Basket Massafra: battuta un’altra capolista

Basket Massafra: battuta un’altra capolista

Commenta per primo!

In questa partita MVP è Ivan Scarponi. Dopo un inizio non perfetto, il tiratore romano comincia ad attaccare il ferro. E quando fa tante piccole cose buone, una palla sporcata, un fallo subìto, alla fine entra anche la tripla. Già, la tripla, quella che gli mancava da Bisceglie. Perché per lui segnare uno o due canestri dalla lunga a partita, sbagliandone il triplo, è come non segnarne. Da Latina a Trapani era una striscia  aperta di 4/31, percentuale non superiore al 10%. Ora invece un fantastico 44%, con canestri nei momenti decisivi, quando Ruvo si scaldava e provava la rimonta. Efficiente a rimbalzo, una delle migliori prove in stagione, forse inferiore solo a quella di Ostuni.

Grande partita in attacco anche di Cucinelli, che mette due canestri impossibili: il primo una bomba da 9 metri, fuori equilibrio e con l’uomo addosso. L’altro in giro e tiro sulla sirena del quarto. Canestri che tagliano le gambe, mandano il morale sotto i tacchi all’avversario. Diciamo, canestri da capitano. Prova quasi perfetta di Cigliani, che tiene perfettamente un Bonacini decisamente da rivedere, e in attacco sbaglia pochissimo. Bene anche Quaglia, che nonostante qualche stoppata di troppo subìta nel periodo iniziale della gara, si merita la sufficienza soprattutto per i mille palloni toccati a rimbalzo. In difesa un po’ difettoso, ma qualche calo di tensione alla sua età ci sta, soprattutto con un reparto lunghi molto limitato. Un po’ in ombra invece il duo Lenardon Plumari, che con un 1/8 in due, mostrano un leggero calo nelle ultime due uscite (soprattutto per l’ex Armani Jeans). Solita partita senza lode né infamia per Rossetti. Mentre Pelliccione ci mette grinta e segna il giusto. Se prendesse qualche rimbalzo in più sarebbe il pivot di riserva perfetto, anche per squadre di livello più alto, sempre parlando della A Dilettanti. Per quanto riguarda Ruvo, Bonfiglio nel finale si risveglia, ma il migliore è Marzoli, che segna in modo continuo, al contrario del discontinuo Zerini, che chiude comunque con un ottimo 14+9, per 24 di Valutazione. Escludendo Ihedioha, il resto tutti pesantemente sotto la sufficienza.

Il match comincia all’insegna dell’equilibrio, con la parità assoluta che regna fino al sesto minuto quando Massafra guadagna il doppio possesso di vantaggio. La bomba impossibile di capitan Cucinelli e la tripla sulla sirena di Cigliani, chiudono il periodo, con il tabellone che dice 10-25. Il secondo periodo inizia con uno Scarponi scatenato, che mette 5 punti consecutivi e porta i suoi sul +20, massimo vantaggio (non assoluto). Ruvo sembra voler rientrare con Pilotti: i biancoazzurri sono sul -15, ma Rossetti mette una tripla. Ruvo prova a rientrare definitivamente, con l’atletismo di Ihedioha. Ma Scarponi ne mette altri 4 e reindirizza i suoi sul +15. Nel terzo quarto Massafra aumenta ancor di più il suo vantaggio, con il +18 firmato dall’ennesimo canestro di Ivan Scarponi. Poi Ihedioha dimostra ancora tutto il suo valore: il 3-4 toscano mette prima un canestro da sotto, e poi una delle sue rare triple, solo l’undicesima in tutto il campionato.  Ruvo è a -12. Ma è Scarponi, oggi in serata di grazia, a ricacciare ancora più dietro la capolista Ruvo. Ne mette altri 5 consecutivi, e con l’aiuto dei compagni, i massafresi tornano sul +22. Sembra finita, ma i canestri di Marzoli e Bonfiglio, davvero scatenati, riportano Ruvo sul -10. Poi “Uomo Volante” Simone Bonfiglio ne mette altri 7 consecutivi, ma non servono a niente. Vince Massafra, che si conferma sempre più ammazza grandi.

Adriatica Industriale Ruvo – Cisa Massafra 72-81 (10-25, 20-20, 13-20, 29-16)

Ruvo: Bonfiglio 14, Zerini 14, Modica 4, Ihedioha 14, Bonacini 3, Marzoli 16, Pilotti 7, Provenzano 0, Simeoli 0, Merletto 0.

Massafra: Cigliani 12, Quaglia 10, Cucinelli 19, Lenardon 3, Scarponi 26, Rossetti 3, Plumari 2, Pelliccione 6, Cavallo n.e., Laquintana n.e.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy