DNB, 29a Giornata – Il punto, in esclusiva, del Girone B

DNB, 29a Giornata – Il punto, in esclusiva, del Girone B

Commenta per primo!

A 40’ dal termine della stagione regolare, nel girone B di Dnb resta ancora molto da definire sia in zona playoff che nella volata salvezza. La giornata di ieri ha sancito la qualificazione ai playoff delle prime sei (Ravenna, Empoli, Firenze, Montecatini, Cento e Montegranaro), ma le posizioni, a parte il primo posto della Acmar ed il secondo della Computer Gross, sono ancora tutte da decidere.

La volata per la seconda piazza si è conclusa sabato sul canestro fallito dal fiorentino Paparella a pochi secondi dalla sirena che ha consegnato il successo a Empoli nello spareggio contro la sua Enegan Firenze. Partita combattuta tra due squadre che si sono praticamente equivalse, fino al 60-61 del fischio finale. Il 2-0 negli scontri diretti rende irraggiungibili i biancorossi per l’Affrico, che invece dovrà guardarsi le spalle dal trio di squadre che la insegue per non veder sfuggire anche la terza piazza. Sul fronte delle prestazioni individuali, migliore in campo Ravazzani, con 15 punti e 15 rimbalzi; per Firenze 15 punti del “bomber” Grilli.

Tutto facile anche per la capolista Ravenna, che, priva di Penserini, non ha problemi contro l’ultima della classe Costone Siena. Al PalaCosta è stato un monologo giallorosso, fatta eccezione per il parziale di 0-11 (marchiato da 8 dei 18 punti finali di Gambelli) con il quale il Costone si è presentato in Romagna. Una volta risolti i problemi legati a un approccio sufficiente infatti, l’Acmar ha risposto ai toscani con il parziale di 12-0 e da lì in poi non si è più voltata indietro, aumentando lentamente ma con costanza il proprio vantaggio fino al 71-51 finale con 16 punti di Broglia. Il Costone ha ora una sola chance per salvarsi: vincere nell’ultima giornata a domicilio contro Cento e sperare in un ko di Civitanova in casa contro Firenze, in modo da fare scendere la distanza tra le due squadre a 4 punti e rendere così necessario lo spareggio.

Ritrova il sorriso la Missardi Montecatini, che strappa il pass per i playoff tornando al successo dopo 3 ko in fila contro la Naturino Civitanova. Dopo oltre tre quarti di equilibrio, i termali scappano trascinati dalla strepitosa serata di Russo, che mette a referto 30 punti portando i suoi all’87-70 finale. Alla Naturino non bastano i 15 punti con 7 rimbalzi di Fabi, ma il ko del Costone rende la sconfitta meno amara, avvicinando considerevolmente la salvezza, con 3 combinazioni su 4 favorevoli per l’ultima giornata.

Gran colpo esterno della Dino Bigioni Montegranaro, che a Siena contro la caldissima Virtus delle ultime settimane esulta in volata per 84-90 e si qualifica per i playoff con una giornata di anticipo. Dopo un buon primo tempo con un Alessandri inarrestabile (38 punti e 14 falli subiti alla fine), Siena sbandava nel terzo quarto finendo sotto anche di 9 e non riuscendo più a mettere la testa avanti. Per la Virtus ora l’accesso ai playoff passa da un successo a Rimini domenica prossima, la Poderosa (16 punti di Trionfo e Temperini) può invece giocarsi il match contro la capolista Ravenna senza particolari pressioni.

Anche la Tramec Cento esulta per la conquista della post season con il netto successo per 94-68 su una Goldengas Senigallia che, priva di Maddaloni, ha così salutato le restanti possibilità di agganciare uno dei primi 8 posti. Partita senza storia, dominata sin dai primi minuti da Di Trani (23 punti) e compagni su una Senigallia parsa svuotata, con il solo Catalani (17 punti) sugli scudi.

Lo sprint per le ultime due posizioni utili per i playoff se lo giocano Siena, Cecina e Castelfiorentino, con le prime due avvantaggiate dai due punti di vantaggio sulla terza. La Elettromeccanica Moderna fa valere le proprie superiori motivazioni e travolge per 87-60 una Globo Ancona priva di Centanni, Giachi e Pierlorenzi che non aveva più nulla da chiedere al suo campionato. Bertolini, con 18 punti, il top scorer labronico, superato dal dorico Pozzetti con 21 punti (e 9 rimbalzi).

Rischia di costare carissimo alla Falegnami Castelfiorentino, invece, lo scivolone di Livorno contro una Don Bosco già fuori dai playoff. Serata storta per l’Abc, che dopo aver perso Squarcina per infortunio dopo pochi minuti ha cercato di tenere botta, rincorrendo però per gran parte del match fino all’86-83 finale. Livorno ha 15 punti da Niccolai, per Castelfiorentino, che dovrà vincere domenica contro la Officine Creative Montegranaro per continuare a sperare, inutili i 24 punti di Montagnani.

Chiude la panoramica la sfida “inutile” tra le già salve Supernova e Rimini Crabs, finita con il successo per 73-62 dei padroni di casa guidati da un Rossi “totale” (20 punti, 7 rimbalzi e 7 assist) a rintuzzare i tentativi di rimonta di Tassinari (17 punti) e soci. 

LA CLASSIFICA

1. Acmar Ravenna 52  

2. Computer Gross Empoli 38  

3. Enegan Affrico Bk. Firenze 36  

4. Missardi Montecatini 34  

5. Tramec Riduttori Cento 34  

6. Dino Bigioni Poderosa Montegranaro 34  

7. Consum.it Virtus Siena 32  

8. Elettromeccanica Moderna Cecina 32  

9. La Falegnami Castelfiorentino 30  

10. Goldengas Senigallia 26  

11. Don Bosco Livorno 26  

12. Officine Creative Supernova Montegranaro 22  

13. Basket Rimini Crabs 22  

14. Globo Ancona 20  

15. Naturino Civitanova 16  

16. Consum.it Costone Siena 10  

 
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy