DNB EXCLUSIVE: Rimini contro Oriznuovi, tra passato e futuro

DNB EXCLUSIVE: Rimini contro Oriznuovi, tra passato e futuro

Commenta per primo!

I nostri CRABS tornano al Flaminio con una preziosa vittoria esterna ed andiamo a “vedere” l’avversario che si presenterà domenica prossima per tentare di conoscerlo in anticipo. Anche stavolta, e forse ancora di più, non si vince niente fino alla sirena del 40°.

Si Legge Pallacanestro Orzinuovi ma si pronuncia GaGà Milano Orzibasket (vedi sito) scende per la prima volta in riviera, ma si presenta con un roster di tutto rispetto e 4 punti in classifica come noi, anche se tutti casalinghi.

La società è molto dinamica, gestisce un progetto MINIBASKET e categorie giovanili maschili: under 14 – 17 e 19 oltre a schierare una formazione anche in prima divisione.

Negli ultimi anni la prima squadra ha militato in serie C ottenendo la promozione in DNB nella stagione appena trascorsa. Quest’anno vengono da una vittoria sul filo di lana al supplementare, una pesante sconfitta esterna ed una più convincente seconda vittoria casalinga. Niente male per una neopromossa.

A parte Paolo Chiarello che conta 35 primavere su 205 centimetri, la formazione è decisamente giovane, nella quale si notano Bertolini (190 cm), Micevic (201 cm), Braidot (190 cm) e Ferrarese (185) che sono quelli con più punti nelle mani, segnatevi questi nomi e teneteli d’occhio. La squadra tira col 45% da 2 e 27% da 3, prende oltre 35 rimbalzi di media e se la cava contenendo bene le palle perse.

E noi che facciamo?

  • Per prima cosa salutiamo Mathias Bortolin, dopo esserci lucidati gli occhi con un “fuori categoria” che chissà quando rivedremo e lo ringraziamo per le buone prove delle prime tre uscite;
  • Poi facciamo quadrato su chi è rimasto e ringraziamo anche loro, perché con i presupposti che c’erano, a trovarsi a 4 punti dopo la terza uscita non lo avrebbe detto nessuno.
  • Poi confidiamo nella coesione della squadra che dovrà sopperire alla carenza di centimetri facendo apparire anche quello che non c’è, e gettando nella mischia Nicolò Marengo, che di centimetri ne ha tanti (212), ma di anni, esperienza e “chili” pochini, la DNB lo aspetta, ovviamente in attesa che arrivi qualche “aiutino” altrimenti si farà notte in anticipo.
  • Se leggete le statistiche, con la Sangiorgese abbiamo concesso qualcosa come 20 rimbalzi offensivi, complice l’uscita per falli di Bortolin, improponibile ed irripetibile.

Domenica si gioca ad handicap, con le certezze maturate in questo inizio e larghe incertezze sui lunghi da schierare. I nostri numeri “a partita” attuali sono: 79 punti, 65% ai liberi 63% da 2 e 33% da 3 con 29 rimbalzi, 17 perse e 7 recuperate, vista così sembrerebbe buona, ma la statistica dice la verità solo sui grandi numeri ….

Conclusione: vedete di non mancare, si gioca il 27/10 alle 18:00 il pubblico di Rimini è l’uomo in più, non prenderà rimbalzi né distribuirà stoppate, ma al Flaminio farà sempre la voce grossa.

Da Rimini, per ora, è tutto…anzi no, con  RIMBALZI – 80 anni di canestri a Rimini- il libro dedicato al Basket Rimini.

80 anni di storia. Otto decenni di palleggi, tiri, stoppate e… rimbalzi, appunto. Un’avventura, quella del Basket Rimini, che ha coinvolto migliaia e migliaia di appassionati, più generazioni di sportivi e semplici tifosi capaci di emozionarsi per un assist di Maurizio Benatti o German Scarone, per un layup di Chandler o un post basso di Filloy. Tutti in piedi poi per gli 87 punti in una sola gara, quella Teamsystem Rimini – Libertas Udine che ancora oggi diciassette anni dopo (26 gennaio 1995) è la partita del record italiano di punti segnati. Il merito – neanche a dirlo – è di Carlton Myers, che a Rimini ha iniziato a giocare a basket, si è formato diventando uno dei più grandi giocatori italiani di sempre, fino a ricoprire alò ruolo di portabandiera alle Olimpiadi di Sidney. Vittorie e retrocessioni, sconfitte e promozioni distribuite tra il Vecchio Teatro, il 105 Stadium e il glorioso Palasport Flaminio. Queste ed altre avventure con la palla a spicchi sono ora racchiuse in un solo libro. Rimbalzi, scritto da Alberto Crescentini, riminese, giornalista sportivo e grandissimo appassionato di basket, contiene tutta la storia del basket riminese in canotta biancorossa dal 1933 ad oggi.

Il libro è in vendita durante le partite interne del Basket Rimini al Flaminio e si può richiedere alla redazione del:
settimanale IL PONTE

www.ilponte.com/redazione.html

via Cairoli, 69 47921 Rimini. Telefono +39 0541.780666. Fax +39 0541.785353

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy