proiettati su 40 minuti, Anigbogu è uno dei migliori del paese in questo fondamentale. Sempre in movimento, ha il tempismo e la potenza giusta per farsi largo nel tagliafuori, con grande energia per buttarsi all’inseguimento del pallone in situazioni di second effort.

-Atletismo

208 centimetri non sono tanti per un centro, ma Anigbogu possiede leve lunghissime, un salto esplosivo e una grande elevazione. Nonostante la stazza imponente è tra i più veloci a coprire il campo in transizione. Data la tecnica ancora rudimentale, se il centro dei Bruins vale un chiamata al primo giro lo deve alle sue doti fisiche superiori alla media.

-Difesa

3.5 stoppate di media, anche queste proiettate su 40 minuti; un altro dato da primo della classe. Ci sono i presupposti perché Anigbogu si confermi un solido rim protector a livello NBA: oltre a questo, in stagione ha sfoggiato buoni istinti e piedi veloci per contenere gli esterni sui pick and roll.

Cons:

-Mani quadrate

Appena 8 jumper tentati in stagione, 53% ai tiri liberi, un modesto 56% dal campo se consideriamo la bassa difficoltà dei tiri che prende – che si traduce in 30% nelle situazioni di post basso dove peraltro perde il pallone nel 18% dei casi. Queste le cifre di un giocatore dalla tecnica acerba, che fatica a ricevere passaggi e a coordinarsi per una soluzione contestata nei pressi del canestro. L’incapacità di generare canestri facili rischia di limitarne lo strapotere fisico.

-Inesperienza

Anigbogu non ha molti chilometri di pallacanestro sotto al cofano. Nella singola stagione a UCLA, peraltro condizionata dagli infortuni, ha collezionato appena 13 minuti di media, messo in ombra dai colleghi freshman TJ Leaf e Lonzo Ball. Tende a disperdere energie, accumulare falli e uscire emotivamente dalle partite.

-Rimbalzo difensivo

Il centro di origine nigeriana dà il meglio di sé in situazioni dinamiche. Cattura appena il 19.9% dei rimbalzi disponibili sotto il proprio tabellone, un dato che ti aspetteresti più alto da un giocatore limitato allo spot di centro. Deve migliorare in tempismo e in senso della posizione, altrimenti gli avversari faranno valere la maggiore altezza.

 

Draft stock

Il centro dei Bruins ha iniziato a far parlare di sé relativamente tardi, ma sembra candidato per una scelta al primo giro – probabilmente intorno alla 25. Difensori col suo potenziale sono merce rara, e molte squadre sono disposte a soprassedere sulla tecnica “in costruzione” di Anigbogu pur di accaparrarsi un giocatore giovanissimo e di grande energia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy