Al PalaRavizza Matera condanna Pavia alla retrocessione

Al PalaRavizza Matera condanna Pavia alla retrocessione

Il +24, massimo vantaggio prodotto, verrà messo in discussione solamente nel quarto quarto quando i padroni di casa, trascinati da un pubblico caldissimo, trovano la forza di portarsi a -1. A far la differenza sono i fischi arbitrali con Scodavolpe e Biligha subito limitati dai falli, tre tecnici fischiati contro, un antisportivo discutibilissimo e la sensazione che la situazione possa degenerare da un momento all’altro è fortissima. Accade proprio così: gli ultras biancoazzurri esplodono tutto il loro disappunto attraverso sporadici insulti che diventano via via una costante, poi è il turno del lancio di pallini di carta e, addirittura, di una bottiglietta d’acqua che costringono l’arbitro a sospendere la gara per ben due volte. Al fischio finale, solo applausi per i ragazzi e quel coro “Noi non vi lasceremo mai” a testimoniare la presenza e il sostegno che Pavia e i suoi tifosi non faranno mai mancare. Il tutto, a prescidere dalla categoria.

 

 

PAUL MITCHELL PAVIA  –  BAWER MATERA   75-83   (16-25; 27-49; 55-63)

 

PAUL MITCHELL PAVIA: Biligha 4 (2/6; 0/1), Cristelli 14 (4/6; 1/2), Furlanetto 17 (2/3; 3/8), Scodavolpe 9 (1/2; 1/4), Borgna 6 (3/7; 0/4); Marmugi 16 (5/6; 2/5), Cissè 7 (2/6; 1/3), Tagliabue 2, Migliorini. n.e.: Corcelli. All.: Massimiliano Baldiraghi

BAWER MATERA: Vico 14 (3/6; 1/2), Lovatti 5 (0/3; 0/4), Lagioia 24 (0/2; 4/9), Defant 1, Martone 16 (7/7; 0/0); Gilardi 7 (2/5; 0/4), Coviello 8 (2/4; 1/4), Grappasonni 8 (3/5; 0/1). n.e.: Franceschini, De Bartolo. All.: Francesco Ponticiello.

NOTE: t.l.: Pav 13/17, Mat 34/41. Rimb.: Pav 36 (Cristelli 9), Mat 38 (Martone 9). Ass.: Pav 12 (Borgna 6), Mat 8 (Grappasonni, Vico 2). Progr.: 5′ 9-16; 15′ 20-38; 25′ 43-52; 35′ 67-69. Usc. 5f.: Biligha, Scodavolpe, Marmugi.

ARBITRI: Alessandro Buttinelli, Paolo Lestingi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy