Considerazioni di un tifoso professionista/2 – L’Europeo Under 20 ci insegnerà qualcosa?

Considerazioni di un tifoso professionista/2 – L’Europeo Under 20 ci insegnerà qualcosa?

Commenta per primo!

A qualche giorno della storica vittoria di Tallin della nostra Nazionale Under 20 vorrei fare alcune considerazioni:

1) Nelle otto edizioni della manifestazione Sacripanti è arrivato ben otto volte in semifinale e ha vinto un bronzo, un argento e un oro: GRANDE PINO;

2) Al di là dei meriti di Sacripanti il valore dei nostri giovani è al top dell’ Europa;

3) Nel prossimo anno, in Legadue Silver, verranno tolti 32 posti, per darli a giocatori provenienti da Federazione straniera: che senso ha aumentare gli stranieri nei nostri campionati quando abbiamo giovani al top europeo?

4) Dei componenti della Nazionale cinque fanno parte di roster di squadre di Lega A, cinque di Legadue, uno dell’ex DNA e uno gioca nella NCAA…. ma ho detto fanno parte dei roster: giocare sarebbe una parola grossa, visto che i cinque della A1 sono stati in campo per un totale di 950’, ovvero neanche 5’ a partita; poco meglio per i cinque di Legadue, che sono stati in campo per un totale di 11’ a partita.

5) A fronte di questi risultati, cosa aspetta la FIP nei campionati Gold,Silver,DNA,DNB a introdurre il concetto degli Over, e se la GIBA protesta spiegargli che forse è meglio vincere gli under 20 che gli over 40-45-50?

6) L’obbligo degli under anno per anno non ha senso: infatti se in un dato anno il giovane ha una marea di richieste, l’anno successivo viene scalzato dal ragazzo under in arrivo.

7) L’utilizzo dell’under deve essere di almeno due anni: solo così il ragazzo si può adeguare alla nuova realtà.

8) La riforma è nuova, va analizzata, e solo a giugno 2014 si possono operare i giusti correttivi . Ma chi ne farà l’analisi: il Consigliere Federale Petrini o la Presidentessa Bragaglio?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy