Legadue Review – Ultimo turno al cardiopalma…e adesso play-off

Legadue Review – Ultimo turno al cardiopalma…e adesso play-off

Commenta per primo!

La regular season di Legadue si è chiusa col botto, con tante emozioni e destini incrociati sui vari campi, e molti match risoltisi solo a ridosso del quarantesimo minuto (o addirittura oltre).

Prendete Scafati ad esempio: la Givova era condannata a vincere per sperare in un posto playoff, ma affrontava Barcellona prima in classifica e desiderosa di chiudere in prima piazza; ma soprattutto doveva contemporaneamente perdere la Biancoblu Bologna in casa contro una Ferentino senza ormai più implicazioni di classifica. Sembrava obiettivamente una mission impossible, soprattutto quando i siciliani recuperavano 16 punti di svantaggio alla squadra di Cavina e contemporaneamente la Biancoblu confezionava quello che sembrava l’allungo decisivo ai danni dei ciociari.

E invece Ferentino non solo rientra nel match, ma trova una clamorosa vittoria allo scadere che fa esplodere il pubblico del PalaMangano prima ancora che termini il match dei gialloblù, che si protrae fino al supplementare con Barcellona anch’essa incollata alla radiolina (o meglio al netcasting) per conoscere il risultato di Pistoia: e quando arriva l’ufficialitá del colpaccio di Veroli, che chiude in modo dignitoso una stagione deludente evitando l’ultimo posto finale in classifica, la squadra di Perdichizzi più o meno inconsciamente tira i remi in barca, “regalando” alla squadra di Moretti un primo turno di playoff molto complicato proprio contro Scafati, nella rivincita della semifinale dell’anno scorso che terminò in gara5: i campani sono stati a lungo la squadra delusione del campionato e hanno acciuffato la post-season per il rotto della cuffia, ma sulle ali dell’entusiasmo e senza nulla da perdere possono dare molto fastidio alla Tesi Group, visto che il roster a disposizione di Cavina resta di prim’ordine.

Anche per la Sigma Barcellona, che ha chiuso in pole position il campionato nonostante due sconfitte nelle ultime trasferte, il quarto di finale non sarà morbidissimo contro Trento: la matricola di Buscaglia, sorpresa del campionato e vincitrice della Coppa Italia (eliminando proprio i siciliani nei quarti) ha già battuto due volte in stagione Green e compagni, anche se obiettivamente nei playoff la storia dovrebbe essere diversa; il probabile passaggio del turno regalerebbe però una semifinale tutto sommato morbida ai giallorossi che se la vedrebbero con la vincente di Brescia-Forlì, serie che mette di fronte due delle sorprese più piacevoli di questo campionato ma che è difficile immaginare oltre le semifinali.

Già detto di Pistoia-Scafati, chiuderà un interessantissimo quadro playoff la sfida tra Casale e Verona, con la Tezenis che si mangia le mani per due evitabilissime sconfitte nelle ultime tre con Trietse e Forlì che hanno un po’ vanificato l’ottimo periodo di forma della squadra di Ramagli regalandogli un accoppiamento molto complicato contro la Novipiu, altra squadra un po’ discontinua ma valida pretendente alla vittoria finale.

I playoff insomma promettono grande spettacolo, si parte sabato prossimo per oltre un mese infuocato che metterà di fronte il meglio di questa categoria: buon divertimento e che vinca la migliore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy