Un italiano a Koper, Day 2 – Italia, il dietro le quinte di un sogno

Un italiano a Koper, Day 2 – Italia, il dietro le quinte di un sogno

Commenta per primo!

Koper, 5 settembre 2013. Seconda giornata degli Europei 2013 di Slovenia, l’Italia dopo aver battuto la Russia è pronta a sfidare la Turchia alle 17,45 per confermare la prova di ieri.

Il morale alto, visto il notevole pessimismo che ha accompagnato la spedizione azzurra prima dell’inizio della competizione, la vittoria al debutto ha caricato a mille il gruppo guidato dai 2 NBA Belinelli e Datome (appena draftato).

L’Italia si concede una seduta di tiro in palestra molto presto, alle 9 circa, per poi tornare a PortoRose, località dove gli azzurri alloggiano. Arrivano a seguire Grecia, Turchia e Russia.

I turchi hanno la faccia di chi sa di aver toppato clamorosamente al debutto perdendo con la meno quotata Finlandia e preparano la partita con voglia e dedizione. Asik, Ilyasova e Turkoglu (leader e capitano del gruppo) devono dimostrare di poter dare di più e lo dichiarano alle tv locali subito dopo l’allenamento.

Bisogna attendere le 17,45, ingannando il tempo tra un piatto di spaghetti (per sentirsi sempre italiani) e una passeggiata sul lungomare di Koper dove è stata allestita la tipica fan zone con giochi e premi per i tifosi. Dalle 17 fuori l’Arena Bonifika c’è un mix di italiani e turchi pronti per questa interessante partita: si respira clima di Europeo!

Il colpo d’occhio all’interno del Palazzetto è di quelli forti: circa mille gli italiani al seguito dell’ItalBasket per spingerla in testa al girone. Sulla carta la Turchia è forte nel reparto lunghi e meno pericolosa nel reparto esterni; l’Italia si presenta con caratteristiche completamente opposte e i 2 falli di Cusin ad inizio partita pesano come un macigno. Ma ecco che dal cilindro di Pianigiani esce fuori Nicolò Melli (14+10) che trascina i suoi nel primo periodo. Belinelli a tratti è immarcabile: il neo giocatore degli Spurs segna due buzzer-beater allo scadere dei primi 2 quarti e aiuta la Nazionale a chiudere il primo tempo sul +10. Nel secondo tempo l’Italia dilaga con Aradori e Gentile in versione cecchini: letale il primo con un 9/10 dal campo che gli vale i 23 punti segnati e ventello anche per il neo capitano dell’Olimpia Milano. Nella Turchia si salvano solo Gonlum e Asik, mentre Turkoglu sembra ormai un’ombra del giocatore che solo pochi anni fa teneva testa persino a Lebron James.

L’Italia è 2-0, vincendo anche nel giorno in cui nella casella punti di Gigi Datome è presente il numero 0, e questa consolida ancora di più il gruppo.

Ora c’è un giorno di riposo e poi la sfida con la Finlandia: vincere significherebbe essere virtualmente al secondo turno con già 2 punti in classifica. Non male per una squadra che “non avrebbe dovuto battere nessuno” secondo molti esperti della palla a spicchi. Ma si sa…i pronostici nascono per essere sovvertiti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy