NCAA Tournament | Championship: quinto titolo per Duke e Krzyzewski, Wisconsin si spegne nel finale

NCAA Tournament | Championship: quinto titolo per Duke e Krzyzewski, Wisconsin si spegne nel finale

A cura di Alberto Buffin Siamo arrivati al capolinea dell’ennesima stagione NCAA, conclusasi nel più rocambolesco ed inaspettato dei modi con l’uscita anticipata di una squadra – i Kentucky Wildcats – che farà ancora parlare molto di sé. Nella suggestiva cornice del Lucas Oil Stadium di Indianapolis, gremito dai 71149 spettatori, si affrontano i Duke Blue Devils di Mike Krzyzewski ed i Wisconsin Badgers di Bo Ryan, entrambe arrivate all’atto conclusivo con ambizioni di successo giustificate dal talento presente in entrambe le formazioni. Le due compagini si erano affrontate una sola volta durante il corso della stagione, e quell’8 Dicembre aveva visto Okafor e compagni violare il Kohl Center (tana dei Badgers) per 80-70. Il confronto più atteso è senza dubbio quello tra Jahlil Okafor e Frank Kaminsky, due prospetti di sicuro avvenire che cercano la loro prima gioia a livello collegiale, con i rispettivi scudieri, Justise Winslow e Sam Dekker. Interessante anche la sfida tra menti pensanti, Tyus Jones e Bronson Koenig, quest’ultimo che ha rilevato il posto in quintetto di Traevon Jackson (ancora claudicante).

Jahlil Okafor e Frank Kaminsky, la sfida nella sfida | si.com
La partita inizia senza evidenti strappi, il primo canestro è un’iniziativa personale di Cook al quale segue la prima fiammata di Frank Kaminsky, che insacca da oltre l’arco. Poco dopo piazza il primo ruggito Jahlil Okafor, ed al primo timeout pubblicitario il tabellino recita 5-6 in favore di Duke. La seconda metà della prima frazione è caratterizzata dagli assoli di Winslow e Dekker, che entrano ufficialmente nella partita con un paio di jumper dalla distanza. Sempre Cook propizia il primo mini-allungo per i suoi, portandoli a cinque punti di margine dopo un paio di errori dei rivali, ma al rientro dal timeout Kaminsky e Dekker impattano la situazione sul 23 pari con 4:47 da giocare. Da lì in poi, Nigel Hayes totalizza cinque punti nei restanti minuti del primo tempo per spingere Wisconsin sul +2, prima che Amile Jefferson impatti a quota 31, punteggio con il quale le squadre vanno a riposo.
Justise Winslow contro Sam Dekker, forza ed eleganza in atto | usatoday.com
La seconda frazione comincia con la stilettata dalla lunga distanza di Bronson Koenig, che assieme a Frank Kaminsky inizia a martellare la difesa rivale. Tyus Jones decide di mettersi in proprio ed inizia la controffensiva, aggredendo il ferro e riducendo il gap ad un solo possesso di distanza. Ma Koenig è scatenato: i suoi sei punti in fila ed un appoggio a canestro di Kaminsky propiziano la prima vera emorragia per Duke, che si ritrova improvvisamente sotto di nove lunghezze. Krzyzewski vuole spegnere il fuoco di Wisconsin ed interrompe l’incontro, con i suoi in palese difficoltà e con un Jahlil Okafor apatico ed incapace di garantire una risposta alla spumeggiante offensiva dei Badgers. Il popolo biancorosso fiuta il sangue del nemico, e accoglie il minuto di sospensione con fremente entusiasmo, capitanato da un Aaron Rodgers (stella dei Green Bay Packers, NFL) in totale estasi.
Grayson Allen, l’uomo della svolta | cbs.com
Senza il suo uomo di riferimento, Krzyzewski si gioca la carta Grayson Allen. Ed il freshman, in versione Spike Albrecht, risponde: tripla, canestro e fallo, aggressivo al ferro per guadagnarsi due liberi. Il tutto per un totale di 8 punti, che assieme al jumper di Tyus Jones ricuciono lo strappo fino al -2, costringendo Bo Ryan a interrompere l’incontro. Ma l’inerzia oramai è cambiata, Duke viaggia sulle ali dell’entusiasmo guidata da un gruppo di freshmen maturo e consapevole delle propie abilità, ed al rientro la contesa cambia padrone proprio grazie agli sforzi di Jones ed Allen. Siamo entrati negli ultimi cinque minuti della stagione salvo supplementari, Kaminsky e Dekker iniziano a mettersi in proprio e fatturano l’ennesimo controsorpasso, subito glissato da una tripla pesantissima e di puro talento balistico da parte di Tyus Jones, che rischia di rompere definitivamente gli schemi. Al rientro dall’ultima sosta pubblicitaria è tempo per Okafor di porre il sigillo sulla stagione 2014-15: quattro punti ed un rimbalzo offensivo, con la tripla di Jones che manda tutti i diavoli dipinti di blu in paradiso, per poi congelare la pratica con i due liberi a 35 secondi dalla fine. Una vittoria che analizzaremo nel dettaglio nei giorni a venire e che è dettata da una fase difensiva che è salita di livello quando contava, in parallelo con il rendimento di alcuni uomini chiave come Okafor e Allen. Una vittoria d’orgoglio per un team che aveva perso Rasheed Sulaimon per problemi disciplinari, fondato su un gruppo di matricole che hanno trovato la quadratura ideale e capace di completarsi a vicenda sotto l’ala protettrice di coach K, al quinto successo in carriera, tutti ottenuti con Duke, che prima del suo arrivo mai aveva appeso il banner celebrativo al soffitto. Complimenti infine ad una mai doma Wisconsin, capace di estromettere dalla manifestazione l’imbattibile Kentucky giocando una pallacanestro di grande qualità offensiva. Tyus Jones nominato Most Outstanding Player, i Duke Blue Devils sono campioni NCAA 2015.
I Blue Devils in festa per il quinto titolo nella storia dell’ateneo | abc.com
Wisconsin Badgers @ Duke Blue Devils  63-68 (31-31; 32-37) Wisconsin: Gasser, Koenig 10, Hayes 13, Dekker 12, Kaminsky 21, Dukan 5, Jackson 2; Duke: T. Jones 23, Cook 6, M. Jones 0, Winslow 11, Okafor 10, Allen 16, Jefferson 2, Plumlee;

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy