Mercato DNB: gli ultimi movimenti di Montichiari, Pescara, Piacenza e Varese Robur

Mercato DNB: gli ultimi movimenti di Montichiari, Pescara, Piacenza e Varese Robur

Commenta per primo!

QUI PIACENZA
La Pallacanestro Piacentina comunica d’aver raggiunto un accordo per la stagione 2013/2014 con il giocatore Davide Speronello, proveniente dalla Vanoli Cremona.

L’INTERVISTA

“Sono contento di aver scelto Piacenza, perché ho già parlato con coach Coppeta ed il presidente, i quali mi hanno detto che potrò avere spazio in una squadra che punta ad un campionato di vertice. Credo che per un ragazzo giovane come me sia molto stimolante avere un’opportunità simile. Io mi presento ovviamente con molta umiltà, sapendo di dover crescere tantissimo, e per questo ringrazio la società: capisco che non sia facile fare una scelta del genere, ovvero di puntare su un ragazzo di 18 anni. Spero di poter giocare il più possibile”

Come ti descriveresti a chi non ti conosce?

“Sono un play-guardia abbastanza versatile, sono un discreto tiratore che sa anche difendere e sacrificarsi. Ho sempre giocato in squadre di Cremona, prima per la Juvi ed in seguito alla Vanoli. Ho partecipato ad alcuni tornei con la squadra della Lombardia ed ai tornei delle province. A livello senior invece ho partecipato alla Serie D con Soresina. In più mi sono allenato con la Serie A di Cremona, con la quale ho fatto il mio esordio nella scorsa stagione.”

Conosci già qualcuno della squadra?

“Ho già parlato diverse volte con il coach, ed inoltre sul finire della scorsa stagione ho fatto un allenamento con la prima squadra Bakery, quindi ho già avuto modo di conoscere i ragazzi dello scorso anno.”

Parlando un po’ del passato, quando hai iniziato a giocare a basket? Perché hai scelto questo sport?

Ho iniziato a giocare a 6 anni, anche se inizialmente avevo scelto di giocare a calcio come portiere. Mio padre però, avendo giocato a basket da ragazzo, mi ha spinto a provare la pallacanestro. Da quel momento ho capito che avrei continuato con questo sport.

C’è un giocatore a cui ti ispiri?

Quest’anno ho avuto modo di giocare con un giocatore ma soprattutto una persona che ammiro veramente tanto, ovvero Luca Vitali. Il sogno sarebbe poter assomigliare a lui come modo di giocare, ma anche per quanto riguarda il carisma in campo e fuori.

CURRICULUM

GIOVANILI Juvi Cremona, Vanoli Cremona
2012 Soresina (Serie D)
2012-2013 Soresina (Serie D) e Vanoli Cremona (Serie A)

QUI PESCARA
L’Amatori Pescara comunica di aver raggiunto l’accordo con Enrico Fabbri per il ruolo di capo allenatore della squadra che affronterà la DNB. Reduce da un’ottima stagiona a Bisceglie, il tecnico di Piombino ha già raggiunto in carriera diverse promozioni a cominciare da quelle ottenute sulla panchina di Pistoia, portata dalla C2 alla B2, fino alle ultime conseguite a Scauri, anch’essa traghettata dalla serie C regionale fino all’attuale DNB. Esperienze trasversali che l’hanno portato ad allenare in tutte le serie dilettantistiche, fino all’ormai defunta B1 conquistata quando era coach di Veroli (con cui vinse anche C1 e B2) e assaggiata sulle panchine di Cecina e Ferentino. Nel suo curriculum anche una vittoria di Coppa Italia con Gragnano e una finale disputata con la stessa Veroli.
Imperativo dell’esperienza sul pino Amatori sarà la valorizzazione dei giovani biancorossi: sia nel campionato seniores, ma anche attraverso la gestione e la guida tecnica del settore giovanile.

QUI VARESE ROBUR
Quello di Franco Passera è un gradito ritorno. Già perchè se qualcuno, per caso, non lo sa ancora, il neo direttore sportivo gialloblù è stato per parecchi anni sulla panchina della Robur e può vantare anche una promozione in B2 conquistata sulle tavole del vecchio Lino Oldrini con in rosa anche Andreas Brignoli.
Come è nato il suo ritorno in Robur? “Tutto è partito da un colloquio avuto con vescovi il quale mi comunicò che avrebbe preso sotto la sua direzione tutta l’area tecnica della Pallacanestro Varese ragion per la quale la mia figura non era più necessaria – afferma Passera – Poi ho visto che è arrivato Schiavi, persona di grandi capacità e molto bravo, che porta avanti il progetto che avevo in mente. Dalla sponda Robur erano giunte le dimissione di Alberto Zambelli e dopo una settimana mi sono sentito prima con Corti e poi con Tessarolo. Ho cercato di capire quali sarebbero stati i miei compiti e una volta diradate le nubi ho accettato”.
Il suo arrivo si può inquadrare in una piccola rivoluzione estiva che ricomprende anche un nuovo coach al timone della prima squadra.

QUI MONTICHIARI

Fine settimana di proficuo lavoro per il Presidente Alfredo Foschetti che ha chiuso positivamente le trattative per portare da Treviglio (DNA) alla Contadi Castaldi Montichiari l’ala-pivot Riccardo Perego (203 cm., ’81).

Numeri di tutto rispetto per il giocatore nativo di Desio che ha concluso l’ultima stagione con 15,8 punti, 6,2 rimbalzi e 16,1 di valutazione in 31,8 minuti di utilizzo: una carriera di altissimo livello quella della nuova ala-pivot monteclarense, iniziata nel 1997/98 a Desio (B Ecc.) e proseguita con il passaggio per tre stagioni nelle giovanili di Montecatini con alcune apparizioni in Serie A. Nel 2001/02 Perego disputa il campionato di LegaDue a Messina per ritornare stabilmente dal 2002/03 in B Eccellenza a Caserta, Bologna e Soresina, dove nel 2005/06 conquista la promozione in LegaDue. Dal 2006/07 è per tre stagioni a Casalpusterlengo dove vince due Coppe Italia di DNA. Il 2009/10 lo vede protagonista ancora in DNA ad Ozzano nella giovane squadra rivelazione del campionato guidata da coach Salieri, mentre nel 2010/11 si sposta a Piacenza con cui affronta nell’anno successivo, per il ripescaggio della squadra piacentina, il campionato di LegaDue. Il 2012/13 è storia recente con il passaggio a Treviglio dove con Davide Reati e Simone Ferrarese è tra i protagonisti della conquista della categoria Silver da parte della Comark di coach Vertemati.
“E’ un giocatore che ho incontrato spesso in questi anni” spiega coach Simone Morandi “che completa adeguatamente il nostro settore dei lunghi, e ci dà la possibilità di schierarlo sia come 4 che come 5 presentando varie soluzioni tattiche sia che giochi accanto a Stefano Pagliari che a Gabriele Zanella. Per la società è un grande sforzo e il suo arrivo ci garantisce punti, rimbalzi e difesa: le valutazioni statistiche di questi anni confermano le sue indiscusse qualità tecniche”.
Nel frattempo la Lega Nazionale Pallacanestro ha reso noti i quattro gironi del campionato di DNB: la Contadi Castaldi è stata inserita nel girone B (formato da 13 squadre) con Robur Varese, Sangiorgese, Urania Milano, Spilimbergo, Lecco, Mortara, Orzinuovi, Costa Volpino, Castellanza, Pordenone, Udine e Treviso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy