Stanford si aggiudica il NIT in finale su Miami (FL)

Stanford si aggiudica il NIT in finale su Miami (FL)

In attesa della Final Four NCAA che inizia stanotte ad Indianapolis, in questi due giorni si sono giocate le finali dei tornei minori, come il NIT, il CBI e il CIT. Si è sperimentato anche il cronometro a 30″, invece degli attuali 35″.

Chasson Randle, decisivo per la vittoria di STanford || fansided.com
Nel National Invitation Tournament (NIT) – il secondo per importanza in Division I dopo il torneo NCAA – hanno vinto gli Stanford Cardinals, battendo in finale al Madison Square Garden l’altra n°2 Miami (FL) dopo un supplementare. Stanford parte forte e sembra poter controllare facilmente la partita dopo esser arrivata anche a +13. Ma Miami torna sotto e ad un minuto dal termine il tabellone recita 55-55. Chasson Randle prova a vincerla da solo con due canestri, ma McClellan gli risponde e la gara va all’overtime dopo l’errore di Marcus Allen sulla sirena. Gli Hurricanes si sono ritrovati anche a +3 (64-61 a un minuto dalla fine) ma Randle si è conquistato due viaggi in lunetta. 4 liberi segnati e Stanford avanti a 3″ dalla fine. Senza rimessa, Miami fa un lancio lungo, un Cardinal tocca e la rimessa sarà sotto il canestro avversario con poco meno di 2″. McClellan ci prova ma la bomba si spegne sul ferro. Chasson Randle (25 punti e titolo di Most Oustanding Player delle Finali, oltre che leader di sempre a Stanford per punti segnati, ben 2375) e Anthony Brown (9+12) possono festeggiare il loro secondo titolo NIT dopo quello del 2012.
Loyola (CHI) campioni CBI 2015 || www.gazellegroup.com
Loyola of Chicago ha vinto il CBI, battendo UL Monroe nella finale al meglio delle 3. Gara-1 è stata vinta senza grossi problemi 65-58 grazie ad una ripresa dominata da Earl Peterson (16 punti alla fine). In gara-2 a Monroe, i padroni di casa comandavano di 4 a 5′ dal termine, ma con un 7-0 ha portato di nuovo i Ramblers in vantaggio. Sul 63-60 con 3″ da giocare, Jamaal Samuel di UL Monroe sbaglia il primo libero di un “one-and-one”, ma un suo compagno cattura il rimbalzo e segna il -1. Peccato che non ci fosse più tempo e quindi Loyola (CHI) ha vinto 63-62, aggiudicandosi il College Basketball Invitational (CBI) Title. Earl Peterson MVP delle finali con 12 punti di media.
Evansville campione CIT 2015 || courierpress.com
Evansville vince, invece, il titolo CIT (College Insider.com Tournament) su Northern Arizona. 71-65 il punteggio finale. Trascinatore assoluto il lituano Egidijus Mockevicius, autore di 27 punti (career high) e 12 rimbalzi. Per lui è la 20esima doppia doppia stagionale. Per Evansville è il primo titolo da quando è entrata nella Division I nel 1977. Northern Arizona, invece, si deve accontentare del record di ateneo per vittorie in una stagione (23, a fronte di 15 sconfitte). Gara sempre controllata dai Purple Aces che nella ripresa non hanno mai permesso ai Lumberjacks di tornare sotto. Il CIT All Tournament Team è formato da Mockevicius e Balentine per Evansville e Dixon, Upshur e Yanku per Northern Arizona.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy