DNB, Semifinali Playoff, Gara 2 – Il punto, in esclusiva, del Girone A

DNB, Semifinali Playoff, Gara 2 – Il punto, in esclusiva, del Girone A

O.R.S.I. Tortona – Controlgom Monticelli   62-68

Parte forte Derthona che con un Samoggia intraprendente domina i primi 5 minuti di gioco, solo la classe di Masieri riesce a limitare i piemontesi, Bertolini prova a suonare la carica e viene imitato da Rombaldoni con la Bettinzoli che si riavvicina ai padroni di casa ma pur sempre costretta a rincorrere, Giovanelli trova il fondo della retina da lontano subito imitato da Degrada e il primo periodo si chiude sul risultato di 20-15 con Bertolini richiamato in panchina gravato di 2 falli lasciando il posto all’eroe di gara1  Rodriguez mentre Arioli prosegue nel valzer dei cambi.

Si torna in campo per il secondo parziale, per entrambe le compagini si tratta di una partenza con le polveri bagnate, a perforare per primo il cotone ci pensa ancora Masieri che riporta i suoi a meno 3,  Rombaldoni spara il missile del pareggio e ancora il Principe di Pergamino protagonista con il terra aria del primo vantaggio gialloblu al 14’,  Gioria prova a fermare l’emorragia ma Requena non vuol mancare al festival della tripla e produce il nuovo vantaggio arrotondato da un indiavolato Rombaldoni (+6 Monticelli), Degrada prova a ricucire ma la Controlgom trova ancora dagli ispirati Giovanelli e Requena un altro minibreak di 5 punti che costringe Arioli a rifugiarsi in un time out quando mancano 2’30” alla seconda sirena, Tortona rientra in campo con la grinta giusta e il suo principale terminale offensivo Samoggia va a far segnare a referto la sua personale doppia cifra con un tiro pesante che ridà ossigeno ai suoi, Degrada lo imita e lo svantaggio si riduce a sole 3 lunghezze, Monticelli fatica a trovare il bersaglio e si va al riposo lungo con il punteggio fissato sul 30-33.

Al rietro sul parquet  Degrada si prende per mano la squadra e con cinque punti consecutivi ( dei 19 totali fino a quel momento) riporta in vantaggio gli Orsi, Rombaldoni risponde dalla distanza ma Monticelli è ancora distratta e non riesce, pur avendo varie occasioni, a rispondere agli ospitanti, ci pensa quindi ancora l’espertissimo bomber di Urbania a ravvicinare i suoi, Morandi si gioca la carta Ochoa  ma Degrada è incontenibile e come una macchina continua a perforare la retina, Ganguzza fa esplodere il palasport con la tripla del +7, Morandi chiama minuto di sospensione per raffreddare le bocche da fuoco bianconere e al rientro  un parziale di 5-0 per Monticelli firmato da Rodriguez e Requena  riporta i viaggianti sul meno uno al suono del termine quarto 47-46.

Ultimi dieci giri di lancette, Monticelli rientra sul rettangolo di gioco spronata dai fedelissimi accorsi in Piemonte a sostenere i propri beniamini, con Masieri e Rombaldoni fermi ai box la Bettinzoli trova energia pura dagli intraprendenti Bertolini e Requena (autore di una prepotente schiacciata, marchio di fabbrica), di nuovo vantaggio per i ragazzi del Presidente Scotti, Bertolini continua nel suo show personale, la bomba sganciata reggiano vale il più 4, Giovanelli prova l’allungo ma ancora Samoggia mette due punti preziosissimi che fermano l’allungo ospite.

Ochoa spreca un importante occasione sbagliando due liberi, Degrada (in assoluto il migliore dei suoi) riaccende la luce per Derthona, Rodriguez si ricorda di essere stato il migliore nella gara del Palavilla e colpisce da lontano con Giovanelli che arrotonda il nuovo vantaggio franciacortino costringendo coach Arioli a chiamare nuovamente time out.

Morandi ne approfitta per rispedire in campo Luciano Masieri quando mancano ancora 4 minuti e spiccioli da giocare, dentro anche Dodo Rombaldoni a prendere il posto di un pimpante Rodriguez, ma Monticelli è ancora Bertolini show, altra tripla, Fedelissimi in delirio per il nuovo +7, Quaroni capitalizza i due liberi e riporta ossigeno in casa Tortona, inizia l’ultimo giro di lancette, Monticelli tiene botta con una buona difesa, Rombaldoni usa tutta la sua esperienza andando a subire fallo ma fa solo 1/2, la mano di Masieri non trema dalla linea della carità e con un 2/2 va praticamente a chiudere la serie, Non c’e piu’ tempo per un improbabile rimonta di Tortona, Monticelli può festeggiare con i suoi tifosi tornare in Franciacorta con la in tasca il biglietto per la finale.

LTC Sangiorgese – ABC Utensili Varese           64-68         

La Robur è dura a morire e ad accorgersene è stata anche la Sangiorgese che solo domenica aveva sbancato il Campus nella prima semifinale di DNB e che ieri sera aveva la ghiotta occasione di chiudere i conti davanti al pubblico amico del PalaBorsani. Invece a uscire vincitrice dalla battaglia, ancora una volta equilibrata ed emozionante, è stata la squadra di Piazza guidata da un gigantesco Matteucci (24 punti con 3/3 dall’arco), anche se i punti che hanno concluso il match sul 64-68 sono arrivati da Lombardi, glaciale in lunetta.

La gara 2, giocata davanti a un pubblico caldo e numeroso, ha visto partire meglio la Robur con i punti di Filippo Rovera, già ispirato domenica scorsa, ma i “Draghi” di Albanesi hanno presto preso le misure agli ospiti rientrando sul 19 pari alla prima sirena. I padroni di casa hanno inoltre trovato un Bianchi eccellente (21 punti e 12 rimbalzi per l’ala piemontese) e capace di portare i suoi sul +6 anche se una schiacciata di Mariani ha chiuso i conti alla pausa lunga sul 43-39. Dopo l’intervallo però sono entrate in azione con maggiore impatto le difese e ad avere la meglio è stata quella di Piazza; proprio Mariani , con 7 punti quasi consecutivi, ha riportato avanti la Abc, ricacciata indietro dal solito Bianchi al 30′ (55-52). Ultimo quarto caratterizzato da errori e difese ferree, con le due squadre a segno quasi esclusivamente dalla lunetta; una rara tripla di Realini (2/13 complessivo dal campo) ha dato una leggera inerzia a Varese che con Lombardi ha allungato di quel tanto che è bastatao per chiudere sul +4, con i tiri di Zanelli e Bianchi non andati a buon fine nell’ultimo minuto di gioco.

Ora la serie si deciderà nella “bella” di domenica prossima (ore 18) al Centro Campus dove può davvero succedere di tutto. Chi vincerà si troverà di fronte la corazzata Controlgom Monticelli, che ha liquidato in due partite la pratica Tortona.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy