Speak&Roll, di Franco Montorro – Curry e i due, tre grandi ai quali si può paragonare

Speak&Roll, di Franco Montorro – Curry e i due, tre grandi ai quali si può paragonare

L’ex Direttore di Superbasket sulla scelta di Repubblica, che oggi dedica una pagina intera a Steph Curry.

Commenta per primo!

Oggi Repubblica dedica una pagina intera a Steph Curry, che ormai non è più il fenomeno del momento, ma un fenomenale monumento alla bellezza del basket. L’articolo è di Emiliano Poddi, giornalista e scrittore, che inizia magistralmente così. «Howie Chizek, radiocronista sportivo, una volta ha detto: “Larry Bird lancia la palla in aria, dopodiché ci pensa Dio a spostare il canestro sotto per farla entrare”. lo stesso Bird dopo aver visto Jordan segnare 63 punti contro i suoi Celtics, ha dichiarato: “Quello non era Michael Jordan. Era Dio vestito da Michael Jordan”. quando è stato eletto mvp della NBA, Steph Curry si è stretto nelle spalle e ha commentato: “Sono un umile servo di Dio”. Forse bastano queste citazioni a spiegare il fenomeno del momento». Fenomenale monumento, mi ripeto, ma nell’articolo le pietre di paragone restano solo quelle due, il 23 di Chicago e il 33 di Boston. Non Erving, non Jabbar, non Chamberlain e c’è di sicuro un perché: questi sono stati fuoriclasse, gli altri due e Curry hanno fatto e fanno cose oltre la normalità, pur nell’eccellenza. In mezzo, sospeso, forse, Magic. Io, si sa, stravedevo per Bird, ma non ho potuto non inchinarmi alla straordinaria globalità di Jordan, intesa anche come popolarità di se stesso e per l’intero basket. Ecco, al di là delle imprese sul campo, Curry inizia anche ad essere un’icona come  ad esempio Kobe Bryant non è mai del tutto riuscito ad essere, forse schiacciato dalla figura del personaggio Jordan, che smetteva quando il losangelino iniziava. Curry esplode dopo anni di vuoto, perché una figura come LeBron James non è mai stato così dominatore e così caratterizzante un’epoca, come Jordan, Bird e, massì, Magic. Come Curry, che ha 28 anni. L’età in cui “Air” vinse il primo anello, è giusto ricordarlo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy