Serie A, 25ª giornata: l’MVP è Taylor Braun

Serie A, 25ª giornata: l’MVP è Taylor Braun

All’esordio in Serie A, Taylor Braun porta Pesaro al successo su Pistoia e si aggiudica il riconoscimento di MVP di giornata

di Marco Arcari

Colpaccio della VL Pesaro nel venticinquesimo turno di LBA. I biancorossi superano Pistoia dopo un overtime in cui è stato protagonista assoluto Rotnei Clarke (8 punti, 3/4 dal campo nel supplementare), ma devono ringraziare non poco il neo acquisto Taylor Braun, autore di una prova sontuosa e MVP di questa giornata di Campionato grazie a una valutazione personale di 32. L’ala classe 1991, prodotto di North Dakota State, è stata devastante già nel primo tempo della sfida, permettendo a Pesaro di portarsi sul +10 prima dell’intervallo lungo; sebbene gli avversari avessero segnato praticamente sempre contro di lui in uscita o in marcatura (a turno McGee, Mian e Ivanov), anche difensivamente Braun si è fatto valere ben più di quanto non possano mostrare gli highlights.

Nella ripresa, come tutta la VL, anche Braun è calato, specie in fase offensiva, ma è stato comunque capace di realizzare le due triple consecutive che hanno ridato il vantaggio ai padroni di casa (67-66) a due minuti dalla fine. Certo, l’overtime è stato uno show personale di Clarke perciò la palma di MVP del match spetterebbe sicuramente alla guardia, ma l’impatto di Braun all’esordio non può essere sottovalutato e non si può considerare solamente il fatto che egli non abbia migliorato alcuna sua statistica nel supplementare. Se è vero che il quintetto “che conta” è quello che gioca i finali di partita – come insegna un professore di questo sport – allora è altrettanto vero che la prestazione di Braun è di quelle da incorniciare: 21 punti (50% al tiro), 8 rimbalzi, 1 stoppata, 1 assist e 5 recuperi.

Pesaro torna a vincere dopo tre sconfitte consecutive e stacca Capo d’Orlando di due lunghezze in classifica, portandosi provvisoriamente a quota 12 punti. Successo di capitale importanza in ottica salvezza, vista la contemporanea sconfitta dei siciliani a causa di un incredibile buzzer-beater realizzato da Okoye. La VL è chiamata ora a dare continuità a questa vittoria, e Braun potrebbe essere una delle armi decisive per respingere gli assalti avversari e continuare in Serie A anche la prossima annata. Occhio al calendario, però, perché nelle prossime tre giornate i biancorossi dovranno affrontare rispettivamente Avellino, Cantù e Milano, mentre nel 29° turno se la vedranno coi campioni d’Italia in carica e all’ultima giornata saranno impegnati a Sassari. Potenzialmente cinque impegni proibitivi, ma Pesaro dovrà gettare il cuore oltre l’ostacolo e conquistare almeno una vittoria per poter sognare la permanenza nella massima serie italiana.

Non ce ne vogliano i tifosi delle altre squadre, sempre – e giustamente – pronti a far notare come l’MVP debba essere un altro giocatore rispetto a quello scelto in questa rubrica, ma è inevitabile evidenziare due cose. La palma di MVP, per definizione, viene assegnata tramite una variabilità di criteri che differisce da sport a sport; nel singolo evento, però, ci si riferisce solitamente al “giocatore della partita” ed è chiaro allora che, come accade per l’EuroLeague, tale giocatore debba appartenere alla squadra che esce vincitrice dal singolo match. Ecco perché, finora, le nostre scelte hanno premiato giocatori appartenenti a squadre che, in quel turno, avevano trovato la vittoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy