FMC Ferentino 65 – Romana Chimici Anagni 71

FMC Ferentino 65 – Romana Chimici Anagni 71

Commenta per primo!

FMC FERENTINO: Alessandri 18,  Coronini 14, Iannuzzi 2, Cardillo 1, Parrillo 3, Silvestrini, Ochoa 8, Pongetti, Carrizo 13, Candido 6. Allenatore: Gramenzi.
ROMANA CHIMICI ANAGNI: Giampaoli 1, Romano 9, Santolamazza 19, Caceres 12, Gennari 7, Romani 3, Soave, Bruni 11, Ruggeri ne, Benedusi 9. Allenatore: Nunzi.

Arbitri: Vaccarini di La Spezia e Wassermann di Pordenone.
Parziali: 8-18, (13-20) 21-38, (26-14) 47-52, (18-19) 65-71.
Risultato Finale: 65-71.
STATISTICHE – Ferentino:  15/34 da 2, 5/22 da 3, 20/32 da tl, 42 rimb (10 Cardillo), 13 re, 14 pp, 6 as, 56 val (20 Alessandri); Anagni: 20/33 da 2, 2/17 da 3, 25/34 da tl, 31 rimb (8 Caceres), 14 re, 13 pp, 5 as, 79 val (25 Santolamazza).

FERENTINO – Il derby di ritorno tutto ciociaro con la Romana Chimici va ai cugini anagnini che al termine di una gara ricca di emozioni, impreziosita dal tutto esaurito del Ponte Grande, si sono imposti 65-71 ribaltando anche il +4 dei gigliati della gara d’andata. Ferentino è costretta a dire addio ai sogni playoff, complice il successo di Sant’Antimo a Latina. Per la Romana Chimici, invece, si spalancano le porte per il sesto posto che vorrebbe dire salvezza matematica.
Anagni riesce ad avere fino a 21 punti di vantaggio ad inizio del terzo periodo, al termine di 21′ di assoluto dominio. Recuperato in extremis Santolamazza coach Nunzi riesce a dare le giuste motivazioni ai suoi, che non sbagliano l’approccio in difesa e soprattutto sfruttano i tanti errori di Ochoa e compagni. Dopo il +10 del primo periodo l’allungo è frutto anche dell’ottimo lavoro difensivo dei biancorossi, specialmente su Carrizo con Benedusi. Ferentino chiude il primo tempo con un preoccupante 6/29 dal campo contro il 15/29 degli anagnini. Ci si aspetta la reazione che non tarda ad arrivare.
Proprio dopo il +21 Ferentino da una sterzata decisa alla partita, cresce in ogni reparto, sfrutta i problemi di falli della Romana Chimici, costretta a fare a meno di Gennari dal 23′ e affidandosi alle giocate di Parrillo, Alessandri, Carrizo e soprattutto Coronini, per riaprire una gara che sembrava chiusa. Proprio Coronini sul finire del terzo periodo esalta il Ponte Grande con la tripla del 47-52. Un 5-0 ancora di Coronini regala alla FMC il pareggio sul 52-52. La gara poi si fa equilibrata. Anagni tiene, seppur non riuscendo ad avere più i numeri del primo tempo. Il vantaggio arriva con una tripla di Carrizo che porta Ferentino fino al 58-53. Sembra fatta per i padroni di casa, e invece no, perchè l’ex di turno Bruni, tornato per la prima volta da avversario al Ponte Grande, realizza e subisce fallo a poco più di 1’30” dalla fine per il nuovo vantaggio anagnino 58-60, al termine di un 7-0 di parziale firmato da 4 tiri liberi di Santolamazza e appunto il 2+1 di Bruni. Alessandri da il pareggio dalla lunetta con 76″ da giocare. Ancora Santolamazza, mvp di serata, realizza una tripla, grazie anche all’aiuto del tabellone, al quale fa seguito ancora il canestro di Alessandri per la FMC, che però subisce in penetrazione il canestro del playmaker romano per il 62-65 (27″ alla sirena) nonostante l’opposizione dell’intera difesa amaranto. Ferentino costruisce l’azione del pareggio ma sbaglia con Alessandri ed è costretta al fallo su Benedusi che dalla lunetta non sbaglia i liberi del 62-67 (15″).  Ancora Alessandri riaccende le speranze ferentinati, costringendo al timeout Anagni sul 64-67 (11″ dalla sirena). La difesa di Ferentino opta per il fallo immediato su Santolamazza che non fallisce (2/2). Cardillo sul fronte opposto fa 1/2 sempre dalla lunetta e sull’errore commette l’ingenuità di fare fallo sempre su Santolamazza che sigla il 65-71 finale.
Finisce con qualche spintone in campo, dettato forse dal nervosismo per le ultime convulse azioni, ma che si conclude come una bolla di sapone. Anagni vince, con merito. Ferentino si morde le mani e deve ancora una volta dire addio ai playoff/promozione.
Domenica il saluto del Ponte Grande agli uomini di coach Gramenzi nella sfida con la Bawer Matera (ore 18). In caso di vittoria la matematica salvezza diretta. Poi l’ultima fatica amaranto nella trasferta di Rieti tra due domeniche.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy