Speak&Roll, di Franco Montorro – Virtus Bologna in A2 ? Giusto, giustissimo così

Speak&Roll, di Franco Montorro – Virtus Bologna in A2 ? Giusto, giustissimo così

Quella di ieri, 4 maggio, non è la data più dolorosa della storia virtussina, perché lo rimarrebbe quella del 30 agosto 2003: il giorno della conferma della radiazione. Ma la più vergognosa, quello sì.

Commenta per primo!

Quella di ieri, 4 maggio, non è la data più dolorosa della storia virtussina, perché lo rimarrebbe quella del 30 agosto 2003: il giorno della conferma della radiazione. Ma la più vergognosa, quello sì. In ogni caso questa è stata la peggiore Virtus Bologna della storia, se lo è stato anche di questa stagione è giusto giusto così. Non è la prima grande a capitolare sul campo, nella serie inferiore sono retrocesse tutte, certo fa specie che capiti dopo quasi 90 anni ma lo sport se può essere spietato sa essere anche onesto e dopo aver esaltato un Leicester che nel calcio ha vinto la Premier da outsider possiamo anche biasimare una Virtus che ha dissipato un patrimonio di credibilità con pochi eguali e non solo in Italia.

Magari verrà ripescata, da un paio di piazze non arrivano spifferi rassicuranti sul proseguimento dell’attività, ma lo stesso club bolognese non sembra navigare in acque tranquille e un campionato come la A2 certo non invoglia nuovi investitori, dopo che si è ormai spenta la fiaccola della passione locale e dopo che gli investimenti nel basket è ormai chiaro che non sono solo a perdere, ma che lo sono moltissimo in questo senso.

La vecchia Virtus rischia assai e in ogni caso, si impone un azzeramento totale dell’organico. Non solo fra i giocatori, che nel passaggio da un campionato professionistico ad uno dilettantistico vedranno annullare automaticamente i contratti in essere, ma per tutti quelli che li hanno scelti, allenati e gestiti.

In quanto alla Fondazione che doveva sovrintendere a tutto, aveva ragione Alfredo Cazzola: panchina lunga e società corta. Alla Virtus è successo l’esatto contrario e allora arrivederci e grazie, ma anche no.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy