Considerazioni di un tifoso professionista, di Toni Cappellari/35 – Toni’s playoff bracket (Parte II)

Considerazioni di un tifoso professionista, di Toni Cappellari/35 – Toni’s playoff bracket (Parte II)

Commenta per primo!

Per gli amanti della pallacanestro è un periodo stupendo, in tv e dal vivo si possono vedere ogni giorno due partite, ed io non mi faccio mancare nulla.

Partiamo da Casale Monferrato- Agrigento, e prima di fare qualsiasi commento, un applauso a Franco Ciani: non so se passerà, ma sul 2-0 non è messo male. La sua squadra gioca benissimo, lui non sbaglia una mossa, la serie a mio parere è girata sulla schiacciata sbagliata in contropiede da Nicola Natali: questo errore ha cambiato la partita . Casale, dopo essere stata sotto, aveva in quella transizione l’occasione per rientrare;  da quel momento buio totale con 4 punti nel primo quarto di gara due un Record. Per Agrigento super in regia Piazza, molto bene Evangelisti, ancora una volta piacevolmente colpito da De Laurentiis.

Brescia- Torino: in gara 1 suicidio della PMS, che dopo aver dominato i primi tre quarti è crollata sotto le bombe di Benevelli . Quando sento dire che “NON CI SONO ITALIANI”  mi chiedo: ma questi addetti ai lavori vanno a vedere le partite? Benevelli non sarà livello scudetto, ma in tutte le altre squadre giocherebbe alla grande: ha tiro, buon controllo di palla e discreto uno contro uno,  è alto due metri e può giocare 2/3/4 . Ma tornando alla partita, da registrare un ottimo Passera, che ha dato il là alla rimonta, per non parlare di Cittadini che ha dominato a rimbalzo. La squadra di Bechi poteva consolarsi con Giachetti, Mancinelli e Rosselli, gli americani invece hanno  riscattato il buio con una partenza sprint in gara 2, trascinati ancora da un super Giacchetti in regia e un Mancinelli che ha una volta di più dimostrato che è un giocatore da A1. La serie si sposta in Piemonte dove dovrebbe esaurirsi. Finale Torino – Agrigento coi piemontesi netti favoriti, ma attenzione a Ciani…

Passiamo invece al piano superiore. L’Olimpia con la Virtus non avrà problemi, 3-0 scritto: troppo più grossi e fisici i milanesi , i virtussini all’osso con Hazell per quanto  ottima la sua partita, Fontecchio dimostra ogni giorno di più che potrebbe diventare un super, davvero troppo in ombra Matteo Imbrò.

A Trento invece Pascolo ha dato spettacolo, in coppia con Mitchell ha sotterrato Sassari: la serie è complessa, a mio parere si esaurirà alla quinta partita.

Non tutto facile per Venezia, che ha sudato a battere i canturini, ma quando la Reyer fa valere la lunghezza, e dall’altra parte Odom e Feldeine si spengono, Recalcati e soci sono volati via. Super Aradori che non ha sbagliato un tiro, ha arrancato un po’ troppo Metta.

A Reggio partita a due volti: prima parte coi brindisini a dettar legge,  seconda coi reggiani trascinati da Della Valle a vincere in volata, nel complesso queste prime partite di play-off vedono diversi italiani in grande spolvero: DellaValle, Fontecchio, Pascolo e Hackett in A, Benevelli e Mancinelli….Pianigiani potrebbe avere qualche dubbio di troppo in ottica Europei.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy