Basket Massafra: poker di sconfitte

Basket Massafra: poker di sconfitte

Né i prossimi impegni di calendario fanno ben sperare: domenica prossima il parquet del Pala Giovanni Paolo II ospiterà una delle due capoliste: la Shinelco Trapani. La settimana successiva, invece, per gli ionici tocca Ruvo di Puglia, l’altra capolista. Le partite nelle quali si dovevano fare punti, Molfetta e Matera, sono passate, e potrebbero essere state gli ultimi treni per la Cisa Massafra.

 

MVP della partita, il solito Dante Calabria, tiratore micidiale, che ha fatto faville anche a rimbalzo ed ha messo insieme 17 punti, 7 rimbalzi, 5 recuperate, 5 falli subiti e 2 assist. Insomma, la partita perfetta. Grande partita, come al solito, anche da parte dei centri avversari, che fanno 26 di Valutazione in due. Soliti problemi per Massafra, che ormai non difende più e non riesce nemmeno a segnare. Questo periodo negativo comincia a Latina, dove all’inizio c’è qualche speranza, con il +11 come massimo vantaggio. Poi Quaglia non tiene più nemmeno un semplice movimento in post di Soloperto e il pivottone decide il match. A Massafra arriva Matera che, passando sempre la palla a Martone, vince, con il pivot avversario ancora una volta MVP. Con Molfetta, invece, dopo il +14, arriva il crollo con le bombe di Totò Genovese. In ultimo, Sant’Antimo ne rifila ben 26 a Massafra.

Si comincia con la solita tripla di Dante Calabria, che comincia ad umiliare l’inesistente difesa massafrese. Cucinelli pareggia e sarà l’unica volta in cui Massafra non si troverà sotto. Sant’Antimo comincia il parziale che non finirà più: la bomba di Calabria e il canestro di Iardella chiudono il periodo sul +5 Sant’Antimo. Inizia il secondo quarto, uno dei periodi più imbarazzanti della stagione, nel quale Massafra non segnerà e non difenderà. Gatti e ancora Iardella danno il +9 ai campani che, successivamente, raggiungeranno per la prima volta la doppia cifra di vantaggio, grazie a Dante Calabria che “tira le bombe in faccia” come recita un famoso coro dei tifosi milanesi. E sono già 3 le triple dell’italo/americano il quale si dimostra di un altro pianeta rispetto ai pari ruolo massafresi. La bomba di Cantone sembra chiudere la partita con 22 minuti di anticipo: sono 18 i punti di vantaggio dei padroni di casa. È il 5-0 di parziale firmato tutto dal pivot Gatti a chiudere il periodo sul 40-20. Massafra doppiata, un vero dominio.

I 20 minuti successivi si giocano solo per obbligo di regolamento: Cantone piazza un’altra bomba (+23), arriva anche la schiacciata del pivot Gatti, totalmente indisturbato. Massafra prova a giocare ma Calabria e Leccia ricacciano i ragazzi di Bernardi sul -25. Si chiude con “soli” 18 punti di vantaggio per Sant’Antimo. Per Massafra, a questo punto, scatta un piccolo moto d’orgoglio che riporta i biancorossi sino al -12. Ma i canestri di Aprea, Iardella e Calabria riconsegnano il grande vantaggio ai campani. Sant’Antimo chiude con lo show delle triple: segnano Iardella, Calabria e il baby Zamo (19 anni).

Pall.SANT’ANTIMO–CISA MASSAFRA76/50
Parziali:16-11,40-20,57-59

S.ANTIMO: Aprea 7, Gatti 12, Cantone 10, Zamo 3, Pranzo, Eliantonio 2, Calabria 17, Leccia 2, Iardella 11, Gagliardo 12. All.Scotto.

MASSAFRA: Cigliani 6, Scarponi 14, Lenardon 8, Quaglia 9, Plumari 4, Rossetti 1, Cucinelli 5, Cavallo n.e., Pelliccione 3, Laquintana. All. Bernardi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy