Serie A2 Old Wild West – Il quintetto ideale della quattordicesima giornata

Serie A2 Old Wild West – Il quintetto ideale della quattordicesima giornata

Andiamo a vedere i protagonisti dell’ultimo turno del 2018 sui parquet di serie A2 Old Wild West.

di Federico Di Domenico

Playmaker: GHERARDO SABATINI
L’Assigeco Piacenza chiude il 2018 come meglio non avrebbe potuto immaginare, con una vittoria tanto preziosa quanto difficile sul campo di Treviso. 87-93 il finale, con Gherardo Sabatini, ex del match, assoluto mattatore per la vittoria degli ospiti. Sabatini mette a referto 19 punti, 10 assist, 9 rimbalzi e 10 falli subiti in solo 28 minuti in campo, per un totale di 36 di valutazione. Il playmaker classe ’94 da un contributo decisivo sia nella metà campo offensiva sia in quella difensiva, guidando i suoi alla conquista di due punti fondamentali nella corsa alla salvezza.

Guardia: TERRENCE RODERICK
Bergamo domina il match casalingo con Casale Monferrato e aggancia la Virtus Roma in vetta alla classifica, trascinata da un monumentale Terrence Roderick, autore di una tripla doppia da 23 punti, 12 rimbalzi e 11 assist nei 31 minuti sul parquet. Roderick ancora una volta si dimostra la stella della squadra, capace di fare la differenza nella seconda serie nazionale, Bergamo può iniziare a pensare in grande.

Ala Piccola: JALEN CANNON
Agrigento supera Rieti tra le mura amiche raggiungendo il gruppetto di squadre a quota 16 punti in piena zona play-off. L’Mvp è il solito Jalen Cannon, autore di una prova da 15 punti e 14 rimbalzi, di cui ben 8 offensivi, a cui aggiunge 4 palle rubate e 3 assist per un totale di 29 di valutazione. Prova impeccabile in entrambe le metà campo per l’ala Statunitense, capace di mettersi in proprio e di metterein ritmo i compagni in attacco, e dominante sotto le plance.

Ala Grande: NIKOLA AKELE
Roseto ottiene una vittoria preziosissima in chiave salvezza, e lo fa sbancando Ferrara con il punteggio finale di 59-89. Prova strepitosa del lungo Italo-Americano Nikola Akele, che mette a referto una doppia doppia da 17 punti e 14 rimbalzi, oltre a 4 assist e 3 palle recuperate, per una valutazione totale di 31. Il classe ’95 si conferma una delle armi offensive principali della squadra Abruzzese, che con un Akele così può guardare alla seconda parte di stagione con più tranquillità.

Centro:  HENRY SIMS
La Virtus Roma cade dopo un overtime sul campo di Scafati (100-98) e perde la vetta solitaria, ma è impossibile non citare nel quintetto ideale della giornata il solito Henry Sims. Il lungo Statunitense gioca una grandissima partita e chiude con 34 punti, 3 stoppate, 7 rimbalzi, 12 falli subiti e 2 assist a referto, per una valutazione complessiva di 43. Ottime le percentuali al tiro di Sims, che ciude con l’11/15 dall’arco e il 12/15 dalla lunetta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy