Serie A, 12ª giornata: l’MVP è Darius Johnson-Odom

Serie A, 12ª giornata: l’MVP è Darius Johnson-Odom

Devastante prova offensiva del numero 0 di Cremona, che riscrive il record personale per triple realizzate in un match e si aggiudica il nostro riconoscimento di MVP del 12° turno di LBA.

di Marco Arcari

Non ce ne vogliano i tifosi delle altre squadre, sempre – e giustamente – pronti a far notare come l’MVP di giornata debba essere un altro giocatore rispetto a quello scelto in questa rubrica, ma è inevitabile evidenziare due cose. La palma di MVP, per definizione, viene assegnata tramite una variabilità di criteri che differisce da sport a sport; nel singolo evento, però, ci si riferisce solitamente al “giocatore della partita” ed è chiaro allora che, come accade per l’EuroLeague, tale giocatore debba appartenere alla squadra che esce vincitrice dal singolo match. Ecco perché, finora, le nostre scelte hanno premiato giocatori appartenenti a squadre che, in quel turno, avevano trovato la vittoria.

Mai come stavolta, però, la scelta è stata dibattuta e complessa, dovendo arrivare a basarsi unicamente su quella differenza di 7 lunghezze, in termini di valutazione personale, tra la prestazione di Darius Johnson-Odom e quella di Alessandro Gentile. Il numero 0 della Virtus Bologna, infatti, è stato semplicemente devastante nell’overtime contro Varese, realizzando 7 punti (come l’altro giocatore chiave della vittoria virtussina, Pietro Aradori) e giocando una pallacanestro che ricorda, molto da vicino, il dominio cestistico dell’Alessandro Gentile considerato come uno dei migliori giocatori europei nel ruolo. Non che siano passate ere geologiche da quei tempi, però è chiaro come il processo di ripresa del talento italiano si stia ormai compiendo definitivamente, offrendoci nuovamente un giocatore forse non bellissimo da ammirare sul parquet (per meccanica di tiro) ma sicuramente capace di inanellare prestazioni di livello per portare Bologna a rilanciarsi anche in ottica Final Eight di Coppa Italia. Pertanto, la menzione d’onore per lo stesso Gentile ci pare, quanto meno, obbligata.

La scelta del nostro MVP di giornata, tuttavia, ricade su quel Darius Johnson-Odom capace di realizzare qualcosa come 31 punti nei 33 minuti avuti a disposizione nella vittoriosa partita casalinga contro il fanalino di coda di questa Serie A, Brindisi. Nel parziale di 47-32 con cui i cremonesi hanno archiviato la prima metà di partita, prendendo saldamente il comando delle operazioni grazie a un secondo quarto sublime a livello offensivo, spiccano i 21 punti realizzati da Johnson-Odom con un sensazionale 6/7 da oltre l’arco dei 6.75. Il numero 0 di Cremona, così, riscrive il suo primato personale per triple realizzate in una singola partita di Serie A (7) e diventa il primo giocatore nella storia della Vanoli Cremona a mandare a bersaglio almeno sette conclusioni dalla distanza in un match del massimo campionato italiano. Inoltre, per la seconda volta in stagione, Johnson-Odom supera i 30 punti realizzati, dopo i 34 fatti registrare nella terza giornata, coincisa anche quella con una vittoria casalinga cremonese (contro Pistoia).

Una Cremona che rimane attaccata a quel treno di squadre che ancora possono ambire a un piazzamento nella griglia delle Final Eight di Coppa Italia e che conquista la seconda vittoria nelle ultime tre partite stagionali, guardando con fiducia anche a un calendario che nelle prossime uscite la vedrà opposta, rispettivamente, a Brescia, Varese e Capo d’Orlando per un trittico complicato ma non impossibile. Un Darius Johnson-Odom che si conferma leader offensivo a medie importanti (18.0 punti e 4.0 assist a partita, con il 54.0% da due e il 46.5% da tre punti di media) e che si aggiudica per la seconda volta, in 12 presenze, la nostra palma di MVP di giornata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy