Total Basket, la grande tattica del passato: l’attacco di UCLA, NCAA Champion 1968

Total Basket, la grande tattica del passato: l’attacco di UCLA, NCAA Champion 1968

Commenta per primo!
uclabruins.com

IDENTIKIT

UCLA: Campione NCAA Stagione  ‘67-‘68

Allenatore: John Wooden

Attacco alla uomo – Schieramento: «2-3»

Diagramma  1. Il passaggio di 1 a 2 inizia il gioco ed è seguito da quello di 2 a 5 che si muove all’ interno della lunetta. Le due ali, 3 e 4, eseguono buone finte e cercano il taglio back door per smarcarsi e ricevere il pallone da 5. Se uno dei due passaggi si concretizza, la conclusione a canestro è pressoché assicurata. Se invece 5, per modalità di marcatura (ad esempio, se è marcato di lato), opta per la rotazione, può tentare il gioco uno contro uno. Nel caso in cui la difesa raddoppi, 5 può scaricare sul compagno lasciato libero dal difensore che porta l’ aiuto. Diagramma  2. Quando il passaggio di 1 a 2 è seguito da quello a 4, 5 integra il suo taglio con lo spostamento sul lato forte. Eseguito il passaggio, 2 taglia verso la posizione di post basso o verso l’ angolo passando fra 4 e 5. 4 ha alcune possibilità di passaggio che sviluppa nel modo più coerente con l’ evoluzione della situazione. Può passare a 5, a 2 mentre va a canestro, a 2 che sceglie la posizione in angolo (raggiungendola direttamente o dopo essere stato in post basso). Uno dei possibili tiri può chiudere l’ azione, così come un pronto ribaltamento sul lato opposto può offrire la conclusione a 3 che taglia verso canestro. Diagramma 3. Il passaggio di 4 a 2 in angolo può sfociare in un diverso modo di portare avanti l’attacco. 4 taglia a canestro e, nella posizione di post basso o nelle sue vicinanze, porta un blocco in favore di 5 che scivola basso pronto a ricevere il pallone da 2 e a tentare la conclusione a canestro. La posizione di 3 assicura a 5 una possibilità di scarico se la difesa chiude con successo negandogli il tiro. Diagramma 4. Se la scelta di 4 è il passaggio a 5 all’ angolo della lunetta, il taglio di 4 ed il successivo blocco sono finalizzati a favorire la ricezione del pallone ed il tiro di 2. Il suo taglio verso canestro lungo la linea di fondo è seguito da un pronto cambio di direzione per ricevere protetto dal blocco. S e la difesa nega questo passaggio, 5 può optare per quello penetrante all’ interno dell’ area in favore di 3 che gioca uno contro uno per andare al tiro. Diagramma 5. Il taglio a canestro di 2 che segue il passaggio a 4 può essere eseguito internamente a 5 e, se non produce l’ effetto immediato di un passaggio dentro di 4 a 2, ha un diverso sviluppo, a cominciare dal movimento di 5 che abbandona la lunetta e scivola in post basso. Nella parte alta del campo, 1 si sposta lateralmente sul lato forte per garantire la prosecuzione dell’ azione. Diagramma 6. 4 passa a 1 e taglia verso l’ area andando ad affiancare 5. 2 completa il suo taglio con la rotazione sul doppio blocco e 1 gli passa il pallone se lo vede uscire libero per tirare da una posizione che assicura buone percentuali di realizzazione. Se non può passare a 2, 1 cerca innanzi tutto il passaggio dentro a 4 (o a 5) che deve leggere con attenzione il comportamento dei difensori per trarre vantaggio da una rapida rotazione interna che può essere conclusa con il tiro da sotto. Altrimenti, 1 deve essere altrettanto pronto a mettere in corso l’ altra soluzione cercando di migliorare con il palleggio l’ angolo di passaggio su 3 che agisce sul lato debole in totale isolamento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy