Delicata trasferta a Siena per la SBS

Delicata trasferta a Siena per la SBS

Commenta per primo!

Siena è una squadra che gioca un ottimo basket grazie anche al ritorno sulla propria panchina di Salieri, coach che con i giovani riesce a fare benissimo.

“E’ una squadra molto tattica, riesce ad intasare l’area, raddoppia, cambia difesa sui giochi avversari, usa zona pari e zona dispari, e quindi ,essendo molto ben disposta tatticamente, molto spesso scombina il gioco avversario.

Giocano bene senza palla, eseguono molto bene il sistema tattico del loro coach, Salieri, che è forse uno dei ‘guru’ di questo campionato, una persona estremamente precisa e molto tattica. Credo che a livello d’intuizione del gioco, sia uno degli innovatori perché spesso si guarda in Serie A per cercare nuovi schemi d’attacco ma sinceramente ogni tanto rimango sorpreso dalla cose che lui riesce a creare e dalla sensibilità che ha lui nel costruire certe situazioni.”

 

Non ci sarà Casadei ma la Virtus ha fatto innesti importanti.

“Siena arriva da due vittorie, è una squadra che è riuscita a sopperire alla mancanza di Casadei in modo ottimale anche se lui è il giocatore storico e l’anima di questo gruppo. Come sempre Siena però ha dimostrato che anche senza i giocatori migliori riesce ad ottenere il massimo ma soprattutto questo ha fatto sì che Andreaus sia molto più impiegato e si prenda molte più responsabilità specie quando gioca da 4 in cui è molto pericoloso. Siena è una squadra che, come noi, sta lottando a tutti i costi per arrivare in una posizione migliore ai playout e ha fatto un innesto importante come Portannese che veniva dalla Serie A e due settimane fa quello di Rabaglietti, quindi alla fine una squadra di tiratori micidiali e temibili che sono pericolosissimi sia dal punto di vista balistico, sia dal punto di vista tecnico e dell’energia.”

Altro giocatore chiave, quel Tomasiello che all’andata decise la gara.

“Tomasiello è un playmaker con gli attributi, un giocatore tosto, passionale, che ha cuore, che è stato debilitato dagli infortuni ma che adesso è al 100% e che quindi riesce a dettare sempre i ritmi perfettamente. Credo che sia perfetto per il tipo di gioco che pratica il suo allenatore e lui è il giocatore che temiamo di più insieme a Portannese e anche a Casagrande, che fa un lavoro sporco di grandissima qualità.”

La SBS vuole ritrovare un po’ di smalto perso nella partita contro Riva nonostante la vittoria.

“Sì, veniamo da una partita in cui la squadra non ha dato il massimo. Ho chiesto però di fare una riflessione su quella che era stata la partita, partendo da quello che è stato fatto di buono per arrivare a giocare nel modo giusto questa partita.”

Siena è una società che conta molto sulla presenza  sui media.

“E’ evidente che è una società che ha un peso nella pallacanestro di questo livello ma sono molto intelligenti ed abili a gestire la comunicazione sempre nelle regole. Credo che hanno una grande capacità mediatica che li porta a essere bravi a preparare tutte quelle persone che devono affrontare quella gara come avversari o arbitri portandoli a pensare la partita che loro vorrebbero fare contro di te. La bravura degli altri però sta nel saper leggere questa cosa e non portare sul campo quello che loro si aspettano. Non dobbiamo quindi fare qualcosa di tattico o di alchimia ma noi dobbiamo essere bravi a non pensare che loro sanno già come andrà a finire perché noi non veniamo qui a far vedere che la partita è già scontata o scritta. Non vogliamo giocare per sapere quello che succederà ma per costruire qualcosa sapendo che alcuni giornalisti di Siena ci hanno descritto come la squadra delusione del campionato anche se i conti si faranno a fine campionato.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy