La Fortezza, incompleta, batte Osimo e prosegue corsa salvezza

La Fortezza, incompleta, batte Osimo e prosegue corsa salvezza

Commenta per primo!

Partita non facile per Recanati che sopperisce alle carenze offensive con una maggior intensità difensiva. Le assenze sotto canestro di Pederzini e Pierini, un Chiaramello a mezzo servizio e un Laudoni reduce da una brutta settimana pesano nelle economie della squadra che per due periodi contiene Osimo che poi cede alla distanza grazie alla maggiore tecnica dei padro ni di casa particolarmente ispirati nel tiro dalla lunga distanza da dove arriveranno alla fine ben 33 punti.

Anche quella che è passata è stata una settimana travagliata sul piano degli infortuni e la pausa del campionato viene giusto alla viglia del rish finale di quattro partire che decideranno la stagione de La Fortezza.

Contro Osimo contava solo vincere e accorciare su Siena (decima piazza utile per i play out) e mettere sotto tiro Senigallia (undicesima posizione, retrocessione diretta, ma piazzamento da non disprezzare se qualche società “salterà”).

Durante la gara la tifoseria tributa a coach Russo un enorme striscione con il quale ha invitato la società  a non farsi sfuggire il validissimo allenatore livornese qualunque sia l’esito del campionato.

Parente stratosferico con 23 punti ma impressionante Chiaramello che giocando a scartamento ridotto incassa un 21 di valutazione.

La Fortezza ora si concentra sulla trasferta di Trento di sabato 26 e per non perdere il ritmo venerdì amichevole con Civitanova al PalaCingolani poi tre giorni di libertà per i giocatori e ripresa della preparazione martedì 22.

La Fortezza Recanati 68 vs Edilcost Osimo 51

La Fortezza Recanati: Laudoni 12, Fratini, Pierini, Fossati 2, Mei 17, Gurini, Chiaramello 8, Pozzetti 2, Benini 4, Parente 23. All. Russo

Edilcost Osimo: Strappato, Ghedini 2, Rinaldi 3, Di Capua 13, Verri 14, Gaeta 7, Bastoni, Dolic 6, Soricetti, Delli Carri 6. All. Vandoni

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy