Legadue Review – Niente è scontato, vero?

Legadue Review – Niente è scontato, vero?

Commenta per primo!

Iniziate entrambe le semifinali di Legadue con le due serie, già arrivate a gara2 che hanno fornito indicazioni contrastanti.

Nella serie più attesa tra Pistoia e Casale (le prime due teste di serie del tabellone vista l’eliminazione di Barcellona) ha fin qui dominato il fattore campo del PalaCarrara: la squadra di Moretti, che in stagione ha perso solo una volta davanti al proprio pubblico, è stata brava a vincere entrambe le gare interne ipotecando la qualificazione alla Finale. E questo potrebbe essere davvero l’anno giusto per i toscani, che nello scorso campionato sfiorarono la promozione arrendendosi solo in finale contro una Brindisi rigenerata dall’acquisto di Gibson. Ma mentre la Tesi Group versione 2011/2012 pagò probabilmente le rotazioni molto limitate, quest’anno la dirigenza toscana è stata brava a mettere in piedi un roster profondo, completo ed attrezzato in tutti i reparti anche senza le prime punte dello scorso anno come Hardy e Jones. Si sono visti i risultati soprattutto in gara2, dominata dai padroni di casa ma nella quale sono emerse tutte le lacune di una Casale probabilmente troppo legata alla sua coppia di americani.

Nell’altra serie, meno reclamizzata ma comunque ricca di spettacolo, Brescia e Trento si sono invece divise la posta in palio, almeno per ora: il confronto si sposta infatti in Trentino sull’1-1, un risultato giusto visto l’equilibrio mostrato dalle due squadre finora, con un 2-0 che sarebbe stato eccessivamente punitivo per entrambe. Di certo, il colpaccio di gara2 mette la Bitumcalor in una situazione favorevole vista la possibilità di chiudere i giochi con le due partite casalinghe al PalaTrento: meritato il successo della squadra di Buscaglia, che dopo due quarti equilibrati ha preso il comando del match nel secondo tempo resistendo al tentativo finale di rimonta della squadra di Martelossi. Brescia ha avuto anche il tiro dell’overtime con Fernandez (autore di 10 punti ma soprattutto 10 assist) stoppato da Garri (doppia doppia anche per lui), ma come al solito nelle vittorie della Bitumcalor è impresso a caratteri cubitali il nome di Michael Umeh, MVP del match come spesso accaduto durante l’anno. Doccia gelata dunque per la Centrale del Latte, che era stata brava a portarsi a casa una gara1 sempre condotta dagli uomini di Martelossi (con 4 in doppia cifra) ma mai chiusa del tutto grazie alla caparbietà di una Trento ormai non più da considerarsi sorpresa ma vera e propria realtà di questa Legadue, nonostante l’ottavo posto finale. Fare pronostici su questa serie resta in ogni caso molto difficile e ci attendono due partite molto interessanti al PalaTrento, già violato in stagione dalla Leonessa che dovrà necessariamente ripetersi per provare a staccare il biglietto per la Finale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy