Un italiano a Koper, Day 3 – Quando attendere e sognare non costa nulla

Un italiano a Koper, Day 3 – Quando attendere e sognare non costa nulla

Commenta per primo!

Dopo il giorno di riposo arrivato in seguito alle due fantastiche vittorie con Russia e Turchia, l’Italia è pronta a sfidare la Finlandia in una sfida che garantirebbe non solo la qualificazione al secondo turno ma anche 2 punti fondamentali per il sogno quarti.

Questo perchè il regolamento dice che nel secondo turno le squadre che si sono già incontrate nel girone conserveranno il record del turno precedente: dunque battere gli Scandinavi diventa un vero e proprio imperativo per la squadra di coach Pianigiani. Nel giorno di pausa l’Italia si è allenata al mattino, con una seduta tecnico tattica, e la sera con una seduta più leggera con molto tiro!

Ad attendere la squadra dopo l’ultimo allenamento una decina di tifosi (tra cui il sottoscritto) per strappare foto e autografi dei propri beniamini, ma soprattutto per incitare la squadra in vista di un incontro decisivo. Già dalle 16,30 del pomeriggio, all’esterno della Bonifika Arena ci sono tantissimi tifosi, visto che saranno presenti alla gara oltre 1000 italiani e circa 1500 finlandesi.

L’atmosfera pochi minuti prima della palla a due all’interno del Palazzetto è davvero infuocata: le tifoserie fanno a gara tra di loro incitando le rispettive nazionali, giocando una partita nella partita.

La partita è di quelle che contano e i giocatori lo sentono, si segna poco e le difese sono molto attente, soprattutto nel primo tempo dove i finlandesi difendono duramente tenendosi sotto di sole 5 lunghezze (31-26). Note stonate del primo tempo lo 0/9 di Belinelli e i 3 falli di Travis Diener. Ma nella ripresa la musica cambia e l’Italia dimostra ancora una volta di poter dilagare dopo aver sofferto: Cinciarini gioca un secondo tempo fenomenale, così come i 2 lunghi Cusin e Melli (entrambi osannati dal pubblico azzurro) e Datome ritrova feeling col canestro (chiuderà con 10 punti, 8 rimbalzi e 4 assist).

L’Italia batte la Finlandia col punteggio di 62 a 44 e coltiva il sogno di arrivare alla seconda fase con 4 punti se domani dovesse riuscire nell’impresa di battere una delle favorite di questa competizione, la Grecia del “nostro” coach Trinchieri che in serata ha demolito la deludente Turchia grazie ad un Bouroussis a tratti immarcabile! Sognare non costa nulla…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy