Serie A 2018-19, 19ª giornata: l’MVP di Basketinside è Giancarlo Ferrero

Serie A 2018-19, 19ª giornata: l’MVP di Basketinside è Giancarlo Ferrero

Sontuosa prestazione del capitano della Openjobmetis, che ne piazza 28 (con 6/7 da 3), permette a Varese di espugnare il PalaRubini di Trieste e si gode la miglior prova di un giocatore italiano fino a questo punto del campionato.

di Marco Arcari

Non ce ne vogliano i tifosi delle altre squadre, sempre – e giustamente – pronti a far notare come l’MVP debba essere un altro giocatore rispetto a quello scelto in questa rubrica, ma è inevitabile evidenziare due cose. La palma di MVP, per definizione, viene assegnata tramite una variabilità di criteri che differisce da sport a sport; nel singolo evento, però, ci si riferisce solitamente al “giocatore della partita” ed è chiaro allora che, come accade per l’EuroLeague, tale giocatore debba appartenere alla squadra che esce vincitrice dal singolo match. Ecco perché, finora, le nostre scelte hanno premiato giocatori appartenenti a squadre che, in quel turno, avevano trovato la vittoria. Rispetto alla rubrica della scorsa stagione, tuttavia, questa vedrà una maggiore soggettività nella scelta del miglior giocatore di ogni singolo turno di campionato. Sarebbe altrimenti puro esercizio di copiatura quello di scegliere l’MVP semplicemente in base alla graduatoria della valutazione di giornata, pertanto desideriamo scegliere soggettivamente, ovviamente motivando nei dettagli la preferenza, in base a fattori quali: 1) difficoltà dell’impegno anche in base a valore e cammino della squadra avversaria; 2) continuità di rendimento del giocatore scelto nel corso della singola gara; 3) analisi, non costante, dei cosiddetti “intangibles”.

Alla luce di tutto ciò, l’MVP di Basketinside per questo diciannovesimo turno della Serie A 2018-19 è Giancarlo Ferrero, capitano indomito di una Openjobmetis Varese che espugna Trieste (104-96) e conquista così l’undicesimo successo in LBA, portandosi a 22 punti in classifica (+4 sulla zona Playoffs e -2 dal 3° posto). Lo show balistico di Ferrero (5/6 da 2 e 6/7 da 3) consente alla formazione allenata da coach Caja di rendere incompleta la grande rimonta dell’Alma, trascinata da un Peric indomito, al rientro dopo l’infortunio alla mano, e dalle giocate di Dragic, oltre che del solito Wright. Offensivamente il numero 21 biancorosso realizza punti in tutti i periodi di gioco (3, 11, 7 e 7), ma è soprattutto nel 2° e nel 4° quarto che prende in mano le redini dell’attacco varesino, dilatando ulteriormente le distanze e, successivamente, rispondendo colpo su colpo ai tentativi di rimonta della formazione di coach Dalmasson. I 28 punti realizzati rappresentano la miglior prova di un giocatore italiano fino a questo punto del campionato, superando i 27 segnati da Ricci nel 6° turno contro l’Oriora Pistoia, e sono anche il primato all-time per Ferrero, il quale trova anche altri record personali in un singolo match: triple realizzate (6), tiri totali a bersaglio (11) e valutazione personale (27).

Varese ritrova così pienamente il proprio capitano in uno dei momenti più importanti della stagione. Alla vigilia delle Final Eight di Coppa Italia – dove i biancorossi affronteranno la Vanoli Cremona nei quarti di finale e, in caso di successo, in semifinale la vincente tra A|X Armani Exchange Milano e Virtus Segafredo Bologna – Ferrero è una freccia aggiunta nella faretra di una formazione che continua a stupire tutti, trovando di volta in volta interpreti diversi per recite comunque spesso vittoriose. Contro l’Alma è stato il turno anche di Jean Salumu (15, con 4/5 da oltre l’arco dei 6.75), guardia/ala che si sta inserendo sempre più nei meccanismi biancorossi e che rappresenta una valida alternativa dalla panchina.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy