“Tacchi a Spicchi”, di Simona Nazzaro: a tu per tu con Giovanni Pini

“Tacchi a Spicchi”, di Simona Nazzaro: a tu per tu con Giovanni Pini

Giovanni Pini, originario di Carpi ma cresciuto a Reggio Emilia dove ha iniziato l’attività con le giovanili della Pallacanestro Reggiana. Nella stagione 2012-13 ha militato in prestito in Legadue alla Biancoblù Bologna, approdando poi alla Sidigas Avellino nel 2015.

Commenta per primo!

Tacchi a Spicchi. Una rubrica diversa, che va oltre il “tradizionale” per abbracciare quel lato privato e nascosto dei protagonisti della pallacanestro italiana. Tacchi a Spicchi. Con un velo di rosa, perché chi scrive è una donna innamorata di questo mondo.
Giovanni Pini, originario di Carpi ma cresciuto a Reggio Emilia dove ha iniziato l’attività con le giovanili della Pallacanestro Reggiana. Nella stagione 2012-13 ha militato in prestito in Legadue alla Biancoblu Bologna, approdando poi alla Sidigas Avellino nel 2015.

Premetto che per questa rubrica non abbiamo mai intervistato in una stessa stagione due giocatori della stessa squadra, ma abbiamo fatto una eccezione, visto che Riccardo Cervi ha stabilito che tu lo segui ormai da anni. Quindi più o meno vi farò le stesse domande perché capire chi emula chi…

  1. Iniziamo con una domanda solo per te: sei tu che segui Cervi o è lui che segue te? No, perché lui insinua…

Se me lo ritrovo in squadra anche l’anno prossimo lo denuncio per stalking!

  1. Cosa preferisci guardare in tv?

Davvero vi interessa? Comunque guardo solo Masterchef, magari imparo a cucinare.

  1. Quanto ti fa rimorchiare questo sport? O esci solamente con Riccardo?

Devo dire di sì, e approfitto dell’intervista per specificare che io e Cervi siamo in una relazione aperta, quindi tranquille…

  1. Il sesso pre-partita ti porta fortuna? Lo fai?

Il giorno della partita “non si porta” (non si fa), così dicono ad Avellino.

  1. Sei fidanzato? Sposato? In cerca?

Free agent

  1. Meglio le ragazze del sud o le reggiane?

50 e 50

  1. Sai cucinare o preferisci che ti “cucinino”? (almeno tu comprendi il sottile spirito della domanda)

Ripeto, non so cucinare, fai te …

  1. Ti divertivi di più in serie A2 oppure oggi?

In A2 in particolare la stagione a Bologna è stata bellissima, ma anche le ultime due non sono state da meno

  1. Dai su, dimmi la verità… sei tu che segui Cervi o lui che segue te?

Ormai non possiamo vivere l’uno senza l’altro, questa è la verità!

  1. Il compagno di squadra a cui sei più legato? E quello che puzzava di più?

Compagni di squadra puzzolenti non me ne ricordo, meglio così. Invece sono molto legato con Francesco Vez Veccia e ovviamente Riccardone.

  1. Raccontaci un aneddoto che non si può raccontare …

Potrei raccontarne un paio dell’anno scorso a Reggio, ma meglio evitare dato che ce li ri-troveremo contro a breve, di nuovo … (Reggio Emilia-Avellino di Final Eight ndr)

  1. Quale è il tuo idolo sportivo di sempre?

MJ e Del Piero

  1. Una cosa che non ti piace del basket.

Del basket non mi piace vedere i palazzetti vuoti

  1. Sei più bello te o l’altro? Simpatico? Bravo?

Beh siamo onesti: io, io, io!!!!

  1. Dalla torre butti Menetti o Sacripanti (ho capito non è colpa mia se giocate sempre nella stessa squadra!)?

Cervi che ha risposto qua? Io nessuno, due grandi coach!

  1. Pregi e difetti nello giocare in un club del nord e in uno del sud.

Se nei pregi del sud non metto “pizza”, Norcino mi brucia la macchina … Per il resto siamo lì!

  1. Quella volta che ti sei sentito davvero un grande…

L’anno scorso andammo al bingo, ovviamente feci bingo… Con Cervi e Polonara lì a rosicare.. Gran bella giornata quella… Poi personalmente vedere MJ dal vivo a Milano è stato incredibile. Ricordo fantastico!

  1. Come mai il numero 22?

Merito di Ariel Filloy: mi soprannominò “El Loco” e a parere suo il 22 è il numero del Loco.

  1. Dopo una vittoria importante come festeggi?

Cena coi ragazzi obbligatoria!

  1. La cosa più bella che hai trovato ad Avellino?

La barba di Salvatore Parlato.

  1. Nasci a Carpi, cresci a Reggio Emilia passando per Bologna… Provincia preferita dell’Emilia?

Metto Reggio al primo posto ma anche Carpi non è niente male …

  1. Nazionale: è più simpatico Polonara o Della Valle? E più forte tra i due?

Due veri bomber sia dentro che fuori dal campo …

  1. Pianigiani o Messina? (non leggere la risposta di Riccardo…)

Mi piacerebbe essere allenato da entrambi prima di dire la mia.

  1. Ultima domanda: c’è qualcosa per cui rischieresti l’inferno (ti prego, rispondimi seguire Riccardo Cervi!)

Rischierei l’inferno per la mia famiglia, i miei amici, e si, anche per lui. (Riccardo… ndr)

E se vi state chiedendo “ma cosa ha risposto Cervi?”, cliccate qui. E se non ve lo state chiedendo, cliccateci lo stesso e non ve ne pentirete!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy