EUROLEAGUE COUNTDOWN – Strasburgo: uno su mille ce la fa! (nel Girone A)

EUROLEAGUE COUNTDOWN – Strasburgo: uno su mille ce la fa! (nel Girone A)

Commenta per primo!
lnb.fr

“Uno su mille ce la fa”. Oppure, più precisamente, uno su mille può pensare di superare un girone di Eurolega come l’A, quello che attende lo Strasburgo. La squadra, che appare ben attrezzata quando si tratta di vincere entro i confini nazionali, mostra invece vulnerabilità nel momento di elevare l’asticella. In poche parole, non è giusto definire “squadra materasso” del girone lo Strasburgo di coach Vincent Collet, ma certamente sarà dura anche solo arrivare quinti. I vice-campioni di Francia (nonchè detentori della coppa nazionale) vantano una discreta esperienza internazionale, ma quest’anno dovranno affrontare una stagione che si preannuncia complicata: durante l’estate sono stati infatti privati del pilastro che li ha deliziati nelle ultime due stagioni, Antoine Diot, a cui è stata affidata la cabina di regia del Valencia.

ROSTER:
Partiamo proprio dalla cabina di regia, che verrà gestita a turno dagli americani Collins Campbell: il primo, ex Knicks e Clippers nonchè Sutor Montegranaro, viene dalla formazione polacca del Turow Zgorzelec, mentre il secondo è in forza al club francese dal 2012, ma considerando i 36 anni sulle spalle dovrebbe godere di un minutaggio limitato. Nello spot di guardia agiranno Beaubois, fresco di una strepitosa stagione a Le Mans, Lacombe, pilastro di Strasburgo edizione 2014-15, e Mushidi, ex Telekom Baskets Bonn. Sugli esterni troviamo i veterani HowardLeloup, oltre a Kyle Weems. L’ex Nanterre è famoso per essere un gran rimbalzista, tra l’altro particolarmente abile nel trovare la via per il canestro, ed è candidato a ricevere un alto minutaggio. Chiudono il roster i pivot GolubovicDuport e l’atletico Fofana.

STELLA:
Strasburgo, come ha ampiamente dimostrato nella stagione passata, non è una squadra che si affida molto a un solista, anche se quest’anno la storia potrebbe cambiare con l’arrivo di Rodrigue Beaubois: giocatore molto agile e veloce, può vantare una carriera che in pochi in Francia possono sperare di ottenere. Inizia a giocare a basket nel 2005, nelle giovanili dello Cholet, prima di essere promosso in prima squadra. In tre anni nella massima serie francese fa tanto bene da conquistarsi un posto nella lega dei fenomeni, l’NBA. Giocando al fianco di campioni del calibro di Nowitzki, Beaubois realizza il sogno dei sogni: nel 2011, infatti, conquista l’anello NBA. Tornato in europa nel 2014, inizia una lunga trafila: inizialmente viene firmato da Charleroi, successivamente viene girato ai francesi di Le Mans, piazza in cui si conferma tra i migliori giocatori della Pro A. In ultimo ecco la chiamata di Strasburgo, sotto gli ordini di coach Collet, con cui ha avuto anche delle parentesi in nazionale. In definitiva, si può affermare che Beaubois è il primo candidato ricoprire lo status di stella della compagine francese in questa stagione.

ALLENATORE:
Non ha bisogno di presentazioni coach Vincent Collet: l’ex ala piccola è un allenatore di grandissima esperienza, capace di laurearsi per due volte campione di Francia con Le Mans ed ASVEL Lyon-Villeurbanne. Nel 2009 riceve la chiamata della nazionale francese, con cui si toglie numerose soddisfazioni, tra cui vincere l’Europeo di Slovenia 2013 e conquistare un bronzo ai mondiali in Spagna nello scorso anno. Quest’anno per lui sarà il quinto alla guida di Strasburgo, e il duplice obiettivo di non sfigurare in Eurolega e di vincere il campionato francese, sembra alla portata.

PREVISIONE:
Non sarà un’Eurolega facile per Strasburgo, che, almeno sulla carta, non sembra disporre di una formazione capace di imporsi in ambito europeo. Per giunta, i bianco-rosso-dorati dovranno vedersela contro corazzate del calibro di Real Madrid, Fenerbache, Khimki, Stella Rossa e Bayern Monaco, lasciando ben poche speranze ipotetiche di raggiungere le Top 16.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy