Considerazioni di un tifoso professionista, di Toni Cappellari – La Coppa Italia di volley è un modello: che il basket risponda!

Considerazioni di un tifoso professionista, di Toni Cappellari – La Coppa Italia di volley è un modello: che il basket risponda!

L’invidia è una brutta cosa , ma essere noi “baskettari” invidiosi del volley è peggio.

Commenta per primo!

L’invidia è una brutta cosa , ma essere noi “baskettari” invidiosi del volley è peggio. Infatti, pochi giorni fa, sono stato nel cuore di Volleyland, in occasione delle Finali di Coppa Italia… e sono morto dall’ammirazione per il loro modello.

E non si dica che era una sorpresa: settimana scorsa una bella presentazione, al 39° piano del grattacielo della Regione Lombardia, in una sala tutta vetri che si vedeva dalle Alpi all’Appennino, di scena il Presidente Magri e i suoi collaboratori, a confronto con politici e giornalisti, Pucci Mossotti, Presidente dell’Assemblea regionale, si è sbizzarrito in mille promozioni soprattutto nelle scuole…e ha avuto ragione. Perché mai avrei potuto immaginare un Forum strapieno, con gente in piedi su due file, entusiasta per il volley. All’esterno e nelle sale limitrofe una marea di eventi che interessava grandi e bambini, davvero chapeau.

A questo punto però mi rivolgo al Presidente Marino, visto che la settimana prossima tocca al basket: speriamo di essere all’altezza. Ad oggi la comunicazione è scarsa, speriamo nel recupero, ma non basta da solo il contributo di RCS Sport.

Quanto al basket giocato, la squadra del momento è certamente Cremona. La squadra di Vanoli e Pancotto è seconda in classifica, non ha “stars” ma gioca un eccellente pallacanestro. Andrea Conti, un figlio di Dante Gurioli, è uno dei dirigenti più concreti della nuova generazione: ha creato un gruppo omogeneo dove il giocatore capo è Vitali… e che dire di Pancotto: un allenatore della vecchia guardia, che fa giocare le sue squadre in maniera semplice e concreta, tutta da vedere sarà la semi-finale di Coppa Italia che certamente opporrà i cremonesi all’Olimpia Milano.

Infine…last but not least… la dichiarazione del Presidente Petrucci, con un endorsement preciso e chiaro per un lungo corso a firma Messina. E’ un colpo da novanta, il coach dovrà essere il motore del basket nel prossimo quadriennio, e meglio di lui non c’è nessuno.

FONTE FOTO: oasport.it (Pier Colombo)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy