Bisceglie: primo acuto interno del 2011 per sperare ancora

Bisceglie: primo acuto interno del 2011 per sperare ancora

Commenta per primo!

I nerazzurri dominano fin dall’inizio lo scontro diretto a spese di Rieti grazie ad un’eccellente prova collettiva in chiave difensiva e realizzativa (6 in doppia cifra). Speranze di aggancio ai playout limitate, ma ancora possibili.AMBROSIA BISCEGLIE – RIETI 80-62

BISCEGLIE: Micevic 13, Rosignoli 14, Novati 10, Raschi 14, Maino, Mainoldi 12, Gori 5, Barsanti 12, n.e. Chiriatti e Annunziata. All. Galli.

RIETI: Virgilio 8, Dri 7, Tessitore 15, Rambaldi 2, Anselmi 1, Zambon 6, Antrops 13, Lestini 2, Delle Cave 6, Becerra 2. All. Griffin.

ARBITRI: Riosa di Trieste e Gaudino di Nocera Inferiore.

PARZIALI: 23-11, 38-19, 59-40, 80-62.

NOTE: spettatori 300 circa; tiri da 2 Bisceglie 26/35, Rieti 18/31, tiri da 3 Bis 7/22, Rie 6/26, tiri liberi Bis 7/9, Rie 8/13.

BISCEGLIE: La prima affermazione al PalaDolmen del 2011, dopo una striscia infausta di 6 gare, permette all’Ambrosia di coltivare ancora qualche flebile chance di aggancio alla zona playout. La squadra guidata da Massimo Galli domina fin dal quarto inaugurale lo scontro diretto su un impalpabile Rieti esibendosi in una pregevole prova corale sia sul piano difensivo e sia in fase realizzativa, con ben 6 nerazzurri in doppia cifra.

In avvio è capitan Mainoldi a menare le danze per i biscegliesi, abili a concretizzare il primo break (9-0) per il 23-11 al 10′. Rieti prova a scuotersi dal torpore con 6 punti di fila in apertura di secondo quarto, ma l’Ambrosia torna ben presto ad egemonizzare l’incontro confezionando un poderoso strattone di 15-2 (sugli scudi Marko Micevic e Davide Rosignoli, quest’ultimo di gran lunga il migliore in campo) che porta il quintetto di casa ad ampliare la forbice fino al +19 dell’intervallo lungo.

Un canestro di Novati e la successiva transizione vincente di Raschi griffano il massimo divario al rientro (42-19), poi Tessitore si affanna per evitare l’imbarcata al cast laziale ma il vantaggio di Bisceglie resta sempre rassicurante, con le triple di Barsanti e Gori ad archiviare la terza frazione (59-40). Il periodo finale è aperto dal break reatino (1-9), subito arginato dalla perentoria replica di Raschi e compagni (9-0). Il canestro dal perimetro di Barsanti al 37′ vale daccapo il +23 (75-52) regalando un epilogo nel segno dell’assoluta tranquillità per l’Ambrosia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy