SocialInside. La Coppa Italia LNP: Serie A2 tra Facebook e Spreaker

SocialInside. La Coppa Italia LNP: Serie A2 tra Facebook e Spreaker

Siamo alla vigilia della Coppa Italia della Lega Nazionale Pallacanestro e tutto è pronto per disputare le Final Eight di Serie A2 al PalaSavelli di Porto San Giorgio. Come ogni anno ho voluto approfondire anche il lato social della Coppa Italia LNP e l’ho fatto studiando i dati raccolti nel report di IQUII Sport, commentando le serie in relazione alle 8 contendenti la Coppa di Serie A2. Ho aggiunto una piccola panoramica sui nuovi strumenti digitali, da ISSUU a Spreaker, che le società sportive della Lega stanno adottando per sperimentare strade nuove tra comunicazione e marketing sportivo.

di Alessandra Ortenzi, @AlessAndrApple

Ho affrontato ll’analisi commentando inizialmente i risultati per girone perché le risultanti, rispetto all’utilizzo delle 4 piattaforme principali analizzate (Facebook, Twitter, Instagram e YouTube) restituiscono dati differenti e oltremodo interessanti in relazione al girone Ovest e Est quindi rapportate alla geolocalizzazione dei club monitorati.

 

Serie A2 OVEST

Chart A2 Ovest LNP IQUII

 

Tenendo conto delle 4 partecipanti alla Coppa Italia LNP, secondo una ipotetica classifica rispetto alla digitalizzazione societaria, la regina del girone risulta essere La Virtus Pallacanestro Roma con una fanbase complessiva di 40.8k così distribuita:

 

  • Facebook 21.1k
  • Twitter 11.2k
  • Instagram 7.9k
  • YouTube 1.6k

 

Seguono la Pallacanestro Biella con una fanbase complessiva di 24.0k, Benacquista Latina Basket con una fanbase complessiva di 15.1k e Bergamo Basket 2014 che si posiziona in coda con una fanbase complessiva di 6.1k.

 

Serie A2 EST

Chart A2 Est LNP IQUII

Nel girone della Serie A2 Est si posiziona al primo posto della classifica social la Lavoropiù Fortitudo Bologna con una fanbase totale di 45.8k (il numero più alto del ranking) distribuito in questo modo nelle 4 piattaforme analizzate dal report di IQUII Sport:

 

  • Facebook 24.4k
  • Twitter 3.7k
  • Instagram 17.8k
  • YouTube 1.6k

 

Seguono la Tezenis Scaligera Verona con una fanbase complessiva di 18.4k, la De’ Longhi Treviso Basket con una fanbase complessiva di 17.1k e la XL Extralight Poderosa Montegranaro in coda con una fanbase di 6.3k.

 

Considerazioni sulle chart del report IQUII Sport

 

Facebook: la piazza

Il dato interessante, e forse anche un po’ scontato, è la forte concentrazione dei followers nella piattaforma di Mark Zuckerberg: questo denota ancora una volta quanto Facebook si posizioni come piazza virtuale alternativa rispetto agli altri luoghi digitali. La presenza naturale del pubblico nella piattaforma è sicuramente legata alla capacità di concentrazione nel social network, di un pubblico medio, interessato allo sport, abbastanza eterogeneo e composto da una fascia d’età medio alta che rappresenta, da sempre, la parte vitale della fanbase.

Instagram: le foto al centro del racconto sportivo

Instagram in netta crescita come valori, in virtù del forte legame che lo sport stringe con i contenuti video/fotografici. Secondo il report IQUII Sport ha un maggiore appeal nei club del girone Est che riescono a coinvolgere maggiormente la fanbase sulla piattaforma che, ricordiamo, fa sempre parte dell’ecosistema Facebook (assieme anche all’App di instant messaging WhatsApp)

 

Twitter: strumento di concentrazione delle conversazioni

Twitter, e questo mi sembra un dato veramente particolare, ha una presa maggiore sul pubblico del girone Ovest. Comprendere l’utilizzo di Twitter è uno sforzo che tutte le società dovrebbero fare, prendendo esempio dalla NBA che pone al centro del suo NBA Pulse tutte le conversazioni che si attivano attorno agli atleti delle squadre della National Basketball Federation.

 

YouTube: non solo archivio ma vero e proprio boost per la serp

YouTube, la piattaforma che probabilmente potrebbe portare maggiori risultati concreti in fatto di concentrazione e attrazione dei fan verso contenuti in streaming e archivi video, non risulta avere un appeal particolare. Sicuramente questo è dovuto ad un non completo e corretto utilizzo della piattaforma stessa (forse la più datata in termini di presenza in rete) vista anche l’appartenenza alla famiglia Google. Il completo e corretto utilizzo dei canali YouTube delle società, integrato in una strategia adeguata e personalizzata con una cura particolare dell’integrazione di YouTube con tutte le altre piattaforme, consentirebbe ai contenuti una maggiore reach rispetto alle ricerche dirette e ai risultati legati alla serp.

I nuovi tool per la comunicazione e il marketing sportivo

Voglio estendere lo studio di IQUII Sport portando in luce altri strumenti che le società di A2 della Lega Nazionale Pallacanestro stanno iniziando ad utilizzare per il coinvolgimento della fanbase. Sono strumenti di marketing tradizionale, app e webapp che si rivelano veri e propri catalizzatori e amplificatori di news e contenuti online. Dagli House Organ, distribuiti in digitale dai siti della società o in versione cartacea durante le gare al palazzetto, fino alla loro distribuzione attraverso la piattaforma editoriale ISSUU (utilizzata anche dalla Federazione Italiana Pallacanestro) che consente una collazione e un’amplificazione aggiuntiva dei contenuti con il monitoraggio degli accessi e dei download dei prodotti editoriali sportivi. ISSUU è utilizzata dalla Pallacanestro Biella che distribuisce il suo House Organ “Time Out” attraverso un canale editoriale dedicato.

 

Ad aver sviluppato un’APP dedicata ai fan è solo la Virtus Roma mentre Latina e Verona hanno anche un profilo aziendale LinkedIn. Flickr, forse l’aggregatore e il repository più utile di contenuti fotografici in rete, è utilizzato solo dalla Scaligera Verona. La Fortitudo ha in home page un numero dedicato ai fan per rimanere in contatto tramite WhatsApp e La Poderosa Montegranaro invece sta utilizzando uno strumento laterale che è in trend con la produzione di contenuti nuovi: il podcast. Il canale Spreaker di Montegranaro consente ai fan di seguire le partite della Poderosa in diretta. Infatti il piano Station Pro della piattaforma consente non solo di trasmettere in diretta senza limiti ma permette anche di avere uno spazio di archiviazione illimitato e metriche dettagliate sul pubblico che accede ai contenuti. La Poderosa ha collezionato più di 25.000 ascolti dalla data di creazione del canale: un patrimonio di accessi che, con la lettura delle metriche, consente di disegnare sia il proprio pubblico che le sue esigenze.

 

Il futuro della comunicazione sportiva: audio e podcast

La frontiera dei contenuti audio, non solo limitati alle dirette delle partite ma indirizzati verso delle vere e proprie produzioni editoriali con palinsesti articolati, potrebbe risultare la chiave per intercettare l’interesse del fan. I tifosi subiscono l’overload di informazioni testuali, fotografiche e video che, se non prodotte con qualità ed attenzione, non lo coinvolgono a sufficienza. Il campanello d’allarme e la percezione che bisogna percorrere altre vie, oggi risiede nella recente ammissione da parte di Google di voler affinare la ricerca audio e la struttura di un algoritmo che sarebbe in grado di intercettare parole e suoni al fine di indicizzare anche gli audio (e quindi i podcast) online.

 

Il report IQUII Sport completo è raggiungibile a questo link.

 

Potete approfondire anche la sezione dei nuovi tool consultando il Bilancio Sociale della Lega Nazionale Pallacanestro

 

Tutti gli articoli della rubrica #SocialInside

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy