EUROLEAGUE COUNTDOWN – Barcellona: blau grana alla riscossa

EUROLEAGUE COUNTDOWN – Barcellona: blau grana alla riscossa

Commenta per primo!
google.com

E’ sicuramente rivincita la prima parola che ci viene in mente quando andiamo a parlare del Barcellona.
Per la compagine catalana non è stata una stagione facile, perché oltre a non aver vinto alcun titolo si è dovuta sorbire lo smacco di vedere gli acerrimi rivali del Real Madrid trionfare in tutte le competizioni disputate, e tre di queste (Supercoppa Spagnola, Coppa del Re e Scudetto) addirittura battendo, in finale, proprio il Barça.
Rivincita, vendetta, chiamatela un po’ come vi pare, ma questa, per il Barcellona, deve essere la stagione del rilancio.

ROSTER:
Operazione rilancio dicevamo, tutto parte da un mercato importante, con molti nuovi giocatori che non dovranno far rimpiangere, e dovranno fare meglio, di chi è andato via. Il primo colpo è stato fatto in regia, dove andava sostituito Marcelinho Huertas, che ha deciso di tentare la carta NBA (Los Angeles Lakers). E’ arrivato Carlos Arroyo, che col talentuoso Tomas Satoransky andrà a dividersi la regia. Ancora tante partenze sul back court, vedi DeShaun Thomas e, in particolar modo, Mario Hezonja (5° scelta assoluta all’ultimo Draft NBA, giocherà per gli Orlando Magic), sostituiti dall’esperto specialista Pau Ribas e da Stratos Perperoglou, ala piccola greca perfetto collante tra attacco e difesa e, soprattutto, uno che sa cosa vuol dire vincere in Europa.
Partenze si, ma anche conferme, quali Brad Oleson, Alex Abrines e il sempiterno Juan Carlos Navarro: per la “Bomba” in arrivo la 18° stagione in blaugrana, un autentico simbolo.
Sotto le plance, a far compagnia a Justin Doellman ed Ante Tomic, arriva la fanteria pesante: Samardo Samuels e Shane Lawal (reduce da una stagione fantastica sotto l’aspetto personale, visto che ha vinto tutto in Italia con Sassari e ha anche trionfato, con la Nigeria, all’ultimo Afrobasket) rimpiazzano Maciej Lampe e Tibor Pleiss, grossa curiosità attorno all’ala bulgara Aleksandar Vezenkov, ragazzo classe 1995 di cui si dice un gran bene.

STELLA:
Arrivi e partenze, ma non si scappa: tutto ruota sempre e comunque attorno a Juan Carlos Navarro. 35 anni che si fanno sentire, ma se la guardia catalana sta bene è il centro di gravità attorno al quale i blaugrana ruotano, per la sua innata leadership, per la sua intelligenza, per la sua tecnica e, soprattutto, per la sua capacità di ottimizzare al massimo i minuti sul parquet.

ALLENATORE:
Si parlava di simboli, e anche lui possiamo considerarlo come tale ormai. Xavi Pascual allenerà il Barcellona per l’8° stagione consecutiva e, dopo 11 trofei in bacheca, questa che va ad iniziare sarà una vera stagione “esame” per lui.
Dopo un 2014/2015 passato a guardare è vietato sbagliare, qualora dovesse arrivare un’altra stagione da “Szeru Tituli” (cit.) è probabile che ci sarà il commiato.
C’è da lavorare, tanti nuovi arrivi da mescolare a chi è rimasto per creare il mix perfetto, in una stagione che non può essere di transizione, ma di rivalsa.

PREVISIONE:
Dopo essersi fermata ai Play Off nella passata stagione deve, per forza, almeno avanzare allo step successivo. Il roster messo su è di alto livello, quindi, per noi, arriverà alle Final Four.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy